fbpx
domenica, Aprile 14, 2024
HomeConcorsiCLIL e concorsi: quanto vale e in quale voce deve essere dichiarato?...

CLIL e concorsi: quanto vale e in quale voce deve essere dichiarato? [Chiarimenti]

Quanto vale il CLIL nei concorsi e in quale voce deve essere dichiarato? In questo articolo cercheremo di fare chiarezza sulla valutazione di tale corso. Ci siamo occupati della questione in questo articolo a cui rimandiamo per un ulteriore approfondimento. 

LE TABELLE TITOLI DEI CONCORSI
Le tabelle titoli allegate ai Decreti 205 e 206 del 26/10/2023, analogamente a quanto avviene anche per le GPS, prevedono due tipi di valutazioni:

CORSI CLIL DI CUI AL DM 249/2010
La prima voce (Titolo di perfezionamento all’insegnamento in CLIL) si riferisce ai  titoli di perfezionamento all’insegnamento CLIL aventi le caratteristiche di cui all’art 14 del DM 249/2010.

Questo decreto stabilisce i requisiti di accesso e le caratteristiche di tali corsi:

Ai predetti corsi accedono gli insegnanti in possesso di abilitazione e di competenze certificate nella lingua straniera di almeno Livello C1 del “Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue” pubblicato nel 2001 dal Consiglio d’Europa.
I percorsi formativi di cui al comma 1 sono istituiti per la scuola secondaria di secondo grado e prevedono l’acquisizione di almeno 60 crediti formativi comprensivi di un tirocinio di almeno 300 ore pari a 12 crediti formativi universitari”.

Pertanto, si tratta di corsi:

  • Ai quali accedono gli insegnanti in possesso di abilitazione.
  • Il cui accesso richiede il possesso di competenze certificate nella lingua straniera di almeno Livello C1.
  • Di almeno 60 CFU comprensivi di un tirocinio di almeno 300 ore pari a 12 CFU (da svolgersi presso le scuole accreditate dall’ufficio scolastico regionale).
  • Si tratta di corsi con obbligo di frequenza. L’accesso all’esame finale è subordinato alla verifica della presenza ad almeno l’80% delle attività didattiche e al totale adempimento delle ore di tirocinio.

Si tratta quindi di corsi molto particolari che devono rispettare requisiti molto stringenti. La gran parte dei corsi di perfezionamento CLIL in possesso dei vari aspiranti non appartiene a questa categoria. 

ALTRI CORSI DI PERFEZIONAMENTO CLIL (SCUOLA SECONDARIA)

I corsi finora analizzati presentano delle caratteristiche rigide definite dalla normativa sopra richiamata. Negli ultimi anni abbiamo assistito al proliferare di numerosi “corsi di perfezionamento” offerti da svariati enti di formazione\università telematiche.

Orbene, tali corsi spesso non hanno i requisiti per essere valutati come corsi di perfezionamento ai sensi del sopra citato DM 249/2010 che richiede, appunto, tra i vari requisiti l’abilitazione all’insegnamento come requisito di accesso, un tirocinio di almeno 300 ore e una conoscenza linguistica certificata di livello almeno C1.

Si tratta per lo più di corsi di perfezionamento “ordinari” di 1500 ore 60 CFU che hanno a oggetto la metodologia CLIL.

Tali corsi:

  • Nella scuola secondaria, solo se posseduti congiuntamente a una certificazione linguistica di livello C1 o C2, possono essere dichiarati ai sensi della voce B.4.11 e valutati 2,5 punti (in aggiunta al punteggio attribuito per la certificazione linguistica stessa che andrà dichiarata nella relativa voce).
  • Diversamente, qualora il candidato non possieda una certificazione linguistica oppure possieda una certificazione linguistica di livello B2 (che nei concorsi, diversamente dalle GPS non è valutabile), il corso di perfezionamento CLIL da 1500 ore 60 CFU potrà essere dichiarato e fatto valere come “normale” corsi di perfezionamento, per i quali le tabelle titoli prevedono l’attribuzione di 1,25 punti.

ALTRI CORSI DI PERFEZIONAMENTO CLIL (SCUOLA DELL’INFANZIA E PRIMARIA)

Nella scuola dell’infanzia e primaria è presenta una differenza rispetto alla scuola secondaria che riguarda il caso in cui il corso CLIL è posseduto congiuntamente alla certificazione linguistica di livello B2. Infatti, in questo caso:

  • solo se posseduti congiuntamente a una certificazione linguistica di livello B2, C1 o C2, possono essere dichiarati ai sensi della voce B.19 e valutati 2,5 punti (in aggiunta al punteggio attribuito per la certificazione linguistica stessa che andrà dichiarata nella relativa voce).
  • Diversamente, qualora il candidato non possieda una certificazione linguistica, il corso di perfezionamento CLIL da 1500 ore 60 CFU potrà essere dichiarato e fatto valere come “normale” corsi di perfezionamento (voce B.21), per i quali le tabelle titoli prevedono l’attribuzione di 1,25 punti.

