fbpx
martedì, Giugno 28, 2022
Homenormativa scolasticaIstituzione del Gruppo di supporto alle scuole per il PNRR per gli...

Istituzione del Gruppo di supporto alle scuole per il PNRR per gli investimenti legati alla digitalizzazione delle scuole [Decreto PNRR 2]

Con 179 voti favorevoli, 22 contrari e nessuna astensione, l’Assemblea, nella seduta del 22 giugno, ha rinnovato la fiducia al Governo approvando l’emendamento interamente sostitutivo del ddl di conversione del d-l n. 36, recante ulteriori misure urgenti per l’attuazione del PNRR (A.S. 2598). Il provvedimento passa all’esame della Camera che dovrà approvarlo entro il 29 giugno pena la sua decadenza. 

L’art. 47  comma 1 istituisce il Gruppo di supporto alle scuole per il PNRR, con il compito di assicurare un costante accompagnamento alle istituzioni scolastiche per l’attuazione degli investimenti del Piano legati alla digitalizzazione delle scuole. Tale compito è assolto insieme alle équipe formative territoriali, già esistenti, e sotto il coordinamento funzionale dell’Unità di missione del PNRR del Ministero dell’istruzione.

Si ricorda che le équipe formative territoriali sono state costituite ai sensi dell’art. 1, comma 725, della L. 145/2018.

La disposizione in parola prevede che al fine di promuovere misure e progetti di innovazione didattica e digitale nelle scuole, negli anni scolastici 2019/2020 e 2020/2021, 2021/2022 e 2022/2023 sono individuate dal Ministero dell’istruzione le équipe formative territoriali costituite da un numero di docenti pari a 20 da porre in posizione di comando presso gli uffici scolastici regionali e presso l’amministrazione centrale, da destinare esclusivamente ad azioni di supporto al Piano nazionale per la scuola digitale (PNSD), e un numero massimo di ulteriori 200 docenti da porre in semi esonero dall’esercizio delle attività didattiche per il 50 per cento dell’orario di servizio, per garantire la diffusione di azioni legate al PNSD, nonché per promuovere azioni di formazione del personale docente e di potenziamento delle competenze degli studenti sulle metodologie didattiche innovative. Le azioni contemplate nel PNSD hanno una ampia convergenza con le misure di digitalizzazione previste dal PNRR.

Ai fini della costituzione del Gruppo di supporto alle scuole per il PNRR, per ciascuno degli anni scolastici compresi fra l’a.s. 2022/2023 l’a.s. 2025/2026 l’Unità di missione per il PNRR del Ministero dell’istruzione individua un numero di docenti e assistenti amministrativi pari a 100 (in luogo degli originari 85) e un numero fino a un massimo di 5 (in luogo degli originari 3) dirigenti scolastici da porre in posizione di comando presso l’Amministrazione centrale e presso gli Uffici scolastici regionali.

Per le suddette finalità e allo scopo di garantire l’attuazione delle riforme legate al PNRR, relative al sistema nazionale di istruzione e formazione, il Ministero dell’istruzione si avvale, fino al 31 dicembre 2026, a supporto dell’ufficio di gabinetto, di un contingente di esperti, in numero massimo di 6, in possesso di specifica ed elevata competenza nelle materie inerenti al sistema nazionale di istruzione e formazione, anche con riferimento alla legislazione in materia di istruzione.

Ai predetti esperti spetta un compenso fino a un importo massimo di 70.000 euro lordi annui per singolo incarico, entro il limite di spesa complessivo non superiore a 420.000 euro annui.

ARTICOLI CORRELATI

ARTICOLI PIÙ POPOLARI

ULTIMI ARTICOLI