fbpx
lunedì, Agosto 15, 2022
HomeEsami di StatoCompenso commissari esami di Stato su classi articolate: spetta in proporzione al...

Compenso commissari esami di Stato su classi articolate: spetta in proporzione al numero di candidati esaminati

L’entità dei compensi per i commissari e i presidenti agli esami di stato è fissata dal Decreto interministeriale 24 maggio 2007 e dalla tabella 1 allegata.
In particolare, al compenso lordo previsto dal quadro A, si aggiunge il compenso correlato alla distanza dal luogo di residenza o servizio rispetto alla sede di esame (quest’ultimo soggetto a tassazione, solo per la parte eccedente € 46,48 giornaliere).

 

PRESIDENTE E COMMISSARI ESTERNI CHE OPERANO SOLO SU UNA CLASSE

Secondo quanto dispone l’art. 1 comma 3 del Decreto interministeriale 24 maggio 2007 ai Presidenti e Commissari esterni che operino solo su una classe spetta il compenso previsto dalla tabella 1 quadro A (vedi sopra) che viene però ridotto della metà. Resta fermo, invece, il compenso correlato alla distanza (quest’ultimo, tra l’altro, soggetto a tassazione solo per la parte eccedente € 46,48 giornaliere).

COMMISSARI INTERNI
Ai commissari interni spetta il compenso di € 399 oltre al compenso correlato alla distanza pari a 171 € (in quanto trattasi di personale nominato nella sede di servizio).

TEMPI DI PERCORRENZA
Per l’individuazione dei tempi di percorrenza si fa riferimento agli orari ufficiali dei mezzi di linea extra-urbani effettivamente utilizzabili per raggiungere la sede d’esame in tempo utile per l’espletamento dell’incarico. Nel caso in cui gli orari ufficiali dei mezzi di linea extra-urbani più veloci non siano identici tra l’andata e il ritorno, si conteggiano fra i due orari, i tempi più favorevoli all’interessato (quelli più brevi).

Non vanno presi in considerazione i tempi impiegati per i trasbordi, per le coincidenze e per eventuali ritardi, né quelli riferiti all’utilizzazione di mezzi di linea urbani.

COMMISSARI INTERNI CHE OPERANO SU DUE CLASSI DELLA STESSA COMMISSIONE
Con la nota n. 4901 del 24 giugno 2014 è stata ripristinata la retribuzione aggiuntiva anche per i commissari interni che svolgono la funzione su due classi della stessa commissione (nei limiti di due compensi aggiuntivi) prevista dall’art. 3 comma 1 del Decreto interministeriale 24 maggio 2007. Pertanto, al commissario interno che operi su due classi della medesima commissione spetterà un compenso lordo pari a 399 € + 399 € oltre che il compenso correlato alla distanza. 

COMMISSARI CHE OPERANO SU CLASSI ARTICOLATE
Ai commissari nominati nelle commissioni che comprendono classi articolate (esempio: classi bilingue o trilingue o classi articolate su più indirizzi di studi), con riferimento a ciascun indirizzo o a ciascun gruppo di candidati e che operano separatamente, per ciascun indirizzo o per ciascun gruppo di candidati, spetta un compenso forfettario non inferiore a 1/3 e non superiore a 2/3 di quello previsto dalla tabella 1- Quadro A, in relazione alla tipologia di commissario di cui si tratta.

Ai fini del calcolo del predetto compenso, l’importo totale previsto per la corrispondente tipologia di commissario viene suddiviso in proporzione al numero dei candidati totali da esaminare ed è corrisposto ai singoli commissari in relazione al numero di candidati esaminati dagli stessi, nel rispetto dei limiti di cui sopra.
ARTICOLI CORRELATI

ARTICOLI PIÙ POPOLARI

ULTIMI ARTICOLI