Questo sito utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca su maggiori informazioni. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie. Per nascondere questo messaggio clicca su chiudi.

GRADUATORIE D'ISTITUTO, MAD, CONCORSI, GAE, MOBILITÀ,  PERMESSI, ATA, SUPPLENZE.

OBIETTIVO SCUOLA

PORTALE D'INFORMAZIONE SCOLASTICA



La circolare ministeriale prot. 4537 del 16 Marzo 2018 disciplina la formazione delle commissioni di esame per gli Esami di stato conclusivi dei corsi di studio d’istruzione secondaria di secondo grado.concorsi pubblici

SOGGETTI CHE NON DEVONO PRESENTARE DOMANDA DI COMMISSARIO ESTERNO
La possibilità di presentare la domanda di partecipazione in qualità di presidente o commissario esterno è preclusa:

  1. ai docenti che siano stati designati commissari interni in istituti statali o referenti del plico telematico.
  2. ai docenti di istituti statali che insegnino, regolarmente autorizzati, contestualmente anche in istituti paritari.
  3. a coloro che siano assenti a qualsiasi titolo, ivi compreso per aspettativa o distacco sindacale, se il rientro in servizio risulti formalmente stabilito per una data successiva a quella di inizio degli esami e anche coloro che siano assente per almeno novanta giorni e rientrino in servizio dopo il 30 aprile 2018.
  4. personale in astensione obbligatoria o facoltativa dal lavoro (congedo parentale), ai sensi del decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 151, come da ultimo modificato. Ai sensi di tale disposizione la docente che nel periodo di presentazione della domanda si trovi in posizione di assenza per astensione obbligatoria o facoltativa dal lavoro, non ha l'obbligo di presentarla.  Nel caso in cui, invece, nel periodo di presentazione della domanda il docente si trovi in servizio e il periodo di astensione obbligatoria o facoltativa cominci successivamente, allora il docente dovrà presentare la domanda ma sarà eventualmente successivamente sostituito. 

 

SOGGETTI OBBLIGATI A PRESENTARE DOMANDA DI PARTECIPAZIONE COME COMMISSARIO ESTERNO
Sono obbligati a inviare domanda di partecipazione come commissari esterni due tipologie di docenti:

  1. I docenti che presentano un contratto a tempo indeterminato compresi i docenti assegnati su posti di potenziamento che sono in servizio presso istituti di istruzione secondaria di secondo grado statali che insegnano discipline rientranti nei programmi di insegnamento dell'ultimo anno dei corsi di studio (anche se non affidate a commissari esterni) o che, pur non insegnando queste discipline, insegnano materie che rientrano nelle classi di concorso afferenti alle discipline assegnate ai commissari esterni. Inoltre, devono presentare domanda anche i docenti di ruolo che sono compresi in graduatorie di merito per dirigente scolastico o che abbiano svolto per almeno un anno nell'ultimo triennio, le funzioni di dirigente scolastico incaricato o collaboratore nelle scuole statali secondarie di secondo grado; 
  2. I docenti che presentano un contratto a tempo determinato fino al termine dell'anno scolastico o fino al termine delle attività didattiche che insegnano discipline rientranti nei programmi di insegnamento dell'ultimo anno dei corsi di studio o che insegnano materie riconducibili alle classi di concorso afferenti alle discipline assegnate ai commissari esterni.

SOGGETTI OBBLIGATI A PRESENTARE DOMANDA DI PARTECIPAZIONE COME COMMISSARIO ESTERNO
Hanno invece la facoltà di presentare la domanda (e non l'obbligo) i seguenti soggetti: 

  1.  I docenti di ruolo che presentano un rapporto di lavoro a tempo parziale (part-time);
  2.  I docenti di sostegno in possesso della specifica abilitazione all'insegnamento di materie della scuola secondaria di secondo grado che non hanno seguito durante l'anno scolastico alunni con disabilità che partecipano all'esame di stato pur non avendo insegnato almeno un anno, nell'ultimo triennio, nella relativa materia per cui si presenta domanda (requisito invece richiesto per l'anno 2016). Pertanto il docente di sostegno può presentare domanda solo se di ruolo o, nel caso di supplenza, se provvisto di abilitazione all'insegnamento.
  3. I docenti di ruolo collocati a riposo da non più di 3 anni
  4. I docenti che, negli ultimi 3 anni incluso l'anno in corso, con rapporto a tempo determinato sino al termine dell'anno scolastico o sino al termine della attività didattiche, abbiano prestato effettivo servizio per almeno un anno in istituti di istruzione secondaria di secondo grado (in possesso di abilitazione all'insegnamento o di titolo di studio valido)
  5.  I docenti di ruolo nella scuola primaria o secondaria di primo grado utilizzati per l'intero anno scolastico su scuola secondaria di secondo grado in possesso di specifica abilitazione all'insegnamento su scuola secondaria di secondo grado;
  6.  I docenti che usufruiscono di semi-distacco sindacale o semi-aspettativa sindacale hanno la facoltà e non l’obbligo di partecipare all'esame quali presidenti, commissari interni o esterni. 

Le sedi esprimibili sono i distretti scolastici (ad esclusione di quello in cui si trova la scuola dove si svolge servizio) e i comuni della provincia in cui si svolge servizio o di residenza (però solo se quest'ultima appartiene alla Regione in cui si è in servizio). Per il personale non in servizio, sono esprimibili solamente i distretti scolastici e i comuni della provincia di residenza. 

Il personale della scuola, appartenente alle tipologie aventi titolo alla nomina a commissario, può contestualmente chiedere anche la nomina a presidente di commissione, purché in possesso dei requisiti richiesti.

DIVIETI DI NOMINA
Gli aspiranti presidenti o commissari esterni non possono essere nominati nelle commissioni d'esame operanti:

  • nella scuola di servizio (comprese le scuole in cui si completa l'orario di servizio), comprese le sezioni staccate, le sedi coordinate, le scuole aggregate, le sezioni associate.
  • in altre scuole del medesimo distretto scolastico.
  • in scuole nelle quali abbiano prestato servizio nei 2 anni precedenti l'anno in corso (comprese le scuole paritarie).
  • nella stessa scuola, statale o paritaria, ove abbiano prestato servizio, in commissione d'esame, in qualità di presidente o di commissario, consecutivamente nei 2 anni precedenti l'anno in corso.
  • nelle commissioni di esame operati al di fuori della provincia di residenza o di servizio.

LE MAD (MESSE A DISPOSIZIONE) COME SOSTITUTI DEI COMMISSARI
I soggetti non indicati nella Circolare Ministeriale né tra quelli che presentano l'obbligo di presentare la domanda né tra quelli che hanno la facoltà, possono invece inviare apposita istanza di messa disposizione (MAD) per candidarsi come sostituti dei commissari.
A tal fine i vari Uffici Scolastici Provinciali (USP) pubblicano ogni anno, solitamente nei messi di marzo e aprile, i relativi avvisi e modelli da compilare e inviare secondo le modalità e i termini indicati in ciascun avviso. 

Pin It


MAD doocenti.it

concorso a cattedra 2019

SCONTO 20% LIBRI EDISES

Sconti Libri Edises 20%

calcola supplenze

banner scuola piccolo 2019 51

banner infanzia primaria piccolo 1