fbpx
sabato, Aprile 13, 2024
HomePercorsi AbilitantiPercorsi abilitanti: tutor dei tirocinanti e tutor coordinatori; ruoli, criteri di selezione,...

Percorsi abilitanti: tutor dei tirocinanti e tutor coordinatori; ruoli, criteri di selezione, esonero/semiesonero dall’insegnamento [Decreto]

Il DPCM 4 agosto 2023, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 25 settembre 2023, definisce il percorso universitario e accademico di formazione iniziale dei docenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, ai fini del rispetto degli obiettivi del Piano nazionale di ripresa e resilienza. 

I percorsi da 60 CFU prevedono anche lo svolgimento di un tirocinio pari a 20 CFU/CFA di tirocinio di cui

  • 15 di tirocinio diretto
  • 5 di tirocinio indiretto

Per ogni CFU o CFA di tirocinio, l’impegno in presenza nei gruppi-classe è pari ad almeno 12 ore.

LA FIGURA DEL TUTOR
Per lo svolgimento delle attività di tirocinio, i centri multidisciplinari si avvalgono di personale docente in servizio presso le scuole secondarie di primo e di secondo grado in qualità di.

  • tutor coordinatore presso i centri
  • tutor dei tirocinanti nelle istituzioni scolastiche.

Si tratta quindi di due figure distinte e separate. 

Con decreto del Ministro dell’istruzione, di concerto con i Ministri dell’università e della ricerca e dell’economia e delle finanze, sono stabiliti:

  • il contingente di personale docente e la sua ripartizione tra le università e le istituzioni AFAM.
  • i criteri di selezione dei docenti che aspirano alla funzione di tutor.

DECRETO MINISTERIALE
Con il Decreto 256 del 28 dicembre 2023 ha definito il contingente e i criteri per la selezione dei docenti della scuola secondaria interessati a svolgere i compiti di tutor nei percorsi abilitanti di formazione iniziale.

TUTOR COORDINATORE
Il tutor coordinatore:

  1. orienta e gestisce i rapporti con i tutor, assegnando gli studenti tirocinanti ai gruppi-classe e alle scuole, e ha la responsabilità del progetto di tirocinio dei singoli studenti;
  2. provvede alla formazione del gruppo di studenti, attraverso le attività di tirocinio indiretto e l’esame dei materiali di documentazione prodotti dagli studenti nelle attività di tirocinio, ai fini della costruzione dell’E-Portfolio;
  3. supervisiona e valuta le attività di tirocinio diretto e indiretto;
  4. supervisiona le relazioni finali delle attività svolte nei gruppi-classe.

I tutor coordinatori operano presso i centri multidisciplinari (le università e le istituzioni AFAM che attiveranno i corsi) e potranno usufruire fruire dell’esonero o del semi esonero fino al 50% dall’insegnamento.

L’incarico avrà durata quadriennale, prorogabile per un anno e rinnovabile, non consecutivamente, per una volta.

Entro il 31 maggio di ciascun anno, con apposito decreto ministeriale, tenuto conto dell’offerta formativa, viene assegnato il contingente dei tutor coordinatori, determinato in un massimo di 1.588 unità di esoneri totali o di 3.176 unità di semiesoneri, viene assegnato agli Uffici Scolastici Regionali che procedono alla distribuzione tra sedi e classi di concorso.

I tutor coordinatori sono selezionati dai centri con appositi e distinti bandi.

È prevista la sostituzione del personale in esonero o semi esonero con supplenze fino al termine delle attività didatticheLimitatamente all’a.s. 2023/24, trattandosi di incarichi che ancora devono essere attivati, si provvederà con supplenze temporanee.

TUTOR DEI TIROCINANTI
Il tutor coordinatore:

  1. orienta e gestisce i rapporti con i tutor, assegnando gli studenti tirocinanti ai gruppi-classe e alle scuole, e ha la responsabilità del progetto di tirocinio dei singoli studenti;
  2. provvede alla formazione del gruppo di studenti, attraverso le attività di tirocinio indiretto e l’esame dei materiali di documentazione prodotti dagli studenti nelle attività di tirocinio, ai fini della costruzione dell’E-Portfolio;
  3. supervisiona e valuta le attività di tirocinio diretto e indiretto;
  4. supervisiona le relazioni finali delle attività svolte nei gruppi-classe.

I Tutor dei tirocinanti operano nelle scuole e affiancano i corsisti.

Sono individuati e nominati dai dirigenti scolastici delle istituzioni scolastiche interessate tra i docenti a tempo indeterminato con almeno 5 anni di servizio d’insegnamento.

Il collocamento in posizione di esonero o semiesonero dal servizio non è consentito per i tutor dei tirocinanti. 

SELEZIONE DEI TUTOR (COORDINATORI E TIROCINANTI)
Per la costituzione delle graduatorie finalizzate all’individuazione di entrambi i profili sono previste specifiche tabelle di valutazione dei titoli e le indicazioni per il colloquio che dovrebbe svolgersi a cura:

  • del Comitato di valutazione per l’incarico di tutor dei tirocinanti,
  • della commissione di valutazione, nominata dalla competente autorità accademica, per i tutor coordinatori.

VALUTAZIONE NELLA MOBILITÀ, GRADUATORIE INTERNE E CONCORSI
I punteggi acquisiti attraverso le procedure selettive, adeguatamente perequati, potranno essere oggetto di valutazione per:

  • la definizione delle graduatorie d’istituto
  • per la mobilità territoriale e professionale 
  • ai fini della partecipazione a concorsi e selezioni disposti dal Ministero dell’istruzione e del merito.

DISTRIBUZIONE DEI TUTOR
Esclusivamente per l’anno accademico 2023/2024, riferito all’a.s. 2023/24, il contingente di dei tutor coordinatori è ripartito tra gli USR, come indicato nell’Allegato B al presente decreto, sulla base delle esigenze formative individuate a livello regionale dalla rilevazione del Ministero dell’istruzione e del merito ai sensi degli articoli 6 e 14 del d.P.C.M. sul fabbisogno di docenti.

È  possibile conferire l’incarico di docente tutor a partire dal mese di gennaio 2024. I dirigenti preposti agli USR procedono ai sensi del comma 4 del presente articolo. Per l’anno scolastico 2023/2024 non si procede in ogni caso al collocamento in posizione di esonero o semiesonero fino al massimo del 50% dall’insegnamento del personale docente selezionato a svolgere le funzioni tutoriali in caso di mancata attivazione dell’offerta formativa accreditata da parte dei Centri.

CONFERMA E REVOCA DELL’INCARICO
I centri, ai fini della conferma o della revoca dell’incarico di tutor, effettuano ogni anno una verifica delle capacità di: 

ARTICOLI CORRELATI

ARTICOLI PIÙ POPOLARI

ULTIMI ARTICOLI