CERTIFICAZIONE CECLIL
La certificazione CeCLIL (Certificazione CLIL Università Ca’ Foscari di Venezia) viene valutata 2,5 punti.

CORSI DA 20 CFU PER I DOCENTI IN SERVIZIO
La certificazione ottenuta a seguito della frequenza dei percorsi di perfezionamento di 20 CFU ai sensi del DDG n. 6 del 16 aprile 2012 rivolti ai docenti in servizio nei Licei e negli Istituti tecnici, viene valutata 2,5 punti.

Tale decreto è stato recentemente modificato con il Decreto n. 1511 del 23 Giugno 2022 riguardante la riforma dei corsi di perfezionamento per la metodologia CLIL rivolti ai docenti in servizio.

Tali corsi, che prevedono attività formative per un totale di 20 CFU, sono rivolti ai docenti di discipline non linguistiche dei licei e degli istituti tecnici:

  • a tempo indeterminato;
  • a tempo determinato, nell’anno di attivazione dei corsi inseriti a pieno titolo nelle graduatorie ad esaurimento di cui all’articolo 1, comma 605, lettera c) della legge 27 dicembre 2006, n. 296 ovvero nelle graduatorie dei concorsi per l’accesso all’insegnamento;
  • a tempo determinato, nominati ai sensi dell’art. 59, c. 4 del D.L. 25 maggio 2021, n. 73 (assunzioni straordinaria da GPS I fascia).
  • a tempo determinato, nell’anno di attivazione dei corsi inseriti a pieno titolo nelle graduatorie provinciali per le supplenze di cui all’articolo 3, comma 5, lettera a) – scuola dell’infanzia e primaria – e comma 6, lettera a) – scuole secondarie di I e II grado – dell’OM 60 del 10 luglio 2020.

LA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AI CONCORSI
Nella domanda di partecipazione ai concorsi, le suddette voci sono ulteriormente dettagliate.

In particolare, per quanto di nostro interesse, troviamo (per il concorso scuola secondaria):

  • B.4.10: Titolo di perfezionamento all’insegnamento in CLIL conseguito ai sensi dell’articolo 14 del DM 249/2010 ovvero titolo abilitante all’insegnamento in CLIL in un paese UE.
  • B.4.11.1: Certificazione CeClil o certificazione ottenuta a seguito di positiva frequenza dei percorsi di perfezionamento in CLIL di cui al Decreto Dipartimentale 23 giugno 2022, n. 1511
  • B.4.11.2: Certificazione ottenuta a seguito di positiva frequenza di corsi di perfezionamento sulla metodologia CLIL della durata pari a 60 CFU, purchè congiunti alla certificazione nella relativa lingua straniera di almeno livello C1
  • B.4.13.1: Diploma di perfezionamento post diploma o post laurea corrispondente a 60 CFU con esame finale

In particolare:

  • Nella voce B.4.10 va dichiarato il titolo di perfezionamento CLIL che soddisfa i requisiti di cui al DM 249/2010 (si veda sopra).
  • Nella voce B.4.11.1 va dichiarata la Certificazione CeClil oppure il la certificazione ottenuta a seguito di positiva frequenza dei percorsi di perfezionamento in CLIL di cui al Decreto Dipartimentale 23 giugno 2022 (sono i corsi da 20 CFU erogati a favore dei docenti in servizio).
  • Nella voce B.4.11.2 vanno dichiarati i corsi di perfezionamento sulla metodologia CLIL della durata pari a 60 CFU, purché congiunti alla certificazione nella relativa lingua straniera di almeno livello C1
  • Nella voce B.4.13.1 possono essere dichiarati in genere tutti i diplomi\corsi di perfezionamento (BES, DSA, ecc.) compresi quelli sulla metodologia CLIL.

PER LA SCUOLA DELL’INFANZIA

  • Nella voce B.18 va dichiarato il titolo di perfezionamento CLIL che soddisfa i requisiti di cui al DM 249/2010 (si veda sopra).
  • Nella voce B.19 va dichiarata la Certificazione CeClil oppure il la certificazione ottenuta a seguito di positiva frequenza dei percorsi di perfezionamento in CLIL di cui al Decreto Dipartimentale 23 giugno 2022 (sono i corsi da 20 CFU erogati a favore dei docenti in servizio).
  • Nella voce B.20 (seconda voce) vanno dichiarati i corsi di perfezionamento sulla metodologia CLIL della durata pari a 60 CFU, purché congiunti alla certificazione nella relativa lingua straniera di almeno livello B2 (in questo caso, diversamente dalla scuola secondaria, si possono inserire i CLIL congiunti anche a certificazione linguistica di livello B2).
  • Nella voce B.21 possono essere dichiarati in genere tutti i diplomi\corsi di perfezionamento (BES, DSA, ecc.) compresi quelli sulla metodologia CLIL (qualora posseduti senza la certificazione linguistica nella relativa lingua). 

 

ARTICOLI PIÙ POPOLARI

ULTIMI ARTICOLI