fbpx
giovedì, Febbraio 9, 2023
HomeAssegnazioni \ UtilizzazioniDomanda di Utilizzazione - Guida alla compilazione

Domanda di Utilizzazione – Guida alla compilazione

L’utilizzazione è un movimento annuale che ha prevalentemente la finalità di consentire al personale in esubero o senza sede, oppure al personale trasferito in una sede disagiata in quanto perdente posto, di poter prestare servizio per un anno in una scuola più comoda richiesta dallo stesso lavoratore.
Un altro caso tipico è rappresentato dal docente titolare su posto comune ma in possesso del titolo di sostegno, il quale può chiedere di essere utilizzato su posto di sostegno.

DATE
A partire da oggi, 13 Luglio 2020 e fino al 24 Luglio è possibile presentare le istanze di assegnazione provvisoria e utilizzazione. 

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE
La presentazione delle domande avverrà on line per i docenti mentre per il personale ATA, il personale educativo e Docenti assunti ex DDG 85/2018 (FIT che ripetono l’anno di formazione e prova) dovrà avvenire mediante il modello cartaceo.

ISTