Questo sito utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca su maggiori informazioni. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie. Per nascondere questo messaggio clicca su chiudi.

GRADUATORIE D'ISTITUTO, MAD, CONCORSI, GAE, MOBILITÀ,  PERMESSI, ATA, SUPPLENZE.

OBIETTIVO SCUOLA

PORTALE D'INFORMAZIONE SCOLASTICA



Attribuire le supplenze su posto di sostegno in via prioritaria ai docenti che stanno frequentando il corso di specializzazione per le attività di sostegno (c.d. TFA sostegno). Questa è la proposta delle Organizzazioni Sindacali già illustrata in occasione dell'incontro del 2 luglio con i rappresentanti del ministero. In particolare, la richiesta fatta riguardava la possibilità di assegnare a questi colleghi, in coda a tutti gli specializzati, una supplenza su posto di sostegno, prima dell'incrocio delle graduatorie dei non specializzati.
Sostegno


L'INTERPELLANZA DELL'ON. PENTANGELO

La proposta è stata ripresa e fatta propria dall'On. Antonio Pentangelo di Forza Italia e sottoscritta da molti parlamentari dello stesso partito con l'interpellanza presentata nella seduta del 12 luglio 2019 nella quale si legge che "attesa la grande carenza di insegnanti specializzati", sarebbe opportuno, da una parte impegnare personale che, superando le varie e complicate prove di ammissione al corso di specializzazione, ha dimostrato una vocazione particolare per svolgere la sua opera nello specifico campo e, dall'altra, offrire alle scuole personale in possesso di maggiore qualificazione e competenza, considerato che si sta preparando per conseguire le specifiche competenze necessarie per svolgere il delicatissimo lavoro di contribuire alla formazione, alla crescita e all'inclusione degli studenti più bisognosi.
L'interpellanza chiede quindi se al fine di garantire agli studenti disabili il sostegno migliore nelle condizioni illustrate, non si ritenga opportuno nell'ambito dell'emanazione dell'atto ministeriale contenente le istruzioni e indicazioni operative in materia di assegnazione delle supplenze per l'anno scolastico 2019/2020, di prevedere, una volta esauriti tutti gli elenchi dei docenti specializzati e prima di passare ad utilizzare i molteplici elenchi dei docenti non forniti di specializzazione, l'assegnazione in via prioritaria delle supplenze sul sostegno ai docenti frequentanti i corsi universitari di specializzazione attualmente in svolgimento che avranno manifestato la disponibilità presso le scuole, sulla base delle procedure, delle regole e dei limiti definiti dal MIUR, in tal modo consentendo di soddisfare contestualmente anche l'esigenza, come previsto dai programmi di studio, di svolgere il previsto tirocinio in presenza degli alunni diversamente abili, presenti nelle classi affidate ai predetti corsisti. 

LA RISPOSTA DEL MINISTERO
La risposta del ministero è giunta giovedì 25 luglio da parte del Sottosegretario Lorenzo Fioramonti (del M5S) che  ha espresso apertura verso questa possibilità.

Le comunico che è intenzione di questo Ministero, dopo aver letto anche la sua interpellanza, valutare, in occasione anche del confronto con le organizzazioni sindacali, la percorribilità della soluzione da lei prospettata nel più breve tempo possibile".

Pertanto anche il MIUR sembrerebbe quantomeno disposto a verificare la fattibilità della proposta che dovrà in ogni caso essere regolata all'interno della circolare supplenze.
Sono diverse le questione che andrebbero eventualmente affrontate e regolate. Tra queste il caso del docente inserito nelle graduatorie d'istituto di una provincia diversa da quella di residenza e di frequenza del corso: in tal caso è evidente che tale "priorità" andrebbe riconosciuta nella provincia in cui il docente sta frequentando il corso oppure nella provincia di residenza, prescindendosi da quella di iscrizione in graduatoria. Diversamente, infatti, tale priorità non sarebbe concretamente fruibile. 


SUPPLENZA E TIROCINIO TFA SOSTEGNO
Secondo la proposta dell'On. Pentangelo, l'assegnazione in via prioritaria delle supplenze ai docenti frequentanti il TFA sostegno, avrebbe peraltro l'effetto di soddisfare anche il previsto tirocinio in presenza degli alunni diversamente disabili, presenti nelle classi affidate ai predetti corsisti. Ricordiamo infatti che il corso di specializzazione sul sostegno prevede 150 ore di tirocinio diretto in classe.

LA POSSIBILE NOVITÀ
Se la proposta in questione venisse accolta, una volta esauriti gli elenchi dei docenti specializzati inseriti in graduatoria (I, II e III fascia) e una volta esaurite le nomine da MAD dei docenti forniti del titolo di specializzazione (MAD che ricordiamo, esclusivamente in questo caso, possono essere inviate solamente dai docenti non inseriti, per POSTO DI SOSTEGNO, in nessun'altra graduatoria e possono essere inviate esclusivamente in una sola provincia), si dovrebbero nominare i docenti che stanno frequentando il corso di sostegno. Questa operazione precederebbe la convocazione dei docenti non specializzati da graduatorie incrociate. 
La circolare supplenze dovrebbe disciplinare le modalità con cui ciò dovrebbe avvenire. Immaginiamo delle modalità simili alle MAD dei docenti specializzati per cui, i docenti frequentanti il TFA sostegno, potrebbero, su base volontaria, inviare delle istanze di messa a disposizione, per una sola provincia che evidentemente sarà scelta dall'interessato tra quella di residenza e quella di frequenza del corso di sostegno (o una provincia limitrofa).
E' bene precisare che questa operazione avverrebbe dopo le operazioni di assegnazione provvisoria tale per cui i docenti di ruolo non verrebbero danneggiati da tale operazione. Di converso, diminuirebbero le possibilità dei docenti sprovvisti di titolo di sostegno (e non frequentanti il corso di sostegno) di ricevere convocazione su posto di sostegno senza titolo da graduatorie incrociate.


Vedi l'Interpellanza

Pin It


MAD doocenti.it

concorso a cattedra 2019

SCONTO 20% LIBRI EDISES

Sconti Libri Edises 20%

calcola supplenze

banner scuola piccolo 2019 51

banner infanzia primaria piccolo 1