fbpx
martedì, Gennaio 31, 2023
HomePermessi \ Congedi \ AssenzeLavoratori fragili fino al 15 ottobre assenza equiparata a ricovero ospedaliero, dal...

Lavoratori fragili fino al 15 ottobre assenza equiparata a ricovero ospedaliero, dal 16 ottobre in modalità agile

È in corso di conversione il c.d. “Decreto Agosto” (Decreto Legge 104/2020). Il Senato della Repubblica ha già approvato la Legge di conversione apportando delle significative modifiche al testo originario. Manca ora il voto finale della Camera dei Deputati che dovrà avvenire entro il 13 ottobre (termine ultimo entro cui il Decreto deve essere convertito in Legge pena la sua decadenza). Si tratta però di un passaggio meramente formale dal momento che non ci sarebbero ormai i tempi tecnici per ulteriori modifiche al Decreto.

LAVORATORI FRAGILI
Una delle novità più significative riguarda il trattamento dei periodi di malattia per i lavoratori agili. L’articolo 26, Comma 2 del D.L. 18/2020 del 17 marzo aveva previsto che fino al 31 Luglio per i lavoratori dipendenti pubblici e privati in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, nonché per i lavoratori in possesso di certificazione rilasciata dai competenti organi medico-legali, attestante una condizione di rischio derivante da immunodepressione o da esiti da patologie oncologiche o dallo svolgimento di relative terapie salvavita, il periodo di assenza dal servizio è equiparato al ricovero ospedaliero.
Il testo approvato dal Senato prevede l’estensione della misura fino al 15 ottobre 2020.  
A decorrere dal 16 ottobre e fino al 31 dicembre 2020 questi lavoratori fragili di norma svolgeranno la prestazione lavorativa in modalità agile, anche attraverso l’adibizione a diversa mansione ricompresa nella medesima categoria o area di inquadramento, come definite dai contratti collettivi vigenti o lo svolgimento di specifiche attività di formazione professionale anche da remoto.
Al fine di garantire la sostituzione del personale docente, educativo, amministrativo, tecnico ed ausiliario delle istituzioni scolastiche che usufruisce di tali benefici, per la sostituzione sono stanziati 54 milioni di euro per l’anno 2020.

ARTICOLI CORRELATI

ARTICOLI PIÙ POPOLARI

ULTIMI ARTICOLI