OBIETTIVO

SCUOLA

La Riforma della Scuola Secondaria di secondo grado (Decreto del Presidente della Repubblica nn. 88 e 89 del 15/03/2010) ha introdotto nei licei e negli istituti tecnici l’insegnamento di discipline non linguistiche in lingua straniera secondo la metodologia CLIL (Content and Language Integrated Learning).clil
Il DPR 249/2010 art. 14 prevede che le università attivino <<corsi di perfezionamento per l’insegnamento di una disciplina non linguistica in lingua straniera. Ai predetti corsi accedono gli insegnanti in possesso di abilitazione e di competenze certificate nella lingua straniera di almeno Livello C1>> e tali percorsi formativi prevedono l’acquisizione di almeno 60 CFU comprensivi di un tirocinio di almeno 300 ore pari a 12 CFU.
Pertanto ai corsi di perfezionamento per il CLIL (c.d. corsi di formazione metodologici-didattici) accedono in linea di principio, coloro che siano in possesso di una competenza linguistica certificata di livello almeno C1.
Per i docenti di ruolo il DDG n. 6 del 16 aprile 2012 ha previsto l'attivazione di percorsi della durata di 500 ore (20 CFU) con un livello di competenze certificate in ingresso di livello almeno pari al B1 (a volte al B2). 
Al termine del percorso formativo i corsisti hanno sostenuto un esame conclusivo, a seguito del quale le Università hanno rilasciato due diverse tipologie di attestazioni:
  1. per i docenti già in possesso di una certificazione linguistica C1 rilasciata da un ente accreditato dal MIUR un Certificato finale con il riconoscimento dei 20 CFU;
  2. per i docenti ancora non in possesso di una certificazione linguistica C1 un Certificato di Frequentazione del corso.
I docenti che hanno ricevuto il certificato di frequenza dovevano conseguire il livello di competenza C1, in autonomia o attraverso esami di attestazione organizzati dal MIUR, per completare il percorso di formazione CLIL.
 
LA VALUTAZIONE DEL CLIL NELLE GRADUATORIE D'ISTITUTO
Per il titolo di perfezionamento all'insegnamento in CLIL conseguito ai sensi dell’articolo 14 del DM 249/2010 ovvero per titolo conseguito all'estero, abilitante all'insegnamento in CLIL, sono attribuiti punti 6.
Per la certificazione CeClil o per la certificazione ottenuta a seguito di positiva frequenza dei percorsi di perfezionamento in CLIL di cui al Decreto del Direttore Generale al personale scolastico 6 aprile 2012, n. 6 o per la positiva frequenza di Corsi di perfezionamento sulla metodologia CLIL della durata pari a 60 CFU, purché congiunti alla certificazione nella relativa lingua straniera di cui al punto C.4) sono attribuiti 3 punti.
In altri termini, se il corso metodologico ha avuto la durata di 60 CFU e se aveva come requisito di accesso il possesso della certificazione di livello C1 si attribuiscono punti 6. Viceversa, la frequenza dei percorsi di 20 CFU o la sola frequenza dei corsi metodologici senza la certificazione di livello C1 (ma almeno di livello B2) attribuisce 3 punti.
Iscriviti alla Newsletter di Obiettivo Scuola


Ricevi HTML?

Joomla Extensions powered by Joobi
 
FIT, Concorsi, Graduatorie d'istituto, MAD, GAE, Mobilità - SICILIA
Gruppo Facebook · 3402 membri
Iscriviti al gruppo
Gruppo informativo e collaborativo sul mondo della scuola in Sicilia. FIT, Concorsi, Graduatorie, MAD, Mobilità e quanto altro sul mondo della scuola...
 
 
Concorso Docenti 2018 e FIT (Formazione Iniziale Tirocinio)
Gruppo Facebook · 61.319 membri
Iscriviti al gruppo
Il gruppo nasce come strumento di confronto e di informazione sul fit e sul concorso. NO ???? Sfoghi personali e lamentele fini a se stesse. Post e co...
 

SCONTO 20% LIBRI EDISES

sconto edises