graduatorie distituto

La tabella titoli della terza fascia delle graduatorie d'istituto prevede alla voce D.3 (Titoli di servizio), la valutazione delle "Altre attività d'insegnamento". 

Per ogni altra attività d’insegnamento non curricolare o, comunque, di natura prettamente didattica svolta presso:
a) le scuole di cui ai punti 1 e 2;

b) i corsi di insegnamento nel settore dell’infanzia, primario, secondario e artistico;

c) gli istituti di istruzione universitaria italiani o comunitari, riconosciuti ai fini del rilascio di titoli aventi valore legale;

d) gli istituti superiori di educazione fisica statali e pareggiati;

e) le Accademie;

f) i Conservatori;

g) i corsi presso amministrazioni statali;

h) i corsi presso enti pubblici o da questi ultimi autorizzati e controllati".

Per ogni mese o frazione di servizio superiore a 15 giorni si attribuiscono punti 0,50 (fino a un massimo di punti 3 per ciascun anno scolastico). Pertanto, il punteggio attribuito corrisponde a 1/4 del punteggio previsto per il servizio specifico.

COSA SI INTENDE PER ALTRE ATTIVIT
À D'INSEGNAMENTO
In generale, per altre attività d'insegnamento si intendono tutte quelle attività "non curriculari", svolte anche nell'ambito delle scuole ma non facenti parte del curriculo normale e obbligatorio degli studenti e che non possono essere ricondotte a specifiche classi di concorso o posti d'insegnamento. Si considerano inoltre tutte le altre attività che hanno natura didattica prestate nell'ambito di corsi, università, accademie, conservatori, amministrazioni statali ed enti pubblici o da questi autorizzati e controllati.

ESEMPI DI ALTRE ATTIVITÀ D'INSEGNAMENTO
Per altre attività d'insegnamento si intendono, a titolo esemplificativo:

  1. Le attività di insegnamento prestate presso Università, Accademie, Conservatori.
  2. Le attività di insegnamento svolte nell'ambito di corsi organizzati da Enti Pubblici (Comuni, Regioni, Province o altri enti pubblici) oppure semplicemente autorizzati o controllati da questi quali per esempio i corsi organizzati dagli Enti di formazione professionali diversi da quelli per l'assolvimento dell'obbligo scolastico.
  3. Le attività di insegnamento svolte nell'ambito delle scuole statali e paritarie, per attività non curriculari (es: PON).
  4. Assistente allo studio pomeridiano nelle scuole paritarie.
  5. Corsi di recupero (sul punto vi sono però opinioni contrastanti).
  6. Attività di tutoraggio finalizzata al recupero dei debiti formativi (universitari).

SERVIZI SENZA TITOLO
Come precisa la nota n. 13, i servizi di insegnamento eventualmente resi senza il possesso del prescritto titolo di studio - nei casi di impossibilità di reperimento di personale idoneo - sono valutabili come altre attività di insegnamento, di cui al punto 3.

SERVIZIO PRESTATO IN QUALITÀ DI LETTORE
Come dispone la nota n. 9 alla tabella titoli di III fascia, il servizio prestato in qualità di lettore nelle Università dei Paesi appartenenti all'Unione Europea e il servizio prestato in qualità di assistente di lingua presso le scuole straniere, sono valutati quali altre attività di insegnamento di cui al punto 3.

CONTRATTO ATIPICO
Come dispone la nota n. 19 alla tabella titoli di III fascia, nel caso in cui il relativo servizio sia stato prestato con contratto atipico (es.: contratto a progetto; collaborazione coordinata e continuativa), i servizi sono valutati per i giorni di effettiva prestazione, previa specifica certificazione dalla quale risultino tali giorni.

INCARICO A TITOLO ONEROSO
Come dispone la nota n. 1 alla tabella titoli di III fascia, il servizio valutabile è quello effettivamente prestato o, comunque, quello relativo a periodi, coperti da nomina o da contratto, per i quali vi sia stata retribuzione, anche ridotta. Di conseguenza non sono valutabili eventuali attività svolte a titolo gratuito senza alcuna remunerazione. 

II FASCIA, GAE, MOBILITÀ, ALTRO
La valutazione delle altre attività d'insegnamento non è, invece, prevista nella II fascia delle graduatorie d'istituto al pari delle graduatorie ad esaurimento (GAE). Inoltre, il servizio in questione non è valutabile nelle operazioni di mobilità dei docenti di ruolo e nella ricostruzione di carriera ai fini del riconoscimento degli scatti stipendiali.

SERVIZIO PRESTATO NELLE SCUOLE PARITARIE
Come precisa la nota n. 2034 del 10 giugno 2014, il punteggio relativo alle altre attività d'insegnamento, non viene dimezzato se viene prestato nelle scuole paritarie.

Decreto aggiornamento graduatorie d'istituto 2017\2020