fbpx
venerdì, Febbraio 23, 2024
HomeImmissioni in ruoloNomine in ruolo, cattedre disponibili per supplenze e semplificazione procedure digitali per...

Nomine in ruolo, cattedre disponibili per supplenze e semplificazione procedure digitali per l’avvio dell’a.s. 2023/24 [Nota]

Il Ministero dell’Istruzione e del Merito (MIM) ha pubblicato una nota nella quale vengono evidenziati tutti i dati relativi alle nomine in ruolo e alle cattedre rimaste disponibili dopo le immissioni in ruolo e disponibili per le supplenze.

Vengono inoltre elencati i vari miglioramenti apportati alle procedure digitali.

SINTESI
Nomine in ruolo per l’anno scolasco 2023/2024:

  • Posto comune 27.108 a fronte di 32.784 posti del contingente (autorizzati). Sono stati dunque coperti il 82,7% dei posti vacanti e disponibili. Al termine delle operazioni risultano non assegnati 5.676 posti.
  • Posto di sostegno: 13.354 su 18.023 posst del contingente (autorizzati). Sono stati dunque coperti il 74,1% dei posti. Pertanto, risultano non assegnatii 4.669 posti.
  • Totale 40.462 nomine in ruolo su un contingente di 50.807 posti (pari al 79,6%). 

Come noto, sul complesso di 81.023 posti vacanti e disponibili per l’a.s.2023/2024 erano già stati accantonati, prima delle nomine in ruolo, 30.216 posti che rappresentano il numero delle disponibilità riservate al primo concorso PNRR (che sarà bandito a breve).

I 10.345 posti esidui del contingente autorizzato saranno coperti con supplenze annuali per l’a.s.2023/2024, ma dovranno anche essere utilizzati per incrementare le disponibilità per il primo concorso PNRR portandole a 40.561 (di cui 26.777 su posto comune e 13.784 su sostegno).

Semplificazione procedure digitali per immissioni in ruolo e nomina supplenti

Il piano di semplificazione, avviato ad aprile scorso, ha previsto, tra gli altri, l’obiettivo di velocizzare ulteriormente l’avvio dell’anno scolastico, attraverso azioni che vedono il digitale come fattore strategico per innovare le procedure amministrative, accelerando l’assegnazione dei docenti, al fine di assicurare una maggiore copertura delle cattedre vacanti per il prossimo anno scolastico.

Il percorso segue una logica incrementale e graduale, in una prima fase, quella attualmente in corso, ci si è concentrati su interventi di revisione e realizzazione di nuove procedure informatiche, da implementare in tempi brevi, per il miglioramento e l’efficientamento del sistema, segnatamente:

1 – interventi nelle procedure di immissioni in ruolo dei docenti (INR)
2 – interventi di individuazione dei supplenti (INS).

1.1 Nuova interfaccia per gli utenti
Per entrambi gli interventi è stata realizzata una nuova interfaccia per la presentazione delle istanze da parte dei candidati docenti, di più semplice lettura e compilazione, utilizzabile anche da dispositivi mobili, e con una struttura guidata volta a ridurre al minimo la possibilità di errore daparte degli aspiranti docenti.

  • In particolare, per le immissioni in ruolo (INR) la nuova interfaccia ha consentito di ridurre il tempo speso on-line dai candidati di circa il 35% per l’inserimento e l’inoltro dell’istanza (passando da una media di 40-75 minuti nel 2022 a una media di 30-45 minuti nel 2023).
  • Per quanto riguarda invece la procedura per l’individuazione delle supplenze (INS)i tempi di compilazione della nuova istanza sono stati abbattuti del 50% (passando da una media di circa 50-90 minuti del 2022 a una media di 25-45 minuti del 2023).

