fbpx
martedì, Maggio 17, 2022
HomeConcorsiAbilitazione rumena: USR dispongono la riammissione con riserva dei candidati esclusi dalle...

Abilitazione rumena: USR dispongono la riammissione con riserva dei candidati esclusi dalle GM2018

Con decreto  739 del 8 Luglio 2020, l’USR Lombardia ha disposto la revoca dei propri decreti n. 1948/2019 e 3272/2019 nella parte in cui hanno disposto l’esclusione dei seguenti candidati dalle relative graduatorie di merito del concorso indetto con D.D.G. 85/2018. I candidati restano pertanto inseriti con riserva nelle graduatorie per le regioni e le classi di concorso indicate, alle posizioni e con il punteggio indicati.

PARTECIPAZIONE AL CONCORSO 2018 CON RISERVA
L’art.  3, comma 4, del D.D.G. 85/2018 (Bando del Concorso 2018), disponeva l’ammissione con riserva dei candidati che avessero conseguito il titolo abilitante all’estero entro il 31 maggio 2017 e avessero presentato la domanda di riconoscimento alla Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici entro la data del termine per la presentazione delle istanze di partecipazione alla procedura concorsuale.

LA NOTA 5636 DEL 2 APRILE 2019
Senonché i candidati in possesso di abilitazione rumena, erano stati esclusi dalle relative graduatorie di merito sulla base della nota MIUR  5636 del 02/04/2019, avente ad oggetto “Chiarimenti ed informazioni ai cittadini italiani che hanno concluso in Romania i percorsi denominati Programulul de Studii psichopedogogice, Nivel I e Nivel II, e ne hanno chiesto il riconoscimento in Italia”  nella quale si afferma che “la formazione svolta dai cittadini italiani non è riconosciuta dalla competente autorità rumena Ministerul Educatei Nationale si Cercetarii Stiintifice – Directia Generala Resurse Umane si Retea Scolara Nationala” e di conseguenza non può essere riconosciuta dal MIUR; – il CIMEA ha chiarito che “la qualifica attestata dal Ministero Rumeno agli italiani ad esito di apposito corso di formazione psicopedagogica, Adeverinta, è condizione necessaria ma non sufficiente al fine dell’esercizio della professione d’insegnante”.

RIAMMISSIONE IN GRADUATORIA
La legittimità della nota MIUR è stata messa fortemente in discussione in questi mesi dalla giustizia amministrativa che, con numerosi pronunciamenti, ha accolto i ricorsi dei candidati esclusi dalle graduatorie di merito con conseguente annullamento degli atti impugnati.
L’USR Lombardia, similmente ad altri uffici scolastici Regionali (vedi USR Sicilia e altri), ha quindi disposto il reinserimento con riserva nelle relative graduatorie di merito del concorso indetto con D.D.G. 85 dell’1 febbraio 2018 in esecuzione delle sentenze e ordinanze di riammissione candidati con titolo rumeno.
Resta fermo che le Autorità nazionali sono chiamate a valutare la congruità delle formazioni conseguite all’estero, nei termini chiariti dalla giurisprudenza europea.. In particolare, nel procedimento di riconoscimento il Ministero è chiamato unicamente alla verifica che, per il rilascio del titolo di formazione ottenuto in un altro Stato membro al termine di formazioni in parte concomitanti, la durata complessiva, il livello e la qualità delle formazioni a tempo parziale non siano inferiori a quelli delle formazioni continue a tempo pieno (Vedi Sentenza TAR Lazio 29 maggio 2020, n. 5732).

Vedi Decreto USR Lombardia
Vedi Sentenza TAR Lazio del 29 maggio 2020, n. 5732
5636 DEL 2 APRILE 2019

ARTICOLI CORRELATI

ARTICOLI PIÙ POPOLARI

ULTIMI ARTICOLI