fbpx
HomeGraduatorieCDC A-61 – Tecnologie e tecniche delle comunicazioni multimediali, Accertamento dei titoli...

CDC A-61 – Tecnologie e tecniche delle comunicazioni multimediali, Accertamento dei titoli professionali [Nota USR PIEMONTE]

La classe di concorso A-61 – Tecnologie e tecniche delle comunicazioni multimediali, oltre ad essere accessibile con il possesso di alcuni titoli specifici, è accessibile anche con qualsiasi laurea magistrale, specialistica o vecchio ordinamento purché congiunta all’accertamento dei titoli professionali.

L’accertamento dei titoli professionali viene effettuato dall’apposita commissione nominata dal direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale competente per territorio. 
Ciascuna commissione costituita a livello regionale (o a livello provinciale, su delega dell’ufficio scolastico regionale) determina i descrittori cui si atterrà per l’accertamento dei titoli professionali nonché i settori a cui devono riferirsi le attività svolte.
L’USR Piemonte con nota n. 10765 del 14 settembre 2021 ha comunicato che la Commissione regionale per l’accertamento dei titoli professionali, nominata con Decreto del Direttore generale dell’USR per il Piemonte, prot. n. 10992 del 21.09.2020, procederà, nei casi previsti dall’allegato A al D.P.R. n.14 del 19 Febbraio 2016 per la classe di concorso “Tecnologie e tecniche delle comunicazioni multimediali” all’accertamento dei titoli professionali presentati dagli aspiranti alla predetta classe di concorso, non presenti nelle graduatorie permanenti e non abilitati, che hanno presentato istanza di inclusione nelle graduatorie d’istituto.

Coloro che necessitino dell’accertamento dei titoli professionali richiesto dal DPR n° 19/2016 modificato dal DM 259/2017, quale requisito di accesso alla classe di concorso suddetta congiuntamente al titolo di studio “qualsiasi laurea”, possono altresì presentare istanza a questo Ufficio.

La Commissione considererà validi i seguenti titoli professionali:

  1. il lavoro dipendente con relativa attestazione (su carta intestata in originale o in copia) del datore di lavoro (allegata o comunque di immediata reperibilità), nei settori della fotografia, del video, del cinema, della televisione. È necessario indicare le mansioni svolte e la durata del rapporto di lavoro. Si ricorda che le collaborazioni a titolo gratuito non si configurano come lavoro dipendente. Il peso del titolo sarà tanto maggiore quanto più il rapporto sarà stato continuativo e non occasionale;
  2. il lavoro autonomo (attività di impresa o libera professione o free lance), supportato da partita IVA, nei settori della fotografia, del video, del cinema, della televisione;
  3. le attività indipendenti finalizzate a mostre fotografiche, pubblicazioni e produzioni audiovisive, opportunamente documentate e/o dichiarate con riferimenti immediatamente accertabili con relativo ISBN (e con chiara indicazione dell’apporto personale nel caso di mostre collettive, pubblicazioni o produzioni audiovisive di vari autori);
  4. la frequenza certificata di corsi di durata pari o superiore a 120 h in ambito universitario basati su laboratori di realizzazione fotografica e audiovisiva o sull’apprendimento di specifiche abilità (produzione, fotografica, video e del suono, animazione, postproduzione sonora e video e fotografica);
  5. la docenza certificata e retribuita in corsi in ambito scolastico, universitario o territoriale basati su laboratori di realizzazione audiovisiva o sull’insegnamento di specifiche abilità (produzione, ripresa fotografica, video e del suono, animazione, postproduzione sonora e video e fotografica).

Tutte le attività dovranno essere riportate in maniera ordinata cronologicamente all’interno di uno specifico curriculum dove siano presenti solo i titoli di cui sopra, con riferimenti numerati alle certificazioni a supporto. Nello stesso curriculum dovranno essere riportati i link alle pagine web o ai video caricati su piattaforme accessibili delle produzioni cui i candidati hanno partecipato con il ruolo specificato nei crediti. Non verranno valutati video o fotografie direttamente inviate in casella.
La Commissione considererà adeguato e sufficiente un numero di esperienze tale da consentire al candidato di affrontare con competenza e sicurezza la gestione scolastica della realizzazione audiovisiva, fotografica e audio. Tutti gli interessati sono invitati ad attenersi alle indicazioni del presente avviso e a inviare il curriculum, compilato e firmato secondo le predette indicazioni. 
Pertanto, si invitano gli interessati e gli Ambiti in indirizzo a far pervenire a questo Ufficio all’indirizzo: ACCERTAMENTOA061@ISTRUZIONE.IT le relative istanze. Gli Ambiti avranno cura di inviare le domande pervenute dalle istituzioni scolastiche ai fini dell’inserimento nelle graduatorie di istituto corredate dalla documentazione prodotta per l’accertamento dei titoli professionali di cui all’oggetto.
La Commissione si riunirà in modo ordinario al termine di ogni mese per l’analisi delle richieste, qualora pervenute.

Le istanze, a norma dell’art. 38 del DPR n° 445/2000, dovranno essere sottoscritte e corredate di copia del documento d’identità.
Ai candidati sarà inviata una mail con l’esito dei lavori di accertamento compiuti dalla Commissione, utilizzando l’indirizzo indicato nel curriculum vitae.

VEDI LA NOTA

 

ARTICOLI CORRELATI

ARTICOLI PIÙ POPOLARI

ULTIMI ARTICOLI