fbpx
martedì, Maggio 17, 2022
HomePersonale ATAGraduatorie III fascia ATA: i dodici step prima della pubblicazione delle graduatorie...

Graduatorie III fascia ATA: i dodici step prima della pubblicazione delle graduatorie definitive

Con nota 1494 del 7 Maggio 2021, inviata alle Istituzioni scolastiche e agli Uffici scolastici regionali, il Ministero dell’Istruzione  ha reso noto che dal 10 maggio saranno disponibili al persone delle segreterie le funzioni per la gestione delle posizioni e la valutazione delle domande pervenute tramite le istanze on line entro lo scorso 26 aprile.

La valutazione delle domande avverrà ad opera delle scuole capofila, scelte dagli aspiranti. La valutazione dei titoli e dei servizi sarà fatta per profilo professionale, uno stesso aspirate che ha presentato istanza su più profili sarà trattato separatamente per ogni profilo, così come strutturata la piattaforma sul SIDI. 

Le nuove funzioni saranno disponibili nel SIDI al percorso Reclutamento personale suola ⇒ Graduatorie  d’istituto di III fascia ATA. 

Sono 12 gli step da seguire per la valutazione e la pubblicazione delle domande. 

1° passo – Valutazione domande

L’attività è a carico dell’istituzione scolastica che dovrà valutare le domande inserite dagli interessati nel periodo di disponibilità dell’istanza.

La funzione di valutazione domande consente di: 

  • verificare i punteggi attribuiti nei precedenti trienni, tenendo conto che: 
    • i titoli/servizi dichiarati prima del 2017 non hanno il dettaglio in quanto a suo tempo non  rilevato.
    • i titoli/servizi dichiarati nel 2017 hanno un dettaglio parziale, come previsto sulle funzioni  SIDI appena dismesse.  
    • o i  titoli/servizi  dichiarati  quest’anno  hanno  tutti  i  dettagli  ritenuti  indispensabili  per  la  valutazione. 

Per  i  nuovi  titoli  dichiarati  quest’anno  viene effettuata apposita  valutazione  automatica  di  dettaglio e  quest’ultima  può  essere  opportunamente  modificata  dall’istituzione  scolastica  destinataria  della  domanda con la possibilità di annotare la motivazione della modifica.  Particolare attenzione è da riservare: 

  • alla valutazione delle certificazioni informatiche per le quali la valutazione nel 2017 è cambiata  rispetto al 2014 e che, essendo queste graduatorie triennali, devono essere rivalutate se non era  stato fatto a suo tempo; 
  • alle  note  a  margine  della  domanda  in  cui  possono  essere  riportate  informazioni  utili  alla  valutazione. 

2° passo – Validazione domande

L’attività può essere svolta contestualmente alla valutazione puntuale delle domande (opzione raccomandata) oppure direttamente in forma massiva nel caso in cui non sia stato possibile completare l’attività di validazione puntuale entro i termini previsti per la produzione delle graduatorie provvisorie.

3° passo – Verifica completamento validazione domande

L’operazione è a carico dell’ufficio provinciale che dovrà accertarsi che tutte le domande siano state lavorate, al fine di sollecitare le scuole inadempienti nei tempi stabiliti.

4° passo – Produzione graduatorie provvisorie

L’operazione è a carico degli uffici provinciali e deve essere effettuata dopo la verifica di cui al punto precedente.

5° passo – Diffusione graduatorie provvisorie

L’operazione è a carico degli uffici provinciali e deve essere effettuata dopo la produzione con esito positivo delle graduatorie provvisorie.

6° passo – Pubblicazione graduatorie provvisorie

L’operazione è di competenza delle istituzioni scolastiche che dovranno provvedere all’affissione all’albo della graduatoria priva dei dati sensibili.

7° passo – Presentazione reclami da parte degli aspiranti supplenti

Gli aspiranti supplenti possono presentare reclamo avverso le graduatorie provvisorie entro 10 giorni dalla loro pubblicazione. Nel medesimo termine si può produrre richiesta di correzione di errori materiali.

8° passo – Esame dei reclami ed accoglimento di quelli ritenuti validi

L’operazione è a carico delle istituzioni scolastiche, che provvederanno a comunicare gli aggiornamenti al sistema informativo.

9° passo – Comunicazione completamento esame reclami pervenuti

L’operazione è a carico della segreteria scolastica che dovrà dichiarare il completamento della trasmissione a sistema dei reclami pervenuti.

10° passo – Produzione graduatorie definitive

Decisi i reclami ed effettuate le correzioni degli errori materiali, l’autorità scolastica competente approva la graduatoria in via definitiva. Tale operazione è a carico degli uffici provinciali e deve essere effettuata dopo il completamento della trasmissione dei reclami al sistema informativo. 

11° passo – Diffusione graduatorie definitive

L’operazione è a carico degli uffici provinciali e deve essere effettuata dopo la produzione con esito positivo delle graduatorie definitive.

12° passo – Pubblicazione graduatorie definitive

L’operazione è di competenza delle istituzioni scolastiche che dovranno provvedere all’affissione all’albo della graduatoria priva dei dati sensibili. La pubblicazione delle graduatorie deve avvenire contestualmente nell’ambito della medesima provincia. A tal fine, il competente Ufficio territoriale, previa verifica del completamento delle operazioni, fissa un termine unico per tutte le istituzioni scolastiche.

ARTICOLI CORRELATI

ARTICOLI PIÙ POPOLARI

ULTIMI ARTICOLI