OBIETTIVO

SCUOLA



La tabella A, allegata al DPR 19/2016 (Regolamento recante disposizioni per la razionalizzazione ed accorpamento delle classi di concorso a cattedre) ha previsto alcune novità in merito ai requisiti di accesso perrequisiti accesso a50 alcune classi di concorso. Tale regolamento è stato seguito dal decreto correttivo DM 259/2017 con il quale sono state apportate rettifiche e integrazioni al regolamento delle nuove classi di concorso.

I REQUISITI DI ACCESSO PER LA CLASSE DI CONCORSO A-50
Il DPR 19/2016, per quanto concerne la classe di concorso A-50 (Scienze naturali, chimiche e biologiche) non aveva previsto particolari novità rispetto alla disciplina previgente stabilita dal DM 39/1998 (per quanto concerne le lauree vecchio ordinamento), dal DM 22/2005 (per quanto riguarda le lauree specialistiche) e, infine, dal DM 270/2004 (per quanto concerne le lauree magistrali).
Il DM 259/2017 rettificando il DPR 19/2017, ha introdotto ulteriori paletti per l'accesso alla classe di concorso in questione. In particolare:

  • I laureati in scienze geofisiche (LS-85 e LM-79), scienze geologiche (LS-86), Scienze e tecnologie geologiche (LM-74) dovranno almeno 12 CFU in settori BIO e almeno 6 CFU in settori CHIM;
  • I laureati in Biologia (LS-6 e LM-6), Biotecnologie agrarie (LS-7 e LM-7), Biotecnologie industriali (LS-8 e LM-8), Biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche (LS-9 e LM-9) dovranno possedere almeno 12 CFU in settori GEO;
  • I laureati in Biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche (LS-9 e LM-9), Scienze chimiche (LS-62 e LM-54), Scienze e tecnologie della chimica industriale (LS-81 e LM-71) dovranno possedere almeno 12 CFU in settori BIO/Ol-11 o 18 o 19.

VALIDITA' DEI NUOVI REQUISITI DI ACCESSO

L'art. 5 del DM 259/17 chiarisce definitivamente che chi ha acquisito i titoli di studio entro la data di entrata in vigore del nuovo regolamento (23 febbraio 2017), potrà fare riferimento ai preesistenti requisiti di accesso alle classi di concorso (DM 39/98 e DM 22/05). Ciò in quanto i nuovi requisiti non agiscono retroattivamente. 
Questa precisazione è valida per l’accesso alle graduatorie d’istituto di III fascia, per l’accesso ai TFA e per l’accesso ai futuri concorsi previsti dal Decreto legislativo 59/17.
Pertanto, coloro che alla data di entrata in vigore del DM 259/17 avevano già i requisiti di accesso alla classe di concorso in questione, potranno far riferimento ai preesistenti requisiti e, pertanto, non dovranno possedere i CFU suddetti (non richiesti prima dell'entrata in vigore del DM 259/17). Coloro che invece conseguiranno il titolo di accesso successivamente a tale data, dovranno rispettare i nuovi requisiti.

DM 259/2017
DPR 19/2016

Pin It




concorso a cattedra 2019

Iscriviti alla Newsletter di Obiettivo Scuola


Ricevi HTML?

Joomla Extensions powered by Joobi

SCONTO 20% LIBRI EDISES

banner infanzia primaria piccolo 1

banner scuola piccolo 2019 51