OBIETTIVO

SCUOLA



L'art. 2 comma 2 del DD 85 del 1 febbraio 2018 relativo al concorso per abilitati prevede l'aggregazione territoriale per le classi di concorso e per i posti di sostegno alle quali partecipino un numero esiguo di candidati. L'Ufficio Scolastico Regionale individuato, è responsabile dello svolgimento dell'intera procedura e dell'approvazione delle graduatorie di merito della propria regione nonché delle graduatorie di merito delle ulteriori regioni le cui procedure sono state aggregate.
concorso abilitati

L'avviso MIUR del 13 aprile 2018 e i relativi due allegati, individuano le aggregazioni territoriali.

Nell’allegato 1 vengono riportate, distintamente per classi di concorso/posti di sostegno, tutte le procedure che non hanno avuto aggregazioni territoriali, ossia quelle in cui la regione di presentazione della domanda di partecipazione al concorso coincide con quella di svolgimento della prova orale. 

Nell’allegato 2 sono, invece, riportate le aggregazioni territoriali, ossia le procedure distinte per classi di concorso o tipologia di posto che sono state aggregate, per l’esiguità delle domande, a regione diversa da quella indicata nella domanda di partecipazione. In particolare, la prima colonna indica la regione responsabile della procedura concosuale e dove si svolgeranno le prove, mentre nelle altre colonne sono indicate le Regioni che sono state accorpate e presso le quali i candidati hanno inviato le domande di partecipazione al concorso.

Si conferma che l’USR della regione in cui si svolgerà la prova orale sarà responsabile della intera procedura e dell’approvazione delle graduatorie di merito e che le suddette regole organizzative contenute negli allegati 1 e 2 si applicano anche a eventuali ricorrenti muniti di provvedimenti giudiziari favorevoli.

IL PROBLEMA DELLA MANCATA INDICAZIONE DELLA REGIONE E DELLA CLASSE DI CONCORSO NEGLI ALLEGATI 1 e 2
Si noti come alcune Regioni e alcune classi di concorso, non sono indicate né nell'allegato 1 né nell'allegato 2. Ciò in quanto l'aggregazione territoriale, che ricordiamo è stata pubblicata con avviso del 13 aprile 2018, si basa sulle domande di partecipazione esclusivamente presentate in modalità telematica entro il 26 di marzo (tramite istanze online). Non si è tenuto conto, invece, dell'eventualità che potessero sopravvenire candidati ricorrenti che hanno inviato la domanda di partecipazione in modalità cartacea. 
Di conseguenza, alla luce dei numerosi provvedimenti giudiziari che stanno immettendo i ricorrenti a partecipare alle prove (ordinarie o suppletive), benché con riserva, si pone il problema di quale USR sia responsabile della procedura nel caso di regioni e classi di concorso non contemplate né nell'allegato 1 né nell'allegato 2.
E' auspicabile che il MIUR in questi casi fornisca indicazioni specifiche.

A titolo esemplificativo, è questo il caso della classe di concorso B024 (LABORATORIODI SCIENZEE TECNOLOGIE NAUTICHE) per la quale l'allegato 2 stabilisce l'accorpamento delle procedure delle Regioni Abruzzo, Campania, Lazio, Puglia, Toscana e Veneto presso la Regione Sicilia che è responsabile dell'intera procedura e dove si svolgeranno le prove. Nulla si dice però in merito alle altre Regioni (es. Lombardia, Piemonte, Liguria, Emilia Romagna, etc.) per le quali non è prevista né un'aggregazione territoriale (allegato 2) né vengono indicate nell'allegato 1 tra le regioni in cui le procedure che non hanno avuto aggregazioni territoriali.
Casi analoghi si riscontrano per la maggior parte delle classi di concorso degli insegnanti tecnico pratici, ad esempio, per le classi di concorso B001, B007, B025, B026, B028, B033.

Nota MIUR 14 Aprile 2018
Allegato 1
Allegato 2

Pin It




concorso a cattedra 2019

Iscriviti alla Newsletter di Obiettivo Scuola


Ricevi HTML?

Joomla Extensions powered by Joobi

SCONTO 20% LIBRI EDISES

banner infanzia primaria piccolo 1

banner scuola piccolo 2019 51