fbpx
HomeSindacatiNuovo concorso ordinario classi di concorso STEM: i sindacati chiedono l'apertura della...

Nuovo concorso ordinario classi di concorso STEM: i sindacati chiedono l’apertura della procedura di “confronto”

Nei giorni scorsi si è svolta l’informativa fra il Ministero dell’Istruzione e i sindacati sul tema del nuovo concorso ordinario previsto per le classi di concorso STEM.

L’art. 18 del D.L. 73/2021 (Decreto Sostegni BIS) ha infatti previsto che il concorso ordinario relativo alle discipline STEM (Fisica, Matematica, Matematica e Fisica, Matematica e Scienze, Scienze e Tecnologie Informatiche), per le quali questa estate si è già svolta una procedura ordinaria con i quiz a crocette, abbia luogo rideterminando il numero dei posti da assegnarvi, alla luce dei posti che risultano vacanti. La norma prevede inoltre che vi sia la riapertura dei termini di partecipazione.

Ebbene, secondo la bozza di decreto interministeriale illustrata ai sindacati, tutti i posti vacanti e disponibili residuati dopo le immissioni in ruolo di quest’anno dovrebbero andare alla nuova procedura ordinaria. Di diverso avviso sono i sindacati che chiedono di dare priorità al nuovo concorso straordinario per i docenti precari che hanno maturato almeno 3 anni di servizio negli ultimi 5 nelle scuole statali, di cui almeno 1 nella classe di concorso per cui si partecipa, concorso la cui prova disciplinare dovrebbe tra l’altro svolgersi entro il 31 dicembre.

Con una richiesta unitaria inviata dai sindacati FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola Rua, SNALS Confsal e GILDA Unams, questi hanno chiesto ufficialmente l’apertura della procedura di confronto sul decreto ministeriale. Il “confronto” è un istituto contrattuale espressamente previsto dall’art.22, comma 8, lettera a3, del CCNL del comparto Istruzione e Ricerca che può essere richiesto a livello nazionale sulla materia del reclutamento con l’obiettivo di provare a trovare una sintesi, se nel corso dell’informativa le posizioni dell’amministrazione e del sindacato sono rimaste distanti, proprio come nel caso in oggetto.

Nella richiesta i sindacati chiedono:

  • di integrare i dati sulle immissioni in ruolo forniti dall’amministrazione, fornendoci l’informativa sui posti relativi alle discipline STEM individuati per la procedura di cui all’articolo 59, comma 4, del decreto legge 25 maggio 2021, n. 73, convertito dalla legge 23 luglio 2021, n. 106.
  • di ricevere l’informativa sui dati sulle regioni in cui residuano posti non assegnati ai vincitori della procedura ordinaria del concorso STEM, DD 826 dell’11 giugno 2021, per effetto di rinunce o altro, in presenza di idonei.
  • di sospendere, nel frattempo, ogni atto connesso alla materia oggetto della presente richiesta.
  • di avviare con tempestività e priorità il confronto sulla nuova procedura straordinaria prevista dal comma 9-bis, art. 59 D.L.73/2021 destinando a tale procedura i posti vacanti e disponibili per l’anno scolastico 2021/2022 che residuano dalle immissioni in ruolo, fatti salvi i posti di cui ai concorsi per il personale docente banditi con i decreti del Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione del Ministero dell’istruzione nn. 498 e 499 del 21 aprile 2020, pubblicati nella Gazzetta Ufficiale, 4ª serie speciale, n. 34 del 28 aprile 2020.

VEDI LA RICHIESTA

ARTICOLI CORRELATI

ARTICOLI PIÙ POPOLARI

ULTIMI ARTICOLI