1.2 Nuove funzioni di supporto per gli uffici amministrativi
Sono state introdotte nuove funzioni digitali per gli oltre 100 uffici amministrativi del territorio coinvolti nelle procedure dell’avvio dell’anno scolastico, in modo da semplificarne il lavoro e ridurne il più possibile gli errori:

  • In particolare, sono stati messi a disposizione degli uffici territoriali nuovi report complessivi, con ulteriori informazioni di dettaglio (riserve, legge 104, etc.) che consentono di verificare, in tempo reale, l’andamento delle nomine in ruolo e dei supplenti. Gli uffici possono ora estrarre velocemente e in modo digitale informazioni per verificare i motivi che hanno portato alla nomina o non nomina di uno specifico candidato, trovando in un unico report tutte le informazioni utili, con conseguenti vantaggi nella riduzione dei tempi di riscontro a eventuali contestazioni e con effetti deflattivi del contenzioso.
  • È stata poi introdotta la funzionalità digitale di rinuncia diretta nelle diverse fasi delle immissioni in ruolo e dell’individuazione delle supplenze che, oltre a facilitare l’aspirante, riduce il tempo di lavoro degli uffici che automaticamente ritrovano le rinunce già inserite a sistema piuttosto che doverle inserire manualmente, con effetti positivi anche sugli errori potenzialmente effettuati. L’automazione di gran parte delle rinunce consente inoltre di acquisire più velocemente i posti che possono essere dati in surroga, garantendo agli uffici un più rapido scorrimento delle graduatorie e conseguentemente di una maggiore copertura dei posti. Appare opportuno segnalare che le rinunce dirette per le immissioni in ruolo sono state al momento 3.434. Ciò ha consentito, pur nei limiti delle graduatorie disponibili, di mettere gli uffici nelle condizioni di poter procedere celermente a surroghe.

1.3 Nuova procedura di call veloce per il reclutamento sul sostegno da GPS

  • Tra le novità procedimentali di quest’anno va poi posta in luce la cosiddetta mini-call veloce, al fine di aumentare la copertura dei posti di sostegno a livello nazionale. La procedura è stata informatizzata nelle sue linee essenziali (fino alla fase di individuazione provinciale) e ha portato alla copertura a livello nazionale di 2.444 posti, che costituiscono quasi il 20% di tutte le nomine effettuate sul sostegno.


1.4 Riduzione dei tempi per le operazioni dell’avvio dell’anno scolastico

Rispetto allo scorso anno sono state svolte un maggior numero di procedure in un minor intervallo temporale. Tale elemento è ovviamente da attribuire in primo luogo al lavoro degli uffici territoriali, ma risulta evidente anche l’effetto della digitalizzazione come fattore abilitante della maggiore celerità del personale amministrativo.

1.5 Attivazione di un ulteriore canale di comunicazione: Notifiche agli aspiranti tramite “AppIO”

  • Il docente è stato avvisato oltre ai canali di comunicazione tradizionali (mail e siti istituzionali regionali) anche tramite AppIO della possibilità di presentare l’istanza per l’immissione in ruolo e per le supplenze e del termine entro cui completare l’istanza. In particolare, sono state effettuate 155.596 notifiche per la procedura d’immissione in ruolo e 1.070.883 per la procedura di individuazione supplenze.

1.6 Interventi specifici per la procedura delle supplenze

  • Oltre agli interventi già indicati è stata data la possibilità ai candidati di effettuare il ritiro della domanda prima dell’inizio delle operazioni, comportando al momento il ritiro di 2.390 domande. Questo consentirà di evitare l’assegnazione di supplenze a persone che non accetterebbero il posto, con il vantaggio di poter coprire direttamente questi posti senza attendere la rinuncia e la surroga.
  • Altro importante miglioramento del sistema informativo attiene alla nuova funzione che consente di gestire, in modo completamente automatico, l’assegnazione degli spezzoni orari per il completamento della cattedra. Tale operazione fino all’anno scorso era solo parzialmente informatizzata, comportando un notevole lavoro manuale da parte degli uffici, con conseguente tardivo arrivo del supplente in classe.
  • È stato attivato un monitoraggio quotidiano che viene inviato ai Diretori degli USR che favorisce la diffusione dello stato dell’arte delle disponibilità e delle nomine al fine di velocizzare l’attività degli uffici e di risolvere le eventuali criticità.
  • È stata messa a disposizione delle scuole la possibilità (strumento “SIGILLO”) per i docenti di firmare i contratti di supplenza da remoto con SPID in modo veloce, evitando anche gli spostamenti dei docenti che potranno sotoscriverli diretamente da casa, accelerando anche questa fase della procedura.

VEDI LA NOTA

ARTICOLI CORRELATI

ARTICOLI PIÙ POPOLARI

ULTIMI ARTICOLI