Questo sito utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca su maggiori informazioni. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie. Per nascondere questo messaggio clicca su chiudi.

GRADUATORIE D'ISTITUTO, MAD, CONCORSI, GAE, MOBILITÀ,  PERMESSI, ATA, SUPPLENZE.

OBIETTIVO SCUOLA

PORTALE D'INFORMAZIONE SCOLASTICA



Con sentenza pubblicata il 13 novembre 2019 in merito al ricorso numero di registro generale 3913 del 2019, il Consiglio di Stato, ribaltando i precedenti provvedimenti di primo grado del TAR Lazio, ha ribadito che la norma che limitava la partecipazione al concorso 2016 ai soli docenti abilitati deve considerarsi legittima.
La sentenza in questione riguarda i soli docenti laureati (non abilitati) e non quindi anche gli insegnanti tecnico pratici (ITP) e i dottori di ricerca.

concorso2016
Infatti,

nel richiedere un titolo attestante un livello adeguato di preparazione all'insegnamento (l’abilitazione) la norma non restringe irragionevolmente la platea dei partecipanti al pubblico concorso. Piuttosto, posto che «il merito costituisce, invero, il criterio ispiratore della disciplina del reclutamento del personale docente» (cfr. Corte Cost. n. 41 del 2011), la richiesta di tale titolo specifico appare coerente alla stessa ratio di fondo del sistema".

E ancora, il Consiglio di Stato afferma che, il merito deve costituire il criterio ispiratore della disciplina del reclutamento del personale docente e una disposizione che impedisca di realizzare la più ampia partecipazione possibile al concorso, in condizioni di effettiva parità, si porrebbe in contraddizione con tale criterio (sono richiamate le sentenze n. 41 del 2011 e n. 251 del 2017).
Nel caso di specie, la necessità di un titolo abilitativo specifico, oltre a riguardare la generalità dei possibili interessati, appare congruo alla verifica della professionalità necessaria nonché connesso all'obiettivo della selezione dei migliori.
Alla luce delle considerazioni che precedono il Consiglio di Stato accoglie i ricorsi dei controinteressati e per l’effetto, in riforma delle sentenze impugnate, respinge i ricorsi di primo grado.

Vedi la sentenza

Pin It


MAD doocenti.it

concorso a cattedra 2019

SCONTO 20% LIBRI EDISES

Sconti Libri Edises 20%

calcola supplenze

banner scuola piccolo 2019 51

banner infanzia primaria piccolo 1