Questo sito utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca su maggiori informazioni. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie. Per nascondere questo messaggio clicca su chiudi.

GRADUATORIE D'ISTITUTO, MAD, CONCORSI, GAE, MOBILITÀ,  PERMESSI, ATA, SUPPLENZE.

OBIETTIVO SCUOLA

PORTALE D'INFORMAZIONE SCOLASTICA



Una delle questioni più dibattute e controverse del mondo della scuola è quella relativa al valore abilitante dei titoli rilasciati entro l'anno scolastico 2001\2002 da parte degli istituti magistrali al termine dei corsi aventi natura sperimentale, con particolare riferimento a quelli a indirizzo linguistico. In particolare, si tratta del diploma di Maturità Magistrale Sperimentale indirizzo Linguistico altresì denominato “licenza linguistica” di cui alla Circolare Ministeriale 11 febbraio 1991, n. 27, e delle sperimentazioni “Brocca” di Liceo linguistico.
diploma linguisticheLE SPERIMENTAZIONI DEI LICEI LINGUISTICI
In Italia, fino a qualche anno fa, non esistevano istituti statali con la denominazione ufficiale di Liceo Linguistico ma si erano diffusi sempre di più corsi sperimentali ad indirizzo linguistico inseriti nei licei classici, scientifici e negli istituti magistrali nonché, in misura minore, anche negli istituti tecnici. Queste sperimentazioni sono state ricondotte principalmente a quelle previste dalla Circolare Ministeriale 11 febbraio 1991, n. 27 e a quelli previsti dalla c.d. commissione "Brocca".
Pertanto i corsi ad indirizzo linguistico attivati presso gli istituti magistrali sono i seguenti:

  • Diploma di maturità magistrale sperimentale indirizzo Linguistico di cui alla C.M. 11 febbraio 1991, n. 27
  • Diploma di maturità magistrale sperimentale di Liceo Linguistico Brocca
  • Altre sperimentazioni di Liceo Linguistico attivate autonomamente presso gli Istituti magistrali

LA QUESTIONE DEL VALORE ABILITANTE
Tali titoli sono stati riconosciuti a più riprese dalla giurisprudenza amministrativa come adeguati a conferire l'abilitazione all'insegnamento nella scuola primaria, in particolare (si veda la sentenza della VI sezione del Consiglio di Stato n. 7550/2009 e in precedenza la sentenza 3917/2008 della medesima sezione) considerando che il titolo di maturità magistrale in questione non priva il titolo stesso della sua natura peculiare ma aggiunge qualcosa di più, in piena consonanza con l'introduzione nell'ordinamento didattico della scuola primaria dell'insegnamento della lingua straniera (specificamente della lingua inglese).

Nonostante la posizione giurisprudenziale favorevole al riconoscimento del valore abilitante ai diplomi magistrali a indirizzo linguistico, il MIUR ha sempre ritenuto tale diploma non abilitante (così nel concorso 2012, nelle graduatorie d'istituto e, da ultimo nel concorso 2016). In particolare, l'art. 3 comma 2 lettera a del DDG n. 105 del 23 febbraio 2016 prevedeva l'esclusione dei candidati in possesso del diploma di sperimentazione ad indirizzo linguistico

in quanto il piano di studio non prevede le materie caratterizzanti necessarie ai fini del riconoscimento del valore abilitante del titolo, ovvero sia le Scienze dell’educazione, la Pedagogia, la Psicologia generale, la Psicologia sociale e metodologia ed esercitazioni didattiche comprensive di tirocinio”.

(DDG n. 105 del 23 febbraio 2016 - Bando concorso 2016 art. 3 comma 2 lettera a). 

REQUISITI DI ACCESSO AL CONCORSO STRAORDINARIO 2019
Il bando del concorso straordinario per infanzia e primaria prevede come titolo di accesso al concorso anche i diplomi sperimentali a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali. Ciò contrariamente rispetto al parere espresso dal CSPI, che aveva chiesto l'esclusione del titolo in questione dai titoli di accesso in quanto la legge che ha istituito il concorso straordinario non prevede questo titolo tra quelli utili per l’ammissione al concorso stesso.
Ciò nonostante il decreto e il bando prevedono come titolo di accesso valido per l'ammissione al concorso, anche i diplomi sperimentali a indirizzo linguistico conseguiti al termine dei percorsi quinquennali di sperimentazione attivati presso gli istituti magistrali alla luce della consolidata giurisprudenza del Consiglio di Stato (si veda la sentenza n. 5388 della sezione VI, 19 dicembre 2016).

REQUISITI PER L'ACCESSO AL CONCORSO ORDINARIO 2019
Anche il regolamento del concorso ordinario 2019 consente la partecipazione per chi è in possesso di diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali.

Pin It


MAD doocenti.it

concorso a cattedra 2019

SCONTO 20% LIBRI EDISES

Sconti Libri Edises 20%

calcola supplenze

banner scuola piccolo 2019 51

banner infanzia primaria piccolo 1