Questo sito utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca su maggiori informazioni. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie. Per nascondere questo messaggio clicca su chiudi.


OBIETTIVO SCUOLA

PORTALE DI INFORMAZIONE SCOLASTICA

Il 27 febbraio 2019 il Senato ha approvato la Conversione in legge del decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, recante disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni. 
Sta facendo discutere un emendamento al testo che vede come primo firmatario il Sen. Mario Pittoni (responsabile scuola della Lega) che mira a intervenire sulla questione precariato modificando, limitatamente al primo concorso ordinario bandito, il tetto per i titoli valutabili. L'emendamento in questione è stato approvato dal Senato e ora l'intero testo passerà all'esame della Camera dei deputati.
concorso2018Com'è noto, infatti, nei concorsi pubblici i titoli pesano normalmente 20 punti su un totale di 100. L'emendamento mira a innalzare tale limite a 40 punti su 100. Inoltre, nell'ambito dei 40 punti sarà particolarmente valutato il servizio svolto presso le istituzioni scolastiche del sistema nazionale di istruzione (quindi scuole statali, paritarie e centri di formazione professionale limitatamente ai corsi per l'assolvimento dell'obbligo scolastico) fino al 50% del punteggio attribuibile ai titoli.
L'emendamento in questione porta anche la firma di tutti i senatori del M5S facenti parte della commissione cultura, ragione per cui la sua approvazione definitiva appare probabile.

14.27

PITTONIDE VECCHISPIZZOLSIMONE BOSSIGRANATOCORRADODE LUCIAFLORIDIAMARILOTTIMONTEVECCHIRUSSOVANIN

Dopo il comma 7, è inserito il seguente:

        «7-bis. Al fine di fronteggiare gli effetti della ''pensione quota 100'' sul sistema scolastico e garantire lo svolgimento dell'attività didattica, nel primo dei concorsi cui all'articolo 17, comma 2 lettera d), del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59, bandito successivamente alla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, le graduatorie di merito sono predisposte attribuendo ai titoli posseduti un punteggio fino al 40 per cento di quello complessivo. Tra i titoli valutabili è particolarmente valorizzato il servizio svolto presso le istituzioni scolastiche del sistema nazionale di istruzione, al quale è attribuito un punteggio fino al 50 per cento del punteggio attribuibile ai titoli".

Si tratta evidentemente di un emendamento che mira a favorire, in sede concorsuale, i docenti precari con molti anni di servizio che potranno in virtù di tale emendamento, contare fino a 20 punti di titoli di servizio e fino a 40 punti di titoli complessivi su un totale di 100. Il peso dei titoli rispetto alle prove concorsuali sarebbe infatti più rilevante rispetto a quello attuale (20 punti su 100).


DURA REAZIONE DELL'ANDDL

Dura la presa di posizione del Presidente dell'associazione Docenti per i Diritti dei Lavoratori (ANDDL), Prof. Pasquale Vespa secondo cui si tratta di un emendamento insulto da respingere al mittente.
Vedi il comunicato del ANDDL

Pin It

MAD doocenti.it

BANNER MNEMOSINE

calcola supplenze

CERCA SU GOOGLE