fbpx
domenica, Agosto 14, 2022
HomeGraduatorieLaurea utilizzata come titolo di accesso al TFA sostegno: è valutabile nelle...

Laurea utilizzata come titolo di accesso al TFA sostegno: è valutabile nelle GPS? [Chiarimenti]

Chi accede alle GPS sostegno di I fascia può dichiarare come titolo culturale la laurea magistrale\specialistica con la quale ha avuto accesso al percorso di specializzazione? In questo articolo cercheremo di dare risposta.

TITOLO DI ACCESSO
La tabella A7 (Tabella dei titoli valutabili per le graduatorie provinciali di I fascia per le supplenze su posto di sostegno nelle scuole di ogni grado) prevede alla voce A.1 la valutazione come titolo di accesso del:

Titolo di specializzazione sul sostegno sullo specifico grado o titolo di specializzazione sul sostegno sullo specifico grado conseguito all’estero e valido come titolo di specializzazione sul sostegno nel Paese di origine e riconosciuto valido ai sensi del decreto legislativo 9 novembre 2007, n. 206, sulla base del punteggio conseguito”.

In particolare vengono attribuiti da 8 a 24 punti in base al voto del titolo di specializzazione sul sostegno. Vengono poi attribuiti ulteriori 12 punti per i percorsi di specializzazione di cui all’articolo 13 del DM 249/2010 o ad analoghi titoli conseguiti all’estero con ammissione selettiva e a numero programmato, sono attribuiti ulteriori (voce A.2).

TITOLI CULTURALI ULTERIORI
Al punto B.2 la tabella titoli prevede la valutazione di:

Diploma di laurea, laurea specialistica, laurea magistrale, diploma accademico di vecchio ordinamento o diploma accademico di II livello, che non costituisca titolo di accesso al punto A.1 o all’abilitazione di cui al punto B.1 o non costituisca esso stesso percorso di abilitazione ai sensi del punto B.1, per ciascun titolo”.

La tabella titoli quindi prevede chiaramente che si valutino solo lauree (magistrali, specialistiche, vecchio ordinamento, diplomi accademici di II livello) che non costituiscono titolo di accesso ai percorsi di specializzazione (A.1) oppure ai percorsi di abilitazione (B.1). Pertanto, la laurea che ha dato accesso ai percorsi di specializzazione non sarebbe valutabile. 

Tuttavia, vi sono molti insegnanti che, pur essendo in possesso della laurea magistrale, hanno scelto di accedere ai percorsi di specializzazione su sostegno con il Diploma ITP (anche perché l’accesso con il Diploma ITP poteva avvenire senza i 24 CFU). Ebbene, in questo caso la laurea magistrale sarebbe invece valutabile in quanto ulteriore rispetto al titolo di accesso utilizzato per il TFA sostegno.

Questa situazione negli ultimi due anni ha portato inevitabilmente a disparità: alcuni docenti in possesso di laurea magistrale non hanno potuto dichiararla in quanto hanno avuto accesso al TFA con detta laurea mentre altri hanno potuto inserirla poiché hanno avuto accesso al TFA con il Diploma ITP. Tra l’altro sarebbe anche arduo per le scuole andare a verificare se l’accesso al TFA è avvenuto con il diploma o con la laurea. 

LA NUOVA FAQ DEL MINISTERO
Nei giorni scorsi era trapelata l’indiscrezione di una nuova FAQ, in corso di pubblicazione, che avrebbe avuto importati conseguenze.

É valutabile, come ulteriore titolo, ai sensi della sezione B della tabella A7, il titolo di accesso al percorso di specializzazione sul Sostegno?

Si, in quanto il punto A.1 della tabella A7 prevede quale unico requisito di accesso alle graduatorie di sostegno il titolo di specializzazione.

L’intento di questa FAQ, che a dir la verità sembrava essere in palese contrasto con quanto previsto con la tabella titoli, era proprio quello di risolvere la suddetta disparità chiarendo che, anche qualora la laurea sia stata utilizzata come titolo di accesso al percorso di specializzazione sul sostegno, può essere dichiarata come titolo ulteriore (voce B.2). 

In questo modo tutti coloro che hanno una laurea (indipendentemente se sia stata utilizzata o meno come titolo di accesso al TFA) avrebbero potuto dichiararla nella sezione B

Pur apprezzando l’intendo della FAQ, abbiamo rilevato fin da subito l’evidente contrasto con quanto previsto dalla tabella titoli. Se infatti l’intento è quello di eliminare la suddetta disparità di trattamento, allora sarebbe più corretto intervenire modificando la tabella titoli o emanando una specifica nota di chiarimento. 

Oggi, il Ministero dell’Istruzione, pur pubblicando ulteriori FAQ (dalla n. 46 alla n. 53), non ha pubblicato la FAQ in questione (che secondo le indiscrezioni sarebbe dovuta essere la n. 48). In sostanza sono state pubblicate tutte le nuove FAQ che erano state anticipate, tranne quella qui d’interesse, il ché fa pensare che ci sia stato un ripensamento oppure che sia necessario un ulteriore approfondimento.

Data la complessità e l’importanza della questione e considerate le aspettative alimentate dalle indiscrezioni sulla pubblicazione di questa FAQ, a questo punto un chiarimento ufficiale, in un senso o nell’altro, sarebbe doveroso.

VEDI LA TABELLA A7

VEDI LE FAQ UFFICIALI

ARTICOLI CORRELATI

ARTICOLI PIÙ POPOLARI

ULTIMI ARTICOLI