OBIETTIVO

SCUOLA

COS'E' IL COMPUTO ?
Il “computo” consiste nel riconoscimento e nella valorizzazione, ai fini del diritto e della misura della pensione, di periodi di lavoro prestati presso lo Stato o presso altri Enti pubblici, la cui contribuzione è stata Invalidità civile Inps al 70 agevolazioni con e senza Legge 104 I dirittiversata presso l’Inps o presso altre gestioni. Ai sensi dell'art. 8 del DPR 1092/1973 tutti i servizi prestati in qualità di dipendente statale si computano ai fini del trattamento di quiescenza. In altri termini, i servizi prestati in qualità di docente di ruolo vengono automaticamente computati senza la necessità di presentare apposita domanda di computo.


SERVIZI COMPUTABILI A DOMANDA
Altri servizi sono invece computabili solo a domanda per cui, qualora il docente intenda usufruirne, dovrà presentare apposita istanza di valutazione ai fini pensionistici alla quale seguirà apposito provvedimento di computo da parte dell'amministrazione competente.  E' questo il caso dei servizi svolti in qualità di supplente fino al 31/12/87 con versamento di contributi a.g.o. (assicurazione generale obbligatoria-INPS). Dopo tale data infatti i contributi per i supplenti sono stati versati in conto Tesoro e poi all'Inpdap e sono valutabili ex-se senza bisogno di alcuna domanda.

Art. 10 DPR 1092/1973

A favore dei dipendenti statali per i quali è previsto il trattamento di quiescenza a carico del bilancio dello Stato è ammesso il computo dei servizi e dei periodi, anteriori alla nomina, indicati dagli articoli seguenti del presente capo. Il diritto al computo di detti servizi e periodi può essere esercitato in tutto o in parte".

Pertanto, i dipendenti statali possono chiedere il computo parziale o totale dei servizi anteriori alla nomina in ruolo. La domanda deve essere prodotta con l’indicazione dei periodi di cui si chiede la valutazione e va inoltrata almeno due anni prima del raggiungimento del limite di età previsto per la cessazione dal servizio (ai sensi dell'art. 147 DPR 1092/1973). 

SERVIZI PRESTATI IN QUALITA' DI SUPPLENTE

Art. 11 DPR 1092/1973 COMMA 1

Sono computati a domanda i servizi prestati [dal personale supplente delle scuole di istruzione primaria e secondaria e degli istituti professionali e di istruzione artistica] e ogni altro servizio comunque reso allo Stato con iscrizione all'assicurazione generale obbligatoria per l'invalidità, la vecchiaia e i superstiti o a fondi sostitutivi od integrativi di essa, salvo quanto disposto dall'art. 41".

Tali servizi, prestati in qualità di incaricato o supplente in scuole o istituti di istruzione primaria, secondaria, professionale o artistica, sono computabili per il periodo retribuito. Ai sensi della comma 2 dell'art. 11, DPR 1092/1973 ai fini del computo di tali servizi nulla è dovuto dal dipendente.


SERVIZI RESI AD ENTI DIVERSI

Art. 12 DPR 1092/1973 
I servizi di ruolo e non di ruolo prestati alle dipendenze delle assemblee legislative, di enti locali territoriali, di enti parastatali o di enti e istituti di diritto Pubblico sottoposti a vigilanza o a tutela dello Stato, sono computati a domanda dell'interessato.

L'amministrazione, l'ente o l'istituto presso il quale il dipendente ha prestato servizio o è stato iscritto ai fini di quiescenza corrisponderà allo Stato l'importo dei contributi versati, compresi quelli a carico dell'interessato, in relazione al periodo ammesso al computo ai fini del trattamento di quiescenza statale; nulla è dovuto dal dipendente.

Le disposizioni del presente articolo non si applicano per i servizi ricongiungibili con quelli statali secondo le norme contenute nel successivo titolo VII".

Pertanto sono computabili a domanda i servizi prestati alle dipendenze degli enti locali territoriali con versamenti effettuati all'INPS o altri servizi prestati in altre amministrazioni statali sempre con versamenti INPS. Sono altresì valutabili i servizi prestati alle dipendenze delle assemblee legislative, di enti parastatali o di enti e istituti di diritto pubblico sottoposti a vigilanza o a tutela dello Stato (Patronati Scolastici, ENPAS, INADEL, Banca d’Italia, INPS, ecc.) con iscrizione all’INPS, compreso il servizio di volontariato nei Paesi in via di sviluppo.

Pin It
Iscriviti alla Newsletter di Obiettivo Scuola


Ricevi HTML?

Joomla Extensions powered by Joobi

SCONTO 20% LIBRI EDISES