fbpx
lunedì, Agosto 8, 2022
HomeFormazionePiattaforma eTwinning: formazione dei docenti in servizio nelle scuole di ogni ordine...

Piattaforma eTwinning: formazione dei docenti in servizio nelle scuole di ogni ordine e grado [Nota Ministeriale]

Il Ministero dell’Istruzione ha emanato la nota n. 37817 del 2 Dicembre 2021 avente ad oggetto “eTwinning – la community delle scuole in Europa nell’ambito del Programma Erasmus+ per il periodo 2021-2027. Formazione dei docenti in servizio nelle scuole di ogni ordine e grado”.

Con il Regolamento dell’Unione europea 2021/817 è stato istituito ufficialmente il Programma Erasmus+ 2021/2027 per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport. In tale ambito, eTwinning è annoverata tra le piattaforme di cooperazione virtuale utili per il raggiungimento degli obiettivi del nuovo programma. Al tempo stesso, la Raccomandazione sulle competenze chiave per l’apprendimento permanente del Consiglio dell’Unione Europea del 22 maggio 2018 ha evidenziato il diritto a un’istruzione e formazione di qualità per garantire la coesione sociale in tutti i paesi dell’Unione, sottolineando come le tecnologie digitali contribuiscano a “sviluppare ambienti di apprendimento flessibili, adatti alle necessità di una società ad alto grado di mobilità”.

Come è noto, la piattaforma eTwinning – www.etwinning.net – è lo strumento per l’innovazione didattica e digitale e per l’internazionalizzazione della scuola che gli Stati possono adottare a sostegno dell’apprendimento delle competenze chiave e che costituisce una opportunità unica per le istituzioni scolastiche, consentendo ai docenti di tutta Europa di confrontarsi, collaborare, sviluppare progetti e condividere idee in modo semplice e sicuro, sfruttando le potenzialità del web. L’obiettivo è quello di perfezionare l’offerta formativa dei sistemi scolastici europei attraverso l’internazionalizzazione e l’innovazione dei modelli didattici e di apprendimento, favorendo lo sviluppo di una dimensione europea dell’educazione.

La piattaforma è un “laboratorio” privilegiato che dà la possibilità ai docenti di migliorare le proprie competenze didattiche e di sperimentare nuove forme d’insegnamento in collaborazione con altri docenti italiani ed europei. Dal 2005 si sono iscritti alla piattaforma più di 970.000 insegnanti, di cui oltre 95.000 in Italia e sono stati attivati oltre 122.000 Progetti.

L’esperienza formativa di eTwinning è caratterizzata da una grande flessibilità e dall’immediata ricaduta sulla didattica dei docenti che vi partecipano, e dunque sulle classi. Essa si articola in una varietà di esperienze di qualità: dalla formazione, sia online che in presenza, erogata gratuitamente a livello regionale, nazionale ed europeo, a quella che avviene in modo non formale attraverso il peer learning e l’autoformazione all’interno dei progetti collaborativi e, in generale, nell’interazione tra i docenti della community (gruppi tematici, eventi live, materiali per l’auto-apprendimento ecc.).

Con eTwinning è possibile realizzare, in maniera collaborativa e a distanza, progetti curricolari in una delle 33 lingue della piattaforma, con partner europei e/o italiani, attraverso una didattica innovativa e inclusiva e usufruendo di un ambiente di apprendimento online protetto e sicuro.

L’assenza di scadenze, limiti di budget o vincoli burocratici, permette di promuovere una mobilità virtuale inclusiva e sostenibile nel tempo, rafforzando la cittadinanza digitale e lo sviluppo delle competenze chiave, sia per i docenti che per gli alunni. eTwinning non si rivolge ai soli docenti di lingua, bensì ai docenti di tutte le discipline, permettendo la realizzazione di una grande varietà di attività progettuali, spaziando dal CLIL all’educazione civica, e passando per ogni ambito, sia scientifico che umanistico.

La piattaforma eTwinning è accessibile gratuitamente a:

  • dirigenti scolastici;
  • docenti in servizio presso istituti scolastici di ogni ordine e grado, educatori dei convitti nazionali, docenti in servizio presso gli asili nido comunali, i Centri provinciali per l’istruzione degli adulti e i Centri di formazione professionale;
  • animatori digitali e team per l’innovazione digitale;
  • bibliotecari e assistenti di lingua in servizio presso istituti scolastici di ogni ordine e grado.

Per registrarsi in eTwinning è sufficiente andare sul sito www.etwinning.net e seguire la procedura per la registrazione.

L’offerta formativa di eTwinning Italia è presente nella piattaforma SOFIA con il Corso di base eTwinning (fino a 350 posti per l’edizione di novembre 2021 e con nuove edizioni previste per il 2022), che guiderà i corsisti alla scoperta della community e delle sue potenzialità, verso l’acquisizione di competenze progettuali e la familiarizzazione dell’ambiente di apprendimento dedicato ai progetti, il TwinSpace. Il corso rappresenta una Unità formativa di 25 ore, in cui si alterneranno attività sincrone e asincrone, lavoro individuale e di gruppo, e che includerà attività pratiche in piattaforma, test di auto-valutazione, e la consegna finale di un elaborato progettuale adattato al proprio contesto.

Presso gli Uffici scolastici regionali è attiva una rete di Referenti e Ambasciatori composta da docenti esperti, selezionati per attività di formazione e promozione della community nonché per supportare, aiutare e orientare i nuovi utenti della piattaforma.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito eTwinning nazionale https://etwinning.indire.it/ dove si trovano i contatti dell’Unità italiana eTwinning e dei Referenti e degli Ambasciatori eTwinning nelle diverse regioni; in particolare, nella sezione “Formazione e Supporto”, sono disponibili informazioni dettagliate sulle opportunità di formazione anche a livello locale e una ricca sezione di materiali di supporto e auto-apprendimento.

Al fine di favorire il coinvolgimento dei docenti e delle scuole italiane nei processi di innovazione in atto a livello europeo, si invitano le SS.LL. a dare massima diffusione della presente nota a tutti i docenti e al personale interessato nell’ambito scolastico di propria competenza.

VEDI LA NOTA

ARTICOLI CORRELATI

ARTICOLI PIÙ POPOLARI

ULTIMI ARTICOLI