fbpx
mercoledì, Giugno 29, 2022
HomeNewsNuove misure di gestione dei casi e contatti stretti in ambito scolastico...

Nuove misure di gestione dei casi e contatti stretti in ambito scolastico [Decreto Legge]

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Mario Draghi, del Ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi e del Ministro della salute Roberto Speranza, ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti in materia di certificazioni verdi COVID-19 e per lo svolgimento delle attività nell’ambito del sistema educativo, scolastico e formativo. 

Scuola 

Nelle scuole per l’infanzia  

  1. fino a 4 casi di positività le attività proseguono in presenza
  2. dal quinto caso di positività, le attività didattiche sono sospese per cinque giorni. 

Per la scuola dell’infanzia si prevede dunque la sospensione delle attività didattiche solo a partire dal quinto caso positivo in classe in luogo delle attuali regole che prevedono la sospensione delle attività didattiche già dal primo caso.

Nella scuola primaria  

  1. fino a quattro casi di positività, si continuano a seguire le attività didattiche in presenza con l’utilizzo di mascherina FFP2 da parte di docenti e alunni con più di 6 anni di età e fino al decimo giorno successivo alla conoscenza dell’ultimo caso accertato positivo al COVID-19. Inoltre, è obbligatorio effettuare un test antigenico rapido o autosomministrato o molecolare alla prima comparsa dei sintomi e, se ancora sintomatici, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto;  
  2. dal quinto caso coloro che hanno concluso il ciclo vaccinale da meno di 120 giorni o che sono guariti da meno di 120 giorni o che hanno effettuato la dose di richiamo, l’attività didattica prosegue in presenza con l’utilizzo di mascherine FFP2 da parte di docenti e alunni con più di 6 anni di età per dieci giorni; per tutti gli altri le attività proseguono in didattica digitale integrata per 5 giorni. 

Per la scuola primaria si prevede dunque che fino a 4 casi l’attività didattica in presenza prosegua per tutti con l’utilizzo di mascherina FFP2 e l’autosorveglianza. Dal quinto caso in poi l’attività didattica in presenza prosegue solo per i soggetti guariti o vaccinati negli ultimi 120 giorni.

Le regole in vigore fino ad oggi invece prevedevano l’ausorveglianza nel caso di un solo positivo in classe e la didattica a distanza nel caso di due o più positivi. 

Nella scuola secondaria di primo e secondo grado 

  1. con un caso di positività tra gli alunni, l’attività prosegue per tutti in presenza con l’utilizzo della mascherina di tipo FFP2 da parte di alunni e docenti; 
  2. con due o più casi di positività tra gli alunni,
    1. coloro che hanno concluso il ciclo vaccinale da meno di 120 giorni o che sono guariti da meno di 120 giorni o che hanno effettuato la dose di richiamo, l’attività didattica prosegue in presenza con l’utilizzo di mascherine FFP2 per 10 giorni;
    2. per tutti gli altri le attività scolastiche proseguono in didattica digitale integrata per 5 giorni. 

In sostanza si prevede che, anche con tre o più casi covid nella classe l’attività in presenza continui per i soggetti guariti o vaccinati negli ultimi 120 giorni. Le regole in vigore fino ad oggi invece prevedevano che con tre o più casi l’intera classe svolgesse didattica digitale integrata. 

ARTICOLI CORRELATI

ARTICOLI PIÙ POPOLARI

ULTIMI ARTICOLI