fbpx
martedì, Giugno 28, 2022
Homenormativa scolasticaProcedure di acquisto e di affidamento dei contratti derogatorie rispetto alla normativa...

Procedure di acquisto e di affidamento dei contratti derogatorie rispetto alla normativa vigente [Decreto PNRR 2]

Con 179 voti favorevoli, 22 contrari e nessuna astensione, l’Assemblea, nella seduta del 22 giugno, ha rinnovato la fiducia al Governo approvando l’emendamento interamente sostitutivo del ddl di conversione del d-l n. 36, recante ulteriori misure urgenti per l’attuazione del PNRR (A.S. 2598). Il provvedimento passa all’esame della Camera che dovrà approvarlo entro il 29 giugno pena la sua decadenza. 

L’art. 55 del D.L. 77/2021 ha introdotto alcune misure di semplificazione volte ad accelerare l’esecuzione degli interventi in materia di istruzione ricompresi nel PNRR.

Nello specifico, sono previste due tipologie di semplificazioni:

  1. le istituzioni scolastiche, qualora non possano far ricorso alle convenzioni-quadro e al mercato elettronico della pubblica amministrazione – possono procedere anche in deroga alla citata normativa;
  2. i dirigenti scolastici sono abilitati a operare anche in deroga alla disciplina di cui all’art. 45, comma 2, lettera a), del Regolamento recante istruzioni generali sulla gestione amministrativo-contabile delle istituzioni scolastiche di cui al decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca 28 agosto 2018, n. 129, che, in via ordinaria, limita l’esercizio delle loro competenze nel caso di superamento della soglia di 10.000 euro, affidando al Consiglio di istituto il compito di determinare criteri e limiti.

Il testo anteriore alla modifica in oggetto limitava l’utilizzabilità di queste previsioni derogatorie agli interventi volti al “contrasto della dispersione scolastica e alla formazione del personale scolastico da realizzare nell’ambito del PNRR”.

L’intervento in esame, invece, amplia in modo significativo tale perimetro, estendendolo “agli investimenti ricompresi nell’ambito del PNRR e alle azioni ricomprese nell’ambito delle programmazioni operative nazionali e complementari a valere sui fondi strutturali europei per l’istruzione”. 

ARTICOLI CORRELATI

ARTICOLI PIÙ POPOLARI

ULTIMI ARTICOLI