OBIETTIVO

SCUOLA

E' stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto 17 ottobre 2018 che disciplina le modalità di svolgimento del Concorso straordinario, per titoli ed esami, per il reclutamento di personale docente per la scuola dell’infanzia e primaria su posto comune e di sostegno.
primariaIl concorso in questione è stato previsto dal Decreto Legge 12 luglio 2018 n. 87 (c.d. Decreto Dignità) e trova il suo fondamento nella volontà di dare risposta alla situazione venutasi a creare con la sentenza dell'Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato con la quale i docenti in possesso del diploma magistrale ante 2001\2002 sono stati esclusi dalle graduatorie ad esaurimento (GAE).

POSTI BANDITI

Il concorso viene bandito in ciascuna regione e distintamente per la scuola dell’infanzia e per quella primaria, per la copertura dei posti sia comuni, ivi compresi quelli di potenziamento, che di sostegno. Sarà il bando a fissare il numero di posti messi a bando. Fonti ufficiose parlano di circa 12.000 posti in tutta Italia concentrati per lo più nelle regioni del centro-nord.

REQUISITI DI ACCESSO - IL SERVIZIO

La predetta procedura è riservata ai docenti in possesso dei titoli di abilitazione e specializzazione prescritti, nonché del requisito specifico di aver svolto almeno due annualità di servizio specifico nel corso degli ultimi 8 anni scolastici, anche non continuative, su posto comune o di sostegno, presso le istituzioni scolastiche statali.
Per annualità si intende il servizio svolto per almeno 180 giorni per anno scolastico oppure, in alternativa, il servizio continuativo svolto ininterrottamente dal 1° di febbraio fino agli scrutini finali.
Ai fini della partecipazione alla procedura per posto comune, si considera valido anche il servizio svolto su posto di sostegno purché sia stato svolto nell'ordine di scuola in cui si intende partecipare alla procedura concorsuale (es: il docente con 2 anni di servizio su posto di sostegno infanzia, potrà partecipare alla procedura concorsuale per posto comune su infanzia; il docente con 1 anno di servizio su sostegno primaria e 1 anno di servizio su primaria posto comune, potrà partecipare al concorso straordinario per primaria posto comune).

Ai fini della partecipazione alla procedura per posti di sostegno, si considera valido anche il servizio svolto su posto di sostegno prima del conseguimento del titolo di specializzazione.

 

REQUISITI DI ACCESSO - IL TITOLO DI ABILITAZIONE
I titoli di accesso considerati validi sono:

  • titolo di abilitazione all'insegnamento conseguito presso i corsi di laurea in scienze della formazione primaria o analogo titolo conseguito all'estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente, purché i docenti in possesso dei predetti titoli abbiano svolto, nel corso degli ultimi 8 anni scolastici, presso le istituzioni scolastiche statali, almeno due annualità di servizio specifico rispettivamente sulla scuola dell'infanzia o primaria, anche non continuative, sia su posto comune che di sostegno. Il servizio a tempo determinato è valutato ai sensi dell'articolo 11, comma 14, della legge 3 maggio 1999, n. 124.
  • diploma magistrale con valore di abilitazione e diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali o analogo titolo di abilitazione conseguito all'estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente, conseguiti, comunque, entro l'anno scolastico 2001/2002, purché i docenti in possesso dei predetti titoli abbiano svolto , nel corso degli ultimi 8 anni scolastici, presso le istituzioni scolastiche statali, almeno due annualità di servizio specifico rispettivamente sulla scuola dell'infanzia o primaria, anche non continuative, sia su posto comune che di sostegno. Il servizio a tempo determinato è valutato ai sensi dell'articolo 11, comma 14, della legge 3 maggio 1999, n. 124.
  • per le procedure per i posti di sostegno su infanzia e primaria, oltre al possesso di uno dei titoli di cui alle lettere a) e b), è richiesto il possesso dello specifico titolo di specializzazione sul sostegno conseguito ai sensi della normativa vigente o di analogo titolo di specializzazione conseguito all'estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente.

Contrariamente rispetto al parere espresso dal CSPI, il decreto prevede come titolo di accesso valido per l'ammissione al concorso, anche il diploma magistrale a indirizzo linguistico conseguito al termine dei percorsi quinquennali di sperimentazione attivati presso gli istituti magistrali alla luce della consolidata giurisprudenza del Consiglio di Stato (si veda la sentenza n. 5388 della sezione VI, 19 dicembre 2016).

PARTECIPAZIONE CON RISERVA DEGLI ABILITATI ESTERI

Coloro che hanno conseguito i titoli di abilitazione all'estero, sono ammessi con riserva se abbiano comunque presentato la relativa domanda di riconoscimento alla Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione, entro la data termine per la presentazione delle istanze per la valutazione della procedura concorsuale.

PARTECIPAZIONE CON RISERVA DEGLI SPECIALIZZANDI

Sono ammessi con riserva alla procedura concorsale per posti di sostegno i docenti che conseguano il relativo titolo di specializzazione entro il 1° dicembre 2018, nell'ambito dei percorsi avviati entro il 31 maggio 2017.

ARTICOLAZIONE DEL CONCORSO

Il concorso si articola nella prova orale e nella successiva valutazione dei titoli. La prova orale avrà natura didattica metodologica con una durata massima complessiva di 45 minuti. Essa si compone di

  • per massimo 30 minuti, di una lezione simulata, da condursi anche attraverso l'impiego delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione, preceduta da un'illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche e metodologiche compiute;
  • per massimo 15 minuti da interlocuzioni con il candidato, da parte della commissione, sui contenuti della lezione e anche ai fini dell'accertamento della conoscenza della lingua straniera.

La prova orale per i posti comuni, distinta per i posti relativi alla scuola dell'infanzia e primaria, ha per oggetto il programma generale e specifico di cui all'allegato A e valuta la padronanza delle discipline in relazione alla competenze metodologiche e di progettazione didattica e curriculare, anche mediante l'utilizzo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione.
La prova orale per la scuola dell'infanzia valuta altresì l'abilità di comprensione scritta (lettura) e produzione orale (parlato) in una delle 4 lingue comunitarie tra francese, inglese, tedesco e spagnolo almeno al livello B2 del QCER per le lingue.

Al fine del conseguimento dell'idoneità all'insegnamento della lingua inglese, la prova orale per la scuola primaria valuta l'abilità di comprensione scritta (lettura) e produzione orale (parlato) in lingua inglese almeno al livello B2 del QCER per le lingue e la relativa competenza didattica.
La prova orale per i posti di sostegno verte sul programma generale e specifico di cui all'Allegato A, valuta la competenza del candidato nelle attività di sostegno agli allievi con disabilità volte alla definizione di ambienti di apprendimento, alla progettazione didattica e curriculare per garantire l'inclusione e il raggiungimento di obiettivi adeguati alle possibili potenzialità e alle differenti tipologie di disabilità, anche mediante l'utilizzo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione. 

La prova orale valuta altresì l'abilità di comprensione scritta (lettura) e produzione orale (parlato) in una delle 4 lingue comunitarie tra francese, inglese, tedesco e spagnolo almeno al livello B2 del QCER per le lingue.

Al fine del conseguimento dell'idoneità all'insegnamento della lingua inglese, la prova orale per la scuola primaria valuta l'abilità di comprensione scritta (lettura) e produzione orale (parlato) in lingua inglese almeno al livello B2 del QCER per le lingue e la relativa competenza didattica.

 

VALUTAZIONE DELLA PROVA ORALE E DEI TITOLI

Per la valutazione della prova orale e dei titoli, la commissione ha a disposizione un punteggio massimo pari rispettivamente a 30 punti e 70 punti. 

 

ISTANZE DI PARTECIPAZIONE AL CONCORSO

I candidati possono presentare istanza di partecipazione, a pena di esclusione, esclusivamente in un'unica regione per una o più procedure concorsuali per le quali posseggono i requisiti. Il candidato concorre per più procedure concorsuali mediante la presentazione di un'unica istanza con l'indicazione delle procedure concorsuali cui intenda partecipare.

Il termine di presentazione delle domande è posto alle ore 23:59 del 30simo giorno successivo alla data iniziale indicata nel Bando per la presentazione delle istanze.

Per la partecipazione al concorso è dovuto il pagamento di un contributo di diritti di segreteria pari ad euro 10,00 (dieci) per ciascuna procedura per cui si concorre, secondo le modalità stabilite nel bando di concorso.

 

ESONERO DAL SERVIZIO DEI COMPONENTI DELLA COMMISSIONE D'ESAME

Contrariamente alle richieste del CSPI, il Decreto non recepisce la proposta di prevedere l’esonero dal servizio dei componenti della commissione ai sensi dell’art. 1, comma 47, della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Il CSPI aveva sottolineato come "l’impossibilità prevista di richiedere l’esonero dal servizio renderà particolarmente faticoso il lavoro delle commissioni, comportando spesso la rinuncia di commissari già nominati, specie se residenti o in servizio in Comune diverso da quello in cui la commissione deve funzionare, ci sembra opportuno consentire l’esonero dal servizio anche in considerazione dell’urgenza della procedura concorsuale".

PUNTEGGIO DELLA LAUREA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA

Contrariamente al parere del CSPI che aveva proposto di elevare il punteggio attribuito al titolo di laurea in Scienze della formazione primaria a 6,5 per dare maggior riconoscimento al percorso di laurea, il decreto non recepisce la proposta di innalzare il punteggio per il percorso di laurea in oggetto  anche per garantire la conformità alle altre procedure concorsuali.

SERVIZIO SVOLTO NELLE SEZIONI PRIMAVERA

In relazione alla richiesta del CSPI di valutare il servizio prestato nelle sezioni primavera ai sensi della normativa vigente, il decreto  precisa che la normativa vigente limita la possibilità di valutazione all’aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento e delle graduatorie di istituto. Dunque il decreto non prevede la valutazione del servizio prestato nelle sezioni primavera.

GRADUATORIE DI MERITO REGIONALI

La commissione di valutazione, valutata la prova orale e i titoli, procede alla compilazione della graduatoria di merito straordinaria regionale. Le graduatorie sono utilizzate annualmente, nei limiti stabiliti dalla legge (25% dei posti vacanti e disponibili e in subordine alle GM 2016, laddove non siano ancora esaurite) ai fini dell’immissione in ruolo e sino al loro esaurimento. Si veda la tabella sottostante.
GM CONCORSOSTRAORDINARIO

I docenti immessi in ruolo sono sottoposti, per la conferma, al periodo di formazione e di prova ad eccezione dei docenti che abbiano già superato positivamente il predetto periodo, a pieno titolo o con riserva, per il posto specifico. Quindi i docenti che hanno già superato l'anno di formazione e prova sulle stesso ordine e tipologia di posto (comune, sostegno) non dovranno sostenere nuovamente l'anno di prova.

CANCELLAZIONE DALLE GRADUATORIE

L’immissione in ruolo da una delle graduatorie di merito straordinarie regionali comporta la decadenza dalle altre graduatorie del predetto concorso nonché dalle graduatorie di istituto e dalle graduatorie ad esaurimento.

PARTECIPAZIONE DEI DOCENTI DI RUOLO

Al concorso straordinario possono partecipare anche i docenti di ruolo che siano in possesso dei requisiti richiesti (abilitazione all'insegnamento e\o specializzazione su sostegno e 2 anni di servizio su posto comune\sostegno svolti negli ultimi 8 anni). Infatti nessuna preclusione è prevista nel decreto nei confronti dei docenti titolari di un contratto a tempo indeterminato. Ciò anche in base alla sentenza dell Corte Costituzionale n. 251/2017 che aveva dichiarato illegittimo il DM 59/2017 relativo al concorso per abilitati della scuola secondaria, nella misura in cui non consentiva la partecipazione dei docenti di ruolo al concorso in questione.

Gazzetta Ufficiale 26-10-2018

Iscriviti alla Newsletter di Obiettivo Scuola


Ricevi HTML?

Joomla Extensions powered by Joobi
 
FIT, Concorsi, Graduatorie d'istituto, MAD, GAE, Mobilità - SICILIA
Gruppo Facebook · 3402 membri
Iscriviti al gruppo
Gruppo informativo e collaborativo sul mondo della scuola in Sicilia. FIT, Concorsi, Graduatorie, MAD, Mobilità e quanto altro sul mondo della scuola...
 
 
Concorso Docenti 2018 e FIT (Formazione Iniziale Tirocinio)
Gruppo Facebook · 61.319 membri
Iscriviti al gruppo
Il gruppo nasce come strumento di confronto e di informazione sul fit e sul concorso. NO ???? Sfoghi personali e lamentele fini a se stesse. Post e co...
 

SCONTO 20% LIBRI EDISES

sconto edises