fbpx
lunedì, Gennaio 24, 2022
HomeConcorsiGraduatorie concorso straordinario approvate dopo il 31 agosto: per i posti residui,...

Graduatorie concorso straordinario approvate dopo il 31 agosto: per i posti residui, immissioni in ruolo entro il 15 febbraio 2022

La Camera dei deputati ha definitivamente approvato la legge finanziaria per l’anno 2022. Tra le misure previste vi è quella che prevede l’immissione in ruolo dei soggetti inseriti nelle graduatorie – pubblicate tra il 31 agosto 2021 e il 30 novembre 2021 – della procedura concorsuale straordinaria per l’insegnamento nella scuola secondaria bandita nel 2020 ai sensi dell’art. 1, co. 1-16, del D.L. 126/2019 (L. 159/2019)

Si tratta di una misura di tutela nei confronti dei soggetti che non hanno potuto prendere parte alle operazioni di immissione in ruolo relative all’a.s. 2021/2022 a causa della tardiva pubblicazione della graduatoria.

SALVAGUARDIA PER I DOCENTI VINCITORI DI CONCORSO

Il testo approvato prevede anche una salvaguardia per i docenti (vincitori o idonei del concorso straordinario) laddove le graduatorie dei concorsi siano state approvate oltre il 31 agosto, ma entro il 30 novembre 2021.

Al fine di corrispondere alle esigenze delle istituzioni scolastiche connesse all’emergenza epidemiologica, all’articolo 59 del decreto-legge 25 maggio 2021 n. 73 convertito con modificazioni dalla legge 23 luglio 2021, n. 106, dopo il comma 9-bis, aggiungere il seguente:
“9. ter. I posti comuni e di sostegno destinati alle procedure di cuì al comma 4 e rimasti vacanti dopo le relative operazioni, sono destinali sino al 15 febbraio 2022 alle immissioni in ruolo con decorrenza giuridica ed economica 1° settembre 2022 dei soggetti di cui al comma 3, limitatamente alle classi di concorso per le quali la pubblicazione della graduatoria avviene dopo il 31 agosto 2021 ed entro il 30 novembre 2021″.

Quindi, limitatamente alle classi di concorso per le quali la pubblicazione della graduatoria è avvenuta dopo il 31 agosto 2021 ed entro il 30 novembre 2021, e solo per i posti rimasti vacanti dopo le immissioni in ruolo da GPS I fascia (procedura di cui al comma 4), si procederà alle immissioni in ruolo con decorrenza giuridica ed economica 1° settembre 2022.

Non sarà dunque prevista la retrodatazione giuridica della nomina. Tuttavia, procedendo all’immissione in ruolo nei prossimi mesi, tali posti saranno sottratti dalla disponibilità per le operazioni di mobilità e dalla disponibilità della procedura straordinaria di immissione in ruolo prevista dal comma 9-ter nell’art. 59 del D.L. 73/2021, la cui prova disciplinare si sarebbe dovuta svolgere entro il 31 dicembre 2021.

Infatti, il decreto sostegni BIS aveva previsto che:

per la copertura, a decorrere dal 1° settembre 2022, dei posti vacanti e disponibili per l’a.s. 2021/2022 eventualmente residuati dopo le immissioni in ruolo disposte ai sensi dei co. da 1 a 4 dello stesso articolo (v. ante) una procedura concorsuale straordinaria per titoli e prova disciplinare, riservata ai docenti non ricompresi fra quelli di cui al co. 4 che abbiano svolto, entro il termine di presentazione della domanda di partecipazione, negli ultimi 5 anni scolastici, un servizio di almeno 3 anni anche non consecutivi nelle scuole statali, valutabili come tali ai sensi dell’art. 11, co. 14, della L. 124/1999.

Nelle intenzioni del legislatore le immissioni in ruolo dalle GM del concorso straordinario (purché pubblicate entro il 30 novembre 2021) dovranno quindi in ogni caso precedere quelle previste dalla procedura straordinaria di cui al comma 9-bis dello stesso art. 59.

 

ARTICOLI CORRELATI

ARTICOLI PIÙ POPOLARI

ULTIMI ARTICOLI