fbpx
martedì, Gennaio 25, 2022
HomeNewsFondi per la valorizzazione della professione docente: eliminato il riferimento alla "dedizione...

Fondi per la valorizzazione della professione docente: eliminato il riferimento alla “dedizione all’insegnamento” [Legge di Bilancio]

L’Assemblea del Senato, nella seduta del 23 dicembre, ha rinnovato la fiducia al Governo approvando il maxiemendamento governativo e dando il via libera al ddl di bilancio 2022 nel suo complesso che passa adesso all’esame della Camera. 

Il testo arriverà alla Camera dopo la pausa natalizia e sarà approvato senza modifiche entro la fine dell’anno per evitare di ricorrere all’esercizio provvisorio.

VALORIZZAZIONE DELLA PROFESSIONE DOCENTE

L’art. 108 del maxiemendamento approvato dal Governo prevede che, al fine di valorizzare la professionalità dei docenti delle istituzioni scolastiche statali, si dispone che lo stanziamento previsto nell’apposita sezione del Fondo per il miglioramento dell’offerta formativa, istituita dall’articolo 1, comma 592 della legge 27 dicembre 2017, n. 205, sia pari 300 milioni di euro a decorrere dall’anno 2022 (in luogo dei 30 milioni previsti per gli anni 2020 e 2021).

La norma recepisce le indicazioni provenienti a livello europeo volte a riconoscere e valorizzare la professionalità dei docenti delle istituzioni scolastiche statali, al fine di rendere più attrattiva tale professione. 

Il testo contenuto nel maxiemendamento, rispetto alla versione contenuta nel testo originariamente presentato al parlamento, prevede un incremento delle risorse destinate per il 2022 (300 milioni invece di 240 milioni di euro) e non prevede più il riferimento al criterio della “dedizione nell’insegnamento”, che tante polemiche aveva suscitato.  

VEDI IL MAXIEMENDAMENTO

ARTICOLI CORRELATI

ARTICOLI PIÙ POPOLARI

ULTIMI ARTICOLI