fbpx
giovedì, Maggio 26, 2022
HomeArticoliIscrizioni tardive a scuola e trasferimenti da una scuola a un'altra in...

Iscrizioni tardive a scuola e trasferimenti da una scuola a un’altra in corso d’anno: quando è possibile?

In generale le iscrizioni alle sezioni della scuola dell’infanzia e alle varie classi delle scuole di ogni ordine e grado avvengono nel periodo di gennaio (quest’anno dal 4 al 28 gennaio). Si tratta infatti di operazioni propedeutiche alla formazione delle classi e quindi degli organici e a tutte le varie operazioni di avvio dell’anno scolastico (immissioni in ruolo, assegnazioni provvisorie, utilizzazioni, supplenze, ecc.).

Può però accadere che, durante l’anno scolastico o prima dell’inizio, un alunno chieda il trasferimento ad altra scuola oppure che vi siano delle richieste tardive d’iscrizione.

ISCRIZIONI TARDIVE
Il tema delle iscrizioni tardive, cioè effettuate in ritardo rispetto al normale termine (di solito gennaio dell’anno precedente), è stato affrontato dalla circolare ministeriale n. 1376 del 5 agosto 2021.

La suddetta nota, richiamata anche dalla Circolare per le iscrizioni a.s. 2022/2023, prevede che:

Le istituzioni scolastiche accettano le iscrizioni anche tardive, in tutti i casi nei quali un rifiuto comporterebbe la negazione del diritto all’istruzione, ad esempio nel caso in cui la famiglia si sia trasferita o nel caso di passaggi dalle scuole paritarie alle istituzioni scolastiche statali, motivati per lo più da difficoltà economiche.

Nel caso di impossibilità ad accogliere le iscrizioni tardive per incapienza delle classi, si invitano le istituzioni scolastiche a farsi parte attiva nell’aiutare la famiglia a trovare un’altra sistemazione consona anche attraverso il supporto degli Ambiti Territoriali degli Uffici Scolastici Regionali, come peraltro esplicitato nella nota AOODGOSV 13 novembre 2019 n. 22994, concernente le iscrizioni per l’anno scolastico 2020/2021. Resta in ogni caso fermo il dovere di assicurare il diritto all’istruzione.

TRASFERIMENTI DA UNA SCUOLA A UN’ALTRA
Altra casistica è quella del trasferimento di uno studente da una scuola a un’altra. La Circolare per le iscrizioni a.s. 2022-23 prevede che:

qualora gli interessati chiedano, a iscrizione avvenuta alla prima classe di un’istituzione scolastica o formativa e prima dell’inizio ovvero nei primi mesi dell’anno scolastico, di norma entro il 30 novembre 2022, di optare per altro indirizzo o altra istituzione
scolastica o formativa, la relativa motivata richiesta viene presentata sia al dirigente scolastico della scuola di iscrizione che a quello della scuola di destinazione”.

Sebbene la circolare faccia riferimento alle iscrizioni alla classe prima è applicabile in generale anche per le iscrizioni ad altre classi.

Pertanto chi intende trasferirsi da una scuola all’altra, deve seguire la procedura indicata:

  • presentare una domanda al Dirigente Scolastico della scuola in cui intende trasferirsi, spiegando i motivi della richiesta di trasferimento;
  • presentare al Dirigente Scolastico della scuola frequentata una domanda documentata di rilascio di nulla osta di passaggio tra scuole. Il “nulla osta” è il documento da presentare alla nuova scuola per l’effettiva iscrizione;
  • in seguito, in caso di accoglimento della domanda di iscrizione da parte del dirigente della scuola di destinazione, il dirigente della scuola di prima iscrizione è tenuto a inviare il nulla osta all’interessato e alla scuola di destinazione.

In ipotesi di trasferimento di iscrizione da un’istituzione scolastica ad altra avente le medesime caratteristiche o lo stesso indirizzo di studi, la relativa domanda può essere presentata, per eccezionali motivi debitamente rappresentati (es. imprevisto trasferimento della famiglia in altra città), anche nel periodo successivo ai primi mesi dell’anno scolastico.

NULLA OSTA

Il nulla osta è un atto introdotto a livello normativo dall’art. 4 del R.D. 04 maggio 1925, n. 653, non abrogato e, quindi, norma tuttora in vigore:

L’alunno che intende trasferirsi ad altro istituto durante l’anno scolastico deve farne domanda in carta legale al preside del nuovo istituto, unendo alla domanda stessa la pagella scolastica col nulla osta da cui risulti che la sua posizione è regolare nei rapporti della disciplina e dell’obbligo delle tasse, e una dichiarazione del preside dell’istituto di provenienza relativa alla parte di programma già svolta. Il preside predetto convoca il Consiglio di classe, che, valuti i motivi della domanda con speciale riguardo a casi di trasferimento della famiglia, ed esaminata la dichiarazione di cui al comma precedente, decide inappellabilmente sull’accoglimento della domanda stessa. I documenti scolastici dell’alunno inscritto in un istituto in seguito a trasferimento sono trasmessi d’ufficio dall’istituto di provenienza, secondo le norme del terzo e quarto comma dell’articolo precedente”.

VEDI FAC SIMILE DI NULLA OSTA

ARTICOLI CORRELATI

ARTICOLI PIÙ POPOLARI

ULTIMI ARTICOLI