fbpx
HomeSupplenzeTorino - Supplenze: entro il 21 settembre ore 12:00 invio delle proposte...

Torino – Supplenze: entro il 21 settembre ore 12:00 invio delle proposte di nomina sulle disponibilità residue [Nota Ambito]

Con la nota n. 12101 del 16 Settembre 2021 l’ambito territoriale di Torino ha comunicato ai Dirigenti Scolastici la conclusione delle operazioni di nomina per la copertura di posti/spezzoni per l’a.s. 2021/22, per quanto di sua competenza.

Per le operazioni di copertura dei posti/spezzoni rimasti vacanti la competenza adesso spetta ai Dirigenti Scolastici che però attingeranno dapprima sempre dalle GPS  graduatorie d’istituto (si vedano le istruzioni operative allegate). 

Da questo momento, pertanto, non si rende più necessario comunicare all’Ufficio eventuali variazioni di disponibilità relative a COI, COE e spezzoni in quanto l’Ufficio, a seguito della presente, non avrà più competenza in materia di nomine.

TEMPISTICHE
Per garantire la sincronicità delle proposte di supplenza agli aspiranti le operazioni di seguito descritte devono essere espletate dalle Istituzioni Scolastiche entro il giorno 20 settembre 2021 con l’invio della proposta via posta elettronica agli aspiranti, dando come termine perentorio per l’accettazione le ore 12,00 del 21/09.2021.

DISPONIBILITÁ RESIDUE
Per garantire trasparenza delle operazioni le Scuole devono pubblicare sul sito istituzionale le disponibilità residue all’esito della prima tornata di nomina entro il 20/09/2021 e la mail di convocazione per gli aspiranti deve contenere esplicito riferimento alla pubblicazione dei posti.

La copertura dei posti dovrà avvenire con le seguenti modalità: 

 

POSTI CURRICULARI E SOSTEGNO SCUOLA SECONDARIA I E II GRADO

  1. Le supplenze annuali per la copertura delle cattedre, su posto comune o di sostegno, vacanti e disponibili entro la data del 31 dicembre e che rimangano presumibilmente tali fino al 31/08/2021 devono essere effettuate scorrendo la GPS della specifica classe di concorso o della GPS incrociata nel caso di copertura dei posti di sostegno (art. 2, comma 4, lett. a, O.M. 60/2020).
  2. Le supplenze sino al termine delle attività didattiche (30 giugno) per la copertura di cattedre e/o spezzoni, su posto comune o di sostegno, non vacanti ma di fatto disponibili, resisi tali entro la data del 31 dicembre e fino al termine dell’anno scolastico, devono essere effettuate scorrendo la GPS della specifica classe di concorso o della GPS incrociata nel caso di copertura dei posti di sostegno (art. 2, comma 4, lett. b, O.M. 60/2020).

Si ribadisce che per la copertura delle cattedre/spezzoni su posto di sostegno di cui all’art. 2, comma 4, lett. A e B, O.M. 60/2020 (supplenze annuali o fino al termine delle attività didattiche), occorre scorrere la graduatoria provinciale incrociata degli aspiranti presenti in GPS. Si fa presente che l’aspirante individuato per una classe di concorso non presente/attiva in organico di istituto deve essere regolarmente nominato in quanto la nomina avviene da GPS incrociata e non da GI.
Quanto alle modalità di individuazione degli aspiranti a cui indirizzare la proposta di nomina per la copertura dei posti di cui ai punti 1 e 2, si rimanda alle istruzioni operative allegate alla presente.

SPEZZONI ORARI PARI O INFERIORI A SEI ORE 
In relazione agli spezzoni orari pari o inferiori a sei ore, trova applicazione l’art. 2, comma 3, O.M. 60/2020, ai sensi del quale “in subordine a quanto previsto al comma 2, in applicazione dell’art. 22, comma 4, della legge 28 dicembre 2001, n. 448, il dirigente scolastico attribuisce, come ore aggiuntive oltre l’orario d’obbligo, fino a un orario complessivo massimo di ventiquattro ore settimanali, con il consenso degli interessati, le ore di insegnamento pari o inferiori a sei ore settimanali, che non concorrono a costituire cattedre o posti orario, ai docenti dell’organico dell’autonomia, in possesso di specifica abilitazione o specializzazione sul sostegno o, in subordine, del titolo di studio valido per l’insegnamento della disciplina”.

 

NOMINE DA GRADUATORIE DI ISTITUTO

Per la copertura dei posti di cui all’art. 2, comma 4, lett. a) e b), O.M. 60/2020 (supplenze annuali e supplenze fino al 30/06/2021 su posti vacanti e disponibili entro il 31 dicembre), relativi a classi di concorso per cui si verifichi l’esaurimento delle GPS, si procede da Graduatoria di Istituto scorrendo a partire dalla prima fascia (art. 2, comma 5, O.M. 60/2020) e, in caso di esaurimento anche della Graduatoria di Istituto, ai sensi dell’art. 13, comma 19 dell’O.M. 60/2020, si provvede attingendo da GI degli Istituti viciniori.
Per le supplenze brevi, nonché per i posti che si rendono a qualsiasi titolo disponibili dopo il 31 dicembre 2020, il reclutamento degli aspiranti deve avvenire da Graduatoria di Istituto.
All’atto dell’esaurimento della graduatoria di istituto, ivi comprese le graduatorie delle istituzioni scolastiche viciniori, il dirigente scolastico si avvale di aspiranti docenti che abbiano presentato istanza di MAD.

1) PRIMO PASSAGGIO:

PROPOSTA DEL COMPLETAMENTO ORARIO: in presenza di docenti nominati su spezzone in posizione successiva all’ultimo nominato su cattedra, occorre preliminarmente proporre il completamento orario a tali docenti ai sensi dell’art. 12, comma 10, O.M. 60/2020;

Al fine di individuare i docenti aventi diritto al completamento orario occorre procedere come di seguito indicato: a) aprire il file delle nomine generali conferite mediante procedura informatizzata (nome file: Bollettino Totale nomine).
b) Filtrare la classe di concorso di interesse da questo file. Il file proporrà tutti gli aspiranti che sono stati nominati su posto intero e/o spezzone. Gli aspiranti da individuare, aventi diritto al completamento, sono quelli nominati su spezzone e che si trovano in posizione successiva all’ultimo aspirante nominato su posto intero.
c) Una volta individuato l’aspirante nominato su spezzone avente diritto al completamento, si suggerisce di copiare il codice fiscale ed effettuare col medesimo una ricerca nel file “Preferenze espresse da aspiranti” su cui opportunamente è stata filtrata la classe di concorso di interesse.  
d) A questo punto nel file “Preferenze espresse da aspiranti” verificare che l’aspirante abbia indicato fra le preferenze la scuola che sta operando; si rammenta quanto previsto dall’art. 13 commi 20 e 21 dell’OM 60/2020.

2) SECONDO PASSAGGIO
DOPO AVER GARANTITO IL COMPLETAMENTO AGLI EVENTUALI AVENTI DIRITTO O IN ASSENZA DI QUESTI ULTIMI, SI PROCEDE AD INDIVIDUARE I DOCENTI IN POSIZIONE SUCCESSIVA ALL’ULTIMO NOMINATO SU CATTEDRA
Una volta ultimata la procedura di cui di cui al PASSAGGIO 1 ovvero dopo aver garantito il completamento orario a tutti gli aventi diritto oppure nell’ipotesi di assenza di docenti aventi diritto al completamento orario (situazione che si verifica se non sono presenti docenti nominati su spezzone dopo l’ultimo nominato su cattedra) occorre individuare i docenti in posizione successiva all’ultimo nominato su cattedra a cui indirizzare le proposte di nomina.

Si procede nel modo seguente:
e) Filtrare la classe di concorso di interesse da questo file. Il file proporrà tutti gli aspiranti che sono stati nominati su posto intero e/o spezzone.
f) Escludere dalla ricerca i nominati con riserva di cui alla L. 68/99 (sono gli ultimi aspiranti nella graduatoria di interesse filtrata e sono identificati con un “Sì” nella colonna “Titoli di riserva”).
g) Individuare la posizione dell’ultimo nominato che corrisponde a quella dell’ultimo docente che ha ricevuto una nomina senza essere in possesso di titoli di riserva (quindi senza “sì” nella relativa

colonna)
h) A questo punto, occorre aprire il file “GPS prima fascia secondo grado/primo grado con dati di
recapito” oppure il file “GPS seconda fascia secondo grado/primo grado con dati di recapito”, a
seconda della fascia di appartenenza, ed individuare il docente inserito in graduatoria in posizione
successiva all’ultimo nominato su cattedra;
i) copiare il codice fiscale dell’aspirante e verificare nel file “Preferenze espresse da aspiranti” la
presenza del medesimo; in caso di non occorrenza significa che l’aspirante non ha prodotto domanda di espressione delle preferenze e pertanto già rinunciatario.
Questa operazione va ripetuta per ogni posizione, seguendo l’ordine di graduatoria, fino a quando
non si riscontra la presenza del codice fiscale dell’aspirante individuato all’interno del file “Preferenze espresse da aspiranti”. A questo punto, si dovrà accertare se l’aspirante abbia espresso
tra le preferenze di sede la scuola che sta operando. In caso di verifica positiva, si procede alla
convocazione;

POSTI DI SOSTEGNO
Per la copertura dei posti di sostegno procedere in analogia con quanto già indicato sopra per i posti curriculari, osservando il PASSAGGIO 1, in caso di presenza di docenti aventi diritto al completamento orario, e/o il PASSAGGIO 2 una volta garantito il completamento orario a tutti gli aventi diritto oppure nell’ipotesi di assenza di docenti aventi diritto al completamento.
L’unica differenza attiene al PASSAGGIO 2, punto h, in quanto occorre aprire il file “Graduatorie incrociate I e II grado” e individuare il docente inserito in graduatoria in posizione successiva all’ultimo nominato, nonché copiare il codice fiscale e verificare la sua presenza nel file “Preferenze espresse da aspiranti”.

Questa operazione va ripetuta per ogni posizione, seguendo l’ordine di graduatoria, fino a quando non si riscontra la presenza del codice fiscale dell’aspirante individuato all’interno del file “Preferenze espresse da aspiranti”. A questo punto, si dovrà accertare se l’aspirante abbia espresso tra le preferenze di sede la scuola che sta operando. In caso di verifica positiva, si procede alla convocazione.

GRADUATORIE ESAURITE
Si ricorda che per le seguenti graduatorie che risultano esaurite dopo il primo turno di nomina A027 – A040 – A041 – A042 – A044 – A057 – AC55 – AN55 – BA02 – BB02 – BC02 per la copertura dei posti vacanti, si procede da Graduatorie di Istituto.

VEDI LA NOTA

ISTRUZIONI OPERATIVE

ARTICOLI CORRELATI

ARTICOLI PIÙ POPOLARI

ULTIMI ARTICOLI