fbpx
giovedì, Febbraio 29, 2024
Homenormativa scolasticaDimensionamento della rete scolastica: per l'a.s. 2024/25 possibile derogare ai nuovi parametri...

Dimensionamento della rete scolastica: per l’a.s. 2024/25 possibile derogare ai nuovi parametri [Decreto Milleproroghe]

Il decreto Milleproroghe 2024 (Disposizioni urgenti in materia di termini normativi), pubblicato nella (GU Serie Generale n.303 del 30-12-2023), è intervenuto, per il solo anno scolastico 2024/2025 sulla riforma del dimensionamento della rete scolastica, consentendo per il solo anno scolastico 2024/2025 una deroga.

In particolare, il comma 83 ter ha previsto che:

  • Per il solo anno scolastico 2024/2025 le Regioni provvedono al dimensionamento della rete scolastica, entro e non oltre il 5 gennaio 2024. Le regioni potranno rivedere anche i piani già eventualmente approvati.
  • Fermi restando il contingente organico dei dirigenti scolastici e dei direttori dei servizi generali e amministrativi e la sua distribuzione tra le regioni definiti, per gli anni scolastici 2025/2026 e 2026/2027, le Regioni, per il solo anno scolastico 2024/2025:
    • possono attivare un ulteriore numero di autonomie scolastiche in misura non superiore al 2,5% del contingente dei corrispondenti posti di dirigente scolastico e di direttore dei servizi generali ed amministrativi definito, per ciascuna Regione, per il medesimo anno scolastico 2024/2025 (sarà possibile derogare le scuole da tagliare fino al 2,5%).
    • le autonomie attivate saranno affidate a reggenza (non sono quindi sedi disponibili per la mobilità o le assunzioni in ruolo dei dirigenti scolastici e dei DSGA);
    • il numero delle autonomie scolastiche attivate deve essere recuperato negli anni 2025/2026 e 2026/2027.
    • Alle istituzioni scolastiche delle Regioni che decidono di non esercitare la facoltà di attivare un ulteriore numero di autonomie scolastiche fino al 2,5% sono messe a disposizione le risorse conseguentemente non utilizzate per avere posizioni di esonero o di semi esonero dall’insegnamento.
  • Per l’attuazione del presente comma è autorizzata la spesa di 3,6 milioni di euro per il 2024 e di 7,2 milioni per il 2025.

ESONERI E SEMIESONERI
Allo stesso tempo, il comma 83 quater prevede che:

  • A decorrere dall’anno scolastico 2024/2025, la facoltà di richiesta della concessione dell’esonero o del semi esonero dall’insegnamento di cui al comma 83-bis è riconosciuta anche alle istituzioni scolastiche oggetto di accorpamento a seguito del dimensionamento della rete scolastica.
  • I criteri e le modalità per l’individuazione, su base regionale, delle istituzioni scolastiche che potranno avvalersi degli esoneri o semiesoneri saranno stabiliti con specifico Decreto del Ministro dell’Istruzione e del Merito di concerto con il Ministro dell’economia e delle Finanze da emanare entro trenta giorni.

COMMENTO
In sostanza si consente alle regioni di poter derogare, limitatamente all’anno scolastico 2024/2025, fino al 2,5% delle scuole da tagliare.

Tuttavia, le scuole che non saranno accorpate, saranno date a reggenza (un Dirigente scolastico già titolare presso altra scuola). Questo significa che non saranno previsti né nuove immissioni in ruolo di Dirigenti Scolastici e DSGA né tali scuole saranno disponibili per le operazioni di mobilità. Sarà possibile invece richiedere l’esonero o di semiesonero per il docente vicario.

La possibilità di richiedere l’esonero o di semiesonero per il docente vicario viene inoltre estesa anche alle istituzioni scolastiche oggetto di accorpamento a seguito del dimensionamento della rete scolastica.

ARTICOLI CORRELATI

ARTICOLI PIÙ POPOLARI

ULTIMI ARTICOLI