Questo sito utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca su maggiori informazioni. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie. Per nascondere questo messaggio clicca su chiudi.

GRADUATORIE D'ISTITUTO, MAD, CONCORSI, GAE, MOBILITÀ,  PERMESSI, ATA, SUPPLENZE.

OBIETTIVO SCUOLA

PORTALE D'INFORMAZIONE SCOLASTICA



CONCORSO ORDINARIO INFANZIA E PRIMARIA
Per tale concorso esiste già il decreto di autorizzazione del MEF per 16.959 posti in due anni (2020/21, 2021/22). Inoltre, con i decreti n. 327, 328, 329 e O.M. n. 330 del 9 aprile 2019, pubblicati in Gazzetta Ufficiale il 7 maggio,  erano state stabilite le modalità di svolgimento del concorso, nonché i programmi di studio, i titoli valutabili e le griglie di valutazione.
concorso abilitati

REQUISITI DI AMMISSIONE
I requisiti richiesti per partecipare a tale concorso sono i seguenti requisiti alternativi:

  • titolo di abilitazione all'insegnamento conseguito presso i corsi di laurea in scienze della formazione primaria o analogo titolo conseguito all'estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente;
  • diploma magistrale con valore di abilitazione o diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali, o analogo titolo di abilitazione conseguito all'estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente, purché conseguiti entro l’anno scolastico 2001/2002, e in particolare:
    • b.1 per i posti comuni della scuola primaria, il candidato in possesso del titolo di studio conseguito entro l'anno scolastico 2001-2002, al termine dei corsi quadriennali e quinquennali sperimentali dell'istituto magistrale, iniziati entro l'anno scolastico 1997-1998 aventi valore di abilitazione ivi incluso il titolo di diploma di sperimentazione ad indirizzo linguistico di cui alla Circolare Ministeriale 11 febbraio 1991, n. 27;
    • b.2 per i posti comuni della scuola dell'infanzia, il candidato in possesso del titolo di studio conseguito entro l'anno scolastico 2001-2002, al termine dei corsi triennali e quinquennali sperimentali della scuola magistrale, ovvero dei corsi quadriennali o quinquennali sperimentali dell'istituto magistrale, iniziati entro l'anno scolastico 1997-1998 aventi valore di abilitazione ivi incluso il titolo di diploma di sperimentazione ad indirizzo linguistico di cui alla Circolare Ministeriale 11 febbraio 1991, n. 27.

AMMISSIONE CON RISERVA DEGLI SPECIALIZZANDI
Per i posti di sostegno nella scuola dell’infanzia e nella scuola primaria è richiesto, in aggiunta il possesso dello specifico titolo di specializzazione sul sostegno conseguito ai sensi della normativa vigente o analogo titolo di specializzazione conseguito all'estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente. Sono, altresì, ammessi con riserva alla procedura per i posti di sostegno, i soggetti iscritti ai percorsi di specializzazione all'insegnamento di sostegno avviati entro il 29 dicembre 2019. La riserva è sciolta positivamente nel caso in cui il relativo titolo di specializzazione sia conseguito entro il 15 luglio 2020.

AMMISSIONE CON RISERVA PER I POSSESSORI DI ABILITAZIONE ESTERA IN ATTESA DI RICONOSCIMENTO
Sono altresì ammessi con riserva coloro che, avendo conseguito all'estero i suddetti titoli di accesso, abbiano comunque presentato domanda di riconoscimento alla Direzione Generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione, entro la data termine per la presentazione delle istanze di partecipazione alla procedura concorsuale.

PARTECIPAZIONE IN UN'UNICA REGIONE
I candidati possono presentare istanza di partecipazione, a pena di esclusione, in un’unica regione.

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE MEDIANTE POLIS ISTANZE ON LINE
La presentazione della domanda attraverso l’applicativo informatico POLIS costituisce modalità esclusiva di partecipazione alla procedura concorsuale. Le istanze presentate con modalità diversa da quella telematica non sono prese in considerazione. Per la presentazione delle domande è previsto un termine di trenta giorni.

CONTRIBUTO DI SEGRETERIA

Per la partecipazione alla procedura è dovuto il pagamento di un contributo di segreteria pari ad euro 10,00 per ciascuna delle procedure per cui si concorre.

CONCORSO SU BASE REGIONALE
I concorso sarà bandito nelle regioni e per il ruoli nei quali, nel biennio di riferimento, si preveda un'effettiva vacanza e disponibilità di posti nell'organico dell'autonomia per il biennio costituito dagli anni scolastici 2020/2021  e 2021/2022.

PROVA PRESELETTIVA
Qualora, sulla base delle domande di partecipazione pervenute tramite Polis, il numero dei candidati, a livello regionale e per ciascuna distinta procedura, risulti superiore a 250 unità e a quattro volte il numero dei posti messi a concorso, si procede all'espletamento, ai fini dell’ammissione alla prova scritta, di una prova di preselezione computer-based. Tale prova, comune alle diverse classi di concorso e tipo di posto, è finalizzata all'accertamento delle capacità logiche, di comprensione del testo, nonché di conoscenza della normativa scolastica. I quesiti sono estratti da una banca dati resa nota tramite pubblicazione sul sito del Ministero 20 giorni prima dell’avvio delle sessioni di preselezione. La prova si può svolgere in più sessioni secondo il calendario che sarà reso noto.
I candidati ammessi a ciascuna sessione hanno a disposizione una postazione informatica, da utilizzare per lo svolgimento della prova. La prova è costituita da 50 quesiti a risposta multipla con quattro opzioni di risposta, di cui una sola corretta, così ripartiti:

- capacità logiche: 20 domande;

- capacità di comprensione del testo: 20 domande;

- conoscenza della normativa scolastica: 10 domande.

La prova ha la durata di 50 minuti. La risposta corretta vale 1 punto, la risposta non data o errata vale 0 punti. Sono ammessi alla prova scritta, ai sensi dell’articolo 4 comma 3 del Decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca n. 327 del 9 aprile 2019 un numero di candidati pari a tre volte il numero dei posti messi a concorso nella singola regione per ciascuna procedura. Sono altresì ammessi alla prova scritta coloro che, all'esito della prova preselettiva, abbiano conseguito il medesimo punteggio dell’ultimo degli ammessi.

Il candidato affetto da invalidità uguale o superiore all'80%, ai sensi dell’art. 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, come integrata dal decreto-legge 24 giugno 2014, n. 90, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 agosto 2014, n. 114, non è tenuto a sostenere l’eventuale prova preselettiva ed è ammesso alle prove scritte, sempre previa presentazione, con le modalità e nei termini di cui al precedente comma 2, della documentazione comprovante il grado di invalidità. A tal fine, il candidato nella domanda compilata online dovrà dichiarare di volersi avvalere del presente beneficio.

LA PROVA SCRITTA

La prova scritta, distinta per ciascuna procedura, della durata di 180 minuti, è così strutturata:
a) per i posti comuni, in due quesiti a risposta aperta che prevedono la trattazione articolata di tematiche disciplinari, culturali e professionali, volti all'accertamento delle conoscenze e competenze didattico-metodologiche in relazione alle discipline oggetto di insegnamento nella scuola primaria e ai campi di esperienza nella scuola dell’infanzia;
b) per i posti di sostegno, in due quesiti a risposta aperta inerenti alle metodologie didattiche da applicarsi alle diverse tipologie di disabilità, finalizzati a valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure volte all'inclusione scolastica degli alunni con disabilità;
c) per i posti comuni e di sostegno, in un quesito, articolato in otto domande a risposta chiusa, volto alla verifica della comprensione di un testo in lingua inglese almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue.

LA PROVA ORALE
La prova orale per i posti comuni è finalizzata all'accertamento della preparazione del candidato e valuta la padronanza delle discipline, nonché la capacità di progettazione didattica efficace, anche con riferimento alle tecnologie dell’informatica e della comunicazione, finalizzate al raggiungimento degli obiettivi previsti dagli ordinamenti didattici vigenti.

La prova orale per i posti di sostegno verte sul programma di cui al medesimo Allegato A e valuta la competenza del candidato nelle attività di sostegno all'alunno con disabilità volte alla definizione di ambienti di apprendimento, alla progettazione didattica e curricolare per garantire l’inclusione e il raggiungimento di obiettivi adeguati alle possibili potenzialità e alle differenti tipologie di disabilità, anche mediante l’impiego delle tecnologie dell’informatica e della comunicazione.

La prova orale ha una durata massima complessiva di 30 minuti.

Bozza Bando concorso infanzia\primaria
Programma concorsuale posti di sostegno
Parte generale (c.d. Avvertenze generali)

VUOI INIZIARE A ESERCITARTI GRATUITAMENTE ALLA PROVA PRESELETTIVA?

CONCORSO 2020 SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA DELL'INFANZIA
1) Volume unico per la Scuola dell'Infanzia e Primaria
2) Kit preselezione concorso a cattedra Scuola Infanzia e primaria
3) La preselezione del concorso a cattedra Scuola dell'Infanzia e Primaria
4) Le attività di sostegno didattico nella scuola dell'infanzia e primaria
5) La Prova orale per la Scuola dell'Infanzia e la Scuola Primaria
6) La Prova di Inglese nella scuola primaria
7) Tracce svolte per la prova scritta di Infanzia e Primaria
8) Avvertenze generali 2019
9) Competenze professionali in Inglese per tutte le classi di concorso
1
0) La prova scritta del concorso a cattedra per il sostegno nella scuola dell'infanzia e primaria
11) Kit completo sostegno nelle scuole di ogni ordine e grado

banner infanzia primaria 770x440

Pin It


MAD doocenti.it

concorso a cattedra 2019

SCONTO 20% LIBRI EDISES

Sconti Libri Edises 20%

calcola supplenze

banner scuola piccolo 2019 51

banner infanzia primaria piccolo 1