fbpx
venerdì, Febbraio 23, 2024
HomeGPS GAE GIAggiornamento GPS 2024: si accede alla II fascia con il titolo di...

Aggiornamento GPS 2024: si accede alla II fascia con il titolo di studio; no ai 24 CFU come requisito di accesso [Chiarimenti]

Si è svolto oggi alle ore 15:00 l’incontro informativo tra i rappresentanti delle organizzazioni sindacali e i rappresentanti del Ministero dell’Istruzione e del merito (MIM). Oggetto dell’incontro l’informativa sui decreti relativi all’aggiornamento delle GAE e delle GPS.

Nel corso dell’incontro sono state illustrate le bozze della nuova ordinanza per l’aggiornamento delle GPS e del decreto di aggiornamento delle GAE.

L’aggiornamento delle GPS sarà biennale e valido per gli anni 2024/2025 e 2025/2026.

Una delle novità più importanti consiste nell’eliminazione dei 24 CFU come requisito di accesso alle graduatorie di II fascia. Avevamo già anticipato questa possibile soluzione in questo articolo.

COSA SONO I 24 CFU?
I 24 CFU discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche sono un requisito introdotto dal D.lgs. 59/2017 richiesto per la partecipazione ai concorsi “ordinari” per la scuola secondaria, nonché per la partecipazione al corso di specializzazione per le attività di sostegno e per i nuovi inserimenti nelle graduatorie provinciali per le supplenze (GPS).

LA RIFORMA DEL RECLUTAMENTO 
Il Decreto 36/2022 convertito nella Legge 79/2022, nell’ambito della riforma del reclutamento ha previsto che i 24 CFU conservano validità solo se conseguiti entro il 31 ottobre 2022.

L’UNICA SOLUZIONE POSSIBILE
Sulla base di quanto stabilito dalla Legge 79/2022, da novembre 2022 nessuna università poteva più erogare i 24 CFU. D’altra parte, i nuovi percorsi abilitanti previsti dalla riforma, non sono ancora partiti.

Il ritorno al sistema ante 2020, in base al quale l’accesso alla II fascia era consentito con il mero di titolo di accesso alla classe di concorso (eventualmente comprensivo di esami integrativi, laddove richiesti), rappresentava dunque l’unica soluzione possibile

Infatti, sarebbe stato impensabile e giuridicamente non sostenibile precludere l’accesso alla II fascia ai tanti neolaureati e, in genere, a tutti coloro che non hanno avuto la possibilità di conseguire i 24 CFU entro il 31 ottobre 2022.

D’altra parte, non appariva sostenibile nemmeno l’alternativa di richiedere per l’iscrizione nella II fascia, almeno 30 CFU previsti nell’ambito dei nuovi percorsi abilitanti.

Ciò sia perché i percorsi abilitanti tardano a partire sia perché ciò avrebbe di fatto imposto una barriera di accesso anche alla II fascia dal momento che i percorsi abilitanti avranno un costo elevato (fino a 2000 euro per i percorsi da 30 CFU\CFA) e saranno in generale a numero chiuso.

I 24 CFU SARANNO TITOLO VALUTABILE?
Chiarito che i 24 CFU non saranno più requisito di accesso alla II fascia per la scuola secondaria posto comune, resta da capire se avranno comunque qualche forma di valorizzazione in termini di punteggio. In tal senso, nessuna notizia emerge dai report sindacali.

ARTICOLI CORRELATI

ARTICOLI PIÙ POPOLARI

ULTIMI ARTICOLI