OBIETTIVO

SCUOLA

Com'è noto, i docenti neoimmessi in ruolo nonché i docenti che hanno ottenuto il passaggio di ruolo devono svolgere l'anno di formazione e prova disciplinato D.M. 850/2015 e dalla Legge 107/2015.
Per una disamina compelta sui docenti che devono svolgere l'anno di formazione e prova si rinvia a questo articolo.


VALUTAZIONE 
Solo con il superamento dell'anno di prova, il docente viene effettivamente immesso in ruolo (art. 1 comma 115, Legge 107/2015). Il superamento del periodo di formazione e di prova è subordinato allo svolgimento del servizio effettivamente prestato per almeno 180 giorni, dei quali almeno 120 per le attività didattiche. Il docente che al termine del periodo di formazione e prova, ottenga una valutazione negativa è sottoposto, nell'anno scolastico successivo, a un secondo periodo di formazione e prova, non rinnovabile. Ciò significa che, nel caso in cui il docente ottenga una seconda valutazione negativa, il dirigente scolastico dovrà emettere un decreto di non conferma in ruolo che comporterà lo scioglimento del contratto.
Viceversa, nel caso di valutazione positiva, il dirigente scolastico dovrà emettere il decreto di conferma in ruolo che decorrerà a partire dal 1° settembre (inizio dell'anno scolastico successivo). 

IL DECRETO DI CONFERMA IN RUOLO O DI NON CONFERMA IN RUOLO

Il decreto di non conferma in ruolo, a cui consegue il recesso dal contratto da trasmettere alla ragioneria competente, deve essere emanato entro il 31 agosto dell’anno di riferimento; per inciso, lo stesso termine è valido per le procedure che si concludono con esito positivo e relativa conferma in ruolo (articolo 14 comma 4 II periodo). In tal senso si veda la nota USR Toscana prot.n.12875 del 17/7/2018.

Vedi la nota n. 12875 del 17/7/2018

Pin It
Iscriviti alla Newsletter di Obiettivo Scuola


Ricevi HTML?

Joomla Extensions powered by Joobi

SCONTO 20% LIBRI EDISES