OBIETTIVO SCUOLA

PORTALE DI INFORMAZIONE SCOLASTICA

Dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto precari ora si attende l'emanazione dei bandi dei concorsi, ordinario e straordinario, che ricordiamo dovrà avvenire contestualmente, comunque entro il 2019. 
Vediamo quali sono i requisiti di partecipazione e i programmi di studio.
Concorsi2019

PARTECIPAZIONE ALLE DUE PROCEDURE
Innanzitutto ricordiamo che per il concorso straordinario ciascun candidato, se in possesso dei relativi requisiti di accesso, potrà partecipare alla procedura in un'unica regione per il sostegno oppure, in alternativa, per una sola classe di concorso mentre per il concorso ordinario è consentita la partecipazione per una classe di concorso per grado e, in aggiunta, anche per posti di sostegno.
È consentita, inoltre, la partecipazione sia alla procedura straordinaria sia al concorso ordinario, anche per la medesima classe di concorso e tipologia di posto.

CONCORSO STRAORDINARIO
REQUISITI DI PARTECIPAZIONE CONCORSO STRAORDINARIO

La partecipazione alla procedura è riservata ai soggetti, anche di ruolo, che, congiuntamente siano in possesso dei seguenti requisiti:

  • Tra l'anno scolastico 2011/2012 e l'anno scolastico 2018/2019, abbiano svolto, su posto comune o di sostegno, almeno 3 annualità di servizio, anche non consecutive, valutabili come anno scolastico (180 giorni anche non continuativi o servizio ininterrotto dal 1° febbraio fino agli scrutini);
  • Abbiano svolto almeno un anno di servizio, sempre tra l'anno scolastico 2011/2012 e l'anno scolastico 2018/2019, nella specifica classe di concorso o nella tipologia di posto per la quale si concorre;
  • Posseggano, per la classe di concorso richiesta, il titolo di studio previsto ai sensi dell'articolo 5 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59, fermo restando quanto previsto all'articolo 22, comma 2, del predetto decreto.
  • Per la partecipazione ai posti di sostegno è richiesto l'ulteriore requisito del possesso della relativa specializzazione.

SERVIZIO SVOLTO NELLE SCUOLE STATALI
Al fine di contrastare il fenomeno del ricorso ai contratti a tempo determinato nelle istituzioni scolastiche statali e per favorire l'immissione in ruolo dei relativi precari, il servizio è preso in considerazione unicamente se prestato nelle scuole secondarie statali. Il predetto servizio è considerato se prestato come insegnante di sostegno oppure in una classe di concorso compresa tra quelle di cui all'articolo 2 del DPR 19/2016, e successive modificazioni, incluse le classi di concorso ad esse corrispondenti ai sensi del medesimo articolo.

PARTECIPAZIONE DEI DOCENTI CON SERVIZIO NELLE SCUOLE PARITARIE 
È consentita la partecipazione ai docenti con 3 anni di servizio svolti nelle scuole paritarie (o con con servizio misto paritarie\statale), ma ai soli fini dell'ottenimento dell'abilitazione all'insegnamento. Essi quindi non potranno concorrere ai fini dell'immissione in ruolo, riservata esclusivamente ai docenti con servizio nelle scuole Statali.


PROVA COMPUTER BASE E PROGRAMMA DI ESAME
La procedura concorsuale prevede lo svolgimento di una prova scritta, da svolgersi con sistema informatizzato (computer based), composta da quesiti a risposta multipla. La prova è superata dai candidati che conseguano il punteggio minimo di 7/10 o equivalente, e riguarda il programma di esame previsto per la prova scritta dei concorsi ordinari per la scuola secondaria banditi nel 2018, che però a sua volta rimandava a quello del concorso 2016 (in fondo alla pagina il link per scaricare il programma concorso 2016).


CONCORSO ORDINARIO
REQUISITI DI ACCESSO

I requisiti di accesso per posto comune sono alternativamente i seguenti:

  • Titolo di acceso alla classe di concorso (laurea + eventuali CFU\esami integrativi mancanti) + 24 CFU.
  • Abilitazione specifica all'insegnamento nella classe di concorso.
  • Titolo di accesso alla classe di concorso + abilitazione in altra classe di concorso o grado di istruzione.

REQUISITI DI ACCESSO PER INSEGNANTE TECNICO PRATICO (ITP)
Gli Insegnanti Tecnico Pratici (ITP) potranno partecipare al concorso con il semplice possesso del diploma ottenuto al termine dell'esame di Stato. Tali docenti, inoltre, sono esonerati dal possesso dei 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche.

PROVE CONCORSUALI PER POSTO COMUNE E PER POSTO DI INSEGNANTE TECNICO-PRATICO
Sono previste due prove scritte e una orale. Diversamente da quanto previsto dalla normativa previgente, non sono previsti esoneri dallo svolgimento delle prove per cui tutti i candidati dovranno sostenere tutte le prove concorsuali. Il superamento di ogni prova è condizione necessaria per poter accedere alla prova successiva. 

La prima prova scritta ha l'obiettivo di valutare il grado delle conoscenze e competenze del candidato su tutte le discipline afferenti alla classe di concorso. Nel caso delle classi di concorso concernenti le lingue e culture straniere, la prova deve essere prodotta nella lingua prescelta. Il superamento della prima prova è condizione necessaria per accedere alla prova successiva. 
La  seconda prova scritta ha l'obiettivo di valutare il grado delle conoscenze e competenze del candidato sulle discipline antropo-psico-pedagogiche e sulle metodologie e tecnologie didattiche.  e la prova orale che consisterà in un colloquio sulle discipline facenti parte della classe di concorso.  Il superamento della seconda prova è condizione necessaria per accedere alla prova orale.
La prova orale consiste in un colloquio che ha l'obiettivo di valutare il grado delle conoscenze e competenze del candidato nelle discipline facenti parte della classe di concorso e di verificare la conoscenza di una lingua straniera europea almeno al livello B2 del quadro comune europeo nonché il possesso di adeguate competenze didattiche nelle tecnologie dell'informazione e della comunicazione. La prova orale comprende anche quella pratica, ove gli insegnamenti lo richiedano, ed è superata dai candidati che conseguono il punteggio minimo di sette decimi o equivalente.
Tutte le prove sono superate dai candidati che conseguano il punteggio minimo di sette decimi.

LA PROVA PRESELETTIVA
Il D.lgs 59/2017 non contempla l'eventualità di una prova preselettiva. Tuttavia, come è avvenuto già in passato in occasione di altri concorsi il bando potrebbe prevederla qualora il numero di candidati dovesse superare di una certa soglia i posti messi a bando. 

A titolo esemplificativo, possiamo prendere in considerazione la bozza del bando per il concorso ordinario per "infanzia e primaria" la quale prevede che, in relazione alla singola procedura concorsuale e alla singola regione, se il numero di candidati risulti essere superiore a 3 volte il numero di posti banditi, sarà svolta una prova preselettiva computer based e unica su tutto il territorio nazionale, volta all'accertamento delle capacità logiche, di comprensione del testo, nonché di conoscenza della normativa scolastica.
Pertanto, in considerazione del numero enorme di partecipanti previsto per il prossimo concorso, riteniamo molto probabile lo svolgimento della prova preselettiva. Tale eventualità andrà verificata per ciascuna singola regione e per singola classe di concorso.


PROVE CONCORSUALI PER POSTO DI SOSTEGNO
Il concorso per i posti di sostegno, riservato ai docenti specializzati, prevede una prova scritta a carattere nazionale e una orale. La prova scritta ha l'obiettivo di valutare il grado delle conoscenze e delle competenze del candidato sulla pedagogia speciale, sulla didattica dell'inclusione scolastica e sulle relative metodologie. La prova è superata dai candidati che conseguono un punteggio di almeno sette decimi o equivalente. Il superamento della prova scritta è condizione necessaria per accedere alla prova orale.

PROGRAMMA DI ESAME 
Nel caso del concorso ordinario, sarà il bando a definire il programma di esame. È possibile che, così come nel caso del concorso straordinario e del concorso 2018, il riferimento sia costituito dal programma di esame previsto per la prova scritta del concorso 2016.

Vedi il testo del Decreto
Programma Concorso 2012
Programma Concorso 2016
Test selezione TFA 2012
Test selezione TFA 2014

TRACCE CONCORSO 2012

TRACCE CONCORSO 2016
Scarica qui le tracce del concorso 2016

TRACCE CONCORSO 2016 PROVE SUPPLETIVE
Tracce da A001 a A015

Tracce da A016 a A030
Tracce da A031 a A050 
Tracce da A051 a A064
Tracce da B002 a B012
Tracce da B014 a B026
Tracce Sostegno 
Tracce Infanzia-primaria

Pin It

MAD doocenti.it

concorso a cattedra 2019

ISCRIVITI E COMINCIA A RISPARMIARE

24 CFU Mnemosine

banner scuola piccolo 2019 51

banner infanzia primaria piccolo 1

calcola supplenze