Questo sito utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca su maggiori informazioni. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie. Per nascondere questo messaggio clicca su chiudi.

GRADUATORIE D'ISTITUTO, MAD, CONCORSI, GAE, MOBILITÀ,  PERMESSI, ATA, SUPPLENZE.

OBIETTIVO SCUOLA

PORTALE D'INFORMAZIONE SCOLASTICA



I docenti con tre anni di servizio su posto di sostegno ma senza titolo di specializzazione potranno partecipare al concorso straordinario? È questa la domanda che si pongono molti docenti che si trovano in questa condizione.
concorso straordinario
La partecipazione al concorso straordinario è infatti riservata ai soggetti, anche di ruolo, che, congiuntamente siano in possesso dei seguenti requisiti:

  1. Tra l'anno scolastico 2008/2009 e l'anno scolastico 2019/2020, abbiano svolto, su posto comune o di sostegno, almeno 3 annualità di servizio, anche non consecutive, valutabili come anno scolastico (servizio prestato per almeno 180 giorni anche non continuativi o servizio ininterrotto dal 1° febbraio fino agli scrutini). Il servizio svolto su posto di sostegno in assenza di specializzazione e' considerato valido ai fini della partecipazione alla procedura straordinaria per la classe di concorso, fermo restando quanto previsto alla lettera b).
  2. Abbiano svolto almeno un anno di servizio, sempre tra l'anno scolastico 2008/2009 e l'anno scolastico 2019/2020, nella specifica classe di concorso o nella tipologia di posto per la quale si concorre;
  3. Posseggano, per la classe di concorso richiesta, il titolo di studio previsto ai sensi dell'articolo 5 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59, fermo restando quanto previsto all'articolo 22, comma 2, del predetto decreto.
  4. Per la partecipazione ai posti di sostegno è richiesto l'ulteriore requisito del possesso della relativa specializzazione.

 

DOCENTI CON TRE ANNI DI SERVIZIO SU SOSTEGNO
In base a quanto stabilito dal Decreto scuola, rimane dubbio se i docenti non specializzati ma con tre anni di servizio su sostegno, possano partecipare o meno alla procedura straordinaria per posto comune in quanto carenti del requisito del servizio specifico svolto sulla classe di concorso. Il testo originario del Decreto Legge  pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 29 novembre 2019, non prevedeva alcuna menzione per il servizio svolto su posto di sostegno al punto da indurre alcuni sindacati a chiedere la garanzia che il servizio su sostegno sia valido ai fini del concorso su posto comune
Senonché, in sede di conversione del decreto in Legge, durante l'esame in assemblea, è stato approvato l'emendamento 1.401 il cui testo coincide con quello poi pubblicato in Gazzetta Ufficiale:

al comma 5, lettera a), le parole: «2011/2012 e l'anno scolastico 2018/2019» sono sostituite dalle seguenti: «2008/2009 e l'anno scolastico 2019/2020» e sono aggiunte, in fine, le seguenti parole: «Il servizio svolto su posto di sostegno in assenza di specializzazione è considerato valido ai fini della partecipazione alla procedura straordinaria per la classe di concorso, fermo restando quanto previsto alla lettera b) [ovvero almeno un anno di servizio nella specifica classe di concorso o nella tipologia di posto].

Una siffatta formulazione, stante il tenore letterale della norma sembrerebbe considerare valido ai fini della partecipazione alla procedura concorsuale per la classe di concorso, il servizio svolto su posto di sostegno ma solo ai fini del computo del requisito dei tre anni di servizio, mentre resterebbe fermo il requisito del servizio svolto nella specifica classe di concorso o nella tipologia di posto.
Una tesi che viene confermata dall'autorevole parere del Prof. Max Bruschi, secondo cui dalla lettura della norma aderente al testo, sembrerebbe restare fermo il requisito di almeno un anno di servizio svolto sulla classe di concorso.
Secondo una possibile interpretazione estensiva il requisito dell'anno specifico potrebbe essere inteso nel senso che almeno un anno deve essere svolto su supplenza ricevuta da graduatorie incrociate per la classe di concorso per cui si intende partecipare al concorso straordinario e tale classe di concorso (da cui è stata ricevuta la convocazione), dovrà essere indicata nel contratto di lavoro. 


L'EMENDAMENTO IN PRECEDENZA APPROVATO IN COMMISSINE
Dagli atti parlamentari (consultabili a questo indirizzo), emerge che in precedenza nelle Commissioni riunite era stato invece approvato un altro emendamento, poi sostituto da quello suddetto 1.401, dal contenuto parzialmente differente rispetto al testo approvato in Assemblea:

Al comma 5, lettera b)aggiungere, in fine, il seguente periodo: Il servizio svolto su posto di sostegno in assenza di specializzazione è considerato valido ai fini della partecipazione alla procedura concorsuale per la classe di concorso, fermo restando quanto previsto al precedente periodo".

Siffatto testo, pur avendo un contenuto simile, avrebbe chiarito in maniera inequivocabile la volontà del legislatore.
Infatti, tale modifica, introdotta alla lettera b) dove si parla del requisito dell'anno di servizio specifico (piuttosto che alla lettera a), dove si parla invece dei 3 anni di servizio), avrebbe avuto certamente l'effetto di consentire la partecipazione alla procedura concorsuale per la classe di concorso, a chi ha tre anni di servizio svolto su posto di sostegno
Il testo approvato in Assemblea, invece, lascia forti dubbi sulla possibilità, da parte dei docenti con 3 anni di servizio su sostegno,  ha 3 anni di servizio su sostegno, di poter partecipare per la classe di concorso. Urge quindi in tal senso un chiarimento tempestivo e ufficiale sulla questione.

Testo approvato dalla Camera
Dossier Camera 25 novembre 2019
Testo approvato dal Senato
Iter parlamentare 

 

 
Pin It


MAD doocenti.it

concorso a cattedra 2019

SCONTO 20% LIBRI EDISES

Sconti Libri Edises 20%

calcola supplenze

banner scuola piccolo 2019 51

banner infanzia primaria piccolo 1