fbpx
lunedì, Agosto 15, 2022
HomeNewsPNRR: Risorse per le azioni di prevenzione e contrasto della dispersione scolastica...

PNRR: Risorse per le azioni di prevenzione e contrasto della dispersione scolastica [Criteri di riparto e risorse assegnate alle scuole]

Il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato il Decreto 170 del 24 Giugno 2022 relativo alla definizione dei criteri di riparto delle risorse per le azioni di prevenzione e contrasto della dispersione scolastica in attuazione della linea di investimento 1.4. “Intervento straordinario finalizzato alla riduzione dei divari territoriali nel I e II ciclo della scuola secondaria e alla lotta alla dispersione scolastica” nell’ambito della Missione 4 – Componente 1 – del Piano nazionale di ripresa e resilienza, finanziato dall’Unione europea – Next Generation EU.

Le risorse pari ad € 500.000.000,00 sono ripartite su base regionale secondo i seguenti criteri e relativi pesi ponderali, calcolati sugli ultimi dati ISTAT disponibili a livello regionale:

  1. tasso di uscita precoce dal sistema di istruzione e formazione nella fascia di età 18-24 anni (indice ELET – Early Leavers from Education and Training): 65%;
  2. numero di studentesse e studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado della regione di riferimento: 20%;
  3. tasso di presenza della popolazione straniera: 5%;
  4. tasso di popolazione priva di diploma di scuola secondaria nella fascia d’età tra i 25 e i 64 anni: 5%;
  5. tasso di famiglie con cinque o più componenti: 5%

Le risorse, ripartite su base regionale, sono successivamente ripartite fra le istituzioni scolastiche statali secondarie di primo e secondo grado presenti in ciascuna regione, nella Regione Valle d’Aosta e nelle Province autonome di Trento e Bolzano, della scuola, sulla base dei seguenti criteri e relativi pesi ponderali:

  1. tasso di fragilità degli apprendimenti, c.d. “dispersione implicita” (percentuale di studenti che in entrambe le materie, italiano e matematica, ha conseguito un risultato molto basso), calcolato dall’Invalsi: 70%;
  2. numero di studentesse e studenti iscritti nell’istituzione scolastica: 30%

VEDI IL DECRETO
VEDI LA RIPARTIZIONE FRA LE SCUOLE

ARTICOLI CORRELATI

ARTICOLI PIÙ POPOLARI

ULTIMI ARTICOLI