fbpx
HomeSindacatiRappresentatività sindacale: si considerano le deleghe sindacali sottoscritte entro il 31 dicembre...

Rappresentatività sindacale: si considerano le deleghe sindacali sottoscritte entro il 31 dicembre 2021 [Avviso NOIPA]

Entro il 15 aprile 2022 si svolgeranno le elezioni delle RSU (Rappresentanza Sindacale Unitaria) che di regola si svolgono con cadenza triennale e che si sarebbero dovute svolgere nel 2021.

Con il Decreto Legge n. 157 del 30 novembre 2020 è stato disposto il rinvio delle elezioni di un anno e si è posta la data del 15 aprile 2022 come termine ultimo per il rinnovo degli organismi di rappresentanza.

Contestualmente è stata differita al 31 dicembre 2021 anche la rilevazione delle deleghe sindacali per l’accertamento della rappresentatività del periodo contrattuale 2022/2024 nel pubblico impiego. In via eccezionale sono stati quindi stati prorogati gli organismi di rappresentanza in essere.

Come è noto, la rappresentatività sindacale viene calcolata sulla media tra il tasso di sindacalizzazione (numero degli iscritti con delega sindacale) e il tasso elettorale (numero dei voti nelle elezioni delle RSU).

Con avviso pubblicato sul portale NOIPA, si rende noto che l’accertamento della rappresentatività relativa al triennio 2022/2024, avverrà tramite la trasmissione all’ARAN delle deleghe per le ritenute sindacali sottoscritte entro il 31 dicembre 2021 e attivate sul cedolino di gennaio 2022. 

Si forniscono inoltre indicazioni nel caso in cui la delega dovesse pervenire nei tempi corretti ma non utili per la messa in quota sul cedolino di gennaio 2022.

AVVISO SU NOIPA:

In prossimità dell’accertamento della rappresentatività sindacale relativa al triennio 2022-2024, ai fini contrattuali da parte dell’Aran ai sensi dell’art. 43 del d.lgs. 165 del 30 marzo 2001, questa Direzione procederà alla trasmissione, in formato telematico, direttamente all’Aran, delle deleghe per le ritenute del contributo sindacale di tutte le amministrazioni gestite in NoiPA. Si rammenta che tali dati si riferiscono alla deleghe sindacali sottoscritte entro il 31 dicembre 2021 e attivate sul cedolino di gennaio 2022. Onde evitare possibili disguidi e contestazioni da parte delle OO.SS., si richiede a codesti uffici di prestare attenzione nel procedere, con la massima tempestività, alla segnalazione in banca dati di tutte le deleghe sindacali sottoscritte nei termini di legge.

Qualora la delega dovesse pervenire nei tempi corretti ma non utili per la messa in quota sul cedolino di gennaio 2022, si dovrà procedere all’inserimento della ritenuta sindacale su rata febbraio 2022 retrodatando la data di inizio decorrenza al 1° gennaio 2022 e applicando una doppia ritenuta su rata febbraio 2022. Di seguito si fornisce un esempio di segnalazione in base alla decorrenza “giuridica” dell’adesione:

  • delega sottoscritta il 28 dicembre 2021;
  • pervenuta il 4 gennaio 2022;
  • inserimento in NoiPA effettuato i primi giorni di gennaio su rata di sistema febbraio 2022;

la segnalazione corretta è la seguente: decorrenza scadenza codice ritenuta sindacale 1/1/2022 1/1/9999 SX (ritenuta continuativa) 1/2/2022 28/2/2022 SX (recupero quota di gennaio 2022). Mentre, per il comparto Sanità, tenuto conto dei diversi tempi tecnici di lavorazione della rata, saranno prese in considerazione le deleghe sottoscritte entro il 31 dicembre 2021 e inserite sul cedolino della rata stipendiale di gennaio 2022.

 

ARTICOLI CORRELATI

ARTICOLI PIÙ POPOLARI

ULTIMI ARTICOLI