Questo sito utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca su maggiori informazioni. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie. Per nascondere questo messaggio clicca su chiudi.

OBIETTIVO SCUOLA

PORTALE DI INFORMAZIONE SCOLASTICA


  speciali concorsiconcorsi 2020 speciale concorso straordinario speciale procedurabilitanteconcorso ordinario infanzia primariaspeciale aggiornamentogr

concorso ordinarioIl bando del concorso ordinario (Decreto Dipartimentale n. 499 del 21 aprile 2020) per titoli ed esami della scuola secondaria prevede che il concorso in questione sia articolato nelle seguenti prove:

  • Prova preselettiva (eventuale se il numero dei candidati risulti superiore a quattro volte il numero dei posti messi a concorso e, comunque, non inferiore a 250)
  • Prima prova scritta
  • Seconda prova scritta
  • Prova orale (ed eventuale prova pratica inclusa quella pratica).

PER QUANTE CLASSI DI CONCORSO è POSSIBILE PARTECIPARE?
È possibile partecipare al concorso per una sola classe di concorso per grado (una I grado e una II grado). In aggiunta, coloro che sono in possesso del titolo di specializzazione sul sostegno, potranno partecipare anche alla relativa procedura. 

UNICA PROVA PRESELETTIVA PER TUTTE LE PROCEDURE
Come dispone l'art. 7 del Bando del concorso ordinario per la scuola secondaria, la prova preselettiva è comune alle diverse procedure concorsuali. Questo significa che il candidato che concorrerà per due o più procedure concorsuali (es: una classe di concorso I grado, una classe di concorso II grado e per posto di sostegno), dovrà svolgere un'unica prova preselettiva. 
Per una disamina le prova preselettiva si veda questo articolo

LA PRIMA PROVA SCRITTA
La prima prova scritta, 
distinta per ciascuna classe di concorso prevede da uno a tre quesiti (a seconda della classe di concorso) ed ha l'obiettivo di valutare il grado delle conoscenze e competenze del candidato sulle discipline afferenti alla classe di concorso stessa. Nel caso delle classi di concorso concernenti le lingue e culture straniere, la prova è svolta nella lingua oggetto di insegnamento.
La durata della prova e' pari a 120 minuti, fermi restando gli eventuali tempi aggiuntivi di cui all'art. 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104.
Il candidato che quindi partecipa al concorso per due distinte classi di concorso (una I grado e una II grado), dovrà sostenere due distinte prove.

LA SECONDA PROVA SCRITTA
La s
econda prova scritta si articola in due quesiti a risposta aperta:

  • il primo volto all'accertamento delle conoscenze e competenze antropo-psico-pedagogiche
  • il secondo, all'accertamento delle conoscenze e competenze didattico-metodologiche in relazione alle discipline oggetto di insegnamento di ciascuna classe di concorso. La durata della prova e' pari a 60 minuti, fermi restando gli eventuali tempi aggiuntivi di cui all'art. 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104.

Ne deriva che anche la seconda prova scritta è specifica per ciascuna classe di concorso. Di conseguenza il candidato che partecipa per più classi di concorso dovrà sostenere distinte prove.

LA PROVA ORALE
La prova orale per i posti comuni è finalizzata all'accertamento della preparazione del candidato secondo quanto previsto dall'Allegato A di cui al Decreto Ministeriale e valuta la padronanza delle discipline, nonché la capacità di progettazione didattica efficace, anche con riferimento alle TIC, finalizzata al raggiungimento degli obiettivi previsti dagli ordinamenti didattici vigenti.

La prova orale per i posti di sostegno valuta la competenza del candidato nelle attività di sostegno all'alunno con disabilità volte alla definizione di ambienti di apprendimento, alla progettazione didattica e curricolare per garantire l'inclusione e il raggiungimento di obiettivi adeguati alle potenzialità e alle differenti tipologie di disabilita', anche mediante l'impiego delle TIC, e accerta la capacita' di comprensione e conversazione in lingua inglese almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue. 

La prova orale ha una durata massima complessiva di 45 minuti fermi restando gli eventuali tempi aggiuntivi previsti per i candidati con disabilità e consiste nella progettazione di una attività didattica, comprensiva dell'illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche e metodologiche compiute e di esempi di utilizzo pratico delle TIC.

I temi delle prove orali sono predisposti da ciascuna commissione giudicatrice secondo il programma di cui all'Allegato A del Decreto Ministeriale. Le commissioni le predispongono in numero pari a tre volte quello dei candidati ammessi alla prova. Ciascun candidato estrae la traccia, su cui svolgere la prova, 24 ore prima dell'orario programmato per la propria prova. Le tracce estratte sono escluse dai successivi sorteggi. Per la valutazione della prova orale, la commissione si avvale della griglia di valutazione di cui agli allegati B1/B2/B3/B4 al Decreto Ministeriale.

LA PROVA PRATICA
L'art 6 comma 4 del D.lgs 59/2017 prevede che la prova orale comprende anche quella pratica, ove gli insegnamenti lo richiedano. Nell'ambito della prova orale dunque può essere prevista anche la prova pratica ma solo per le classi di concorso in cui è prevista in base all'Allegato A. 



Concorso ordinario: le classi di concorso per cui è prevista la prova pratica
La prova orale del concorso ordinario: progettazione di un'attività didattica sulla traccia estratta 24 ore prima
Prova preselettiva concorso ordinario secondaria: sarà unica per tutte le procedure per cui si partecipa

Pin It

MAD doocenti.it

concorso a cattedra 2019

concorso a cattedra 2019

BANNER MNEMOSINE

calcola supplenze

banner scuola piccolo 2019 51

banner infanzia primaria piccolo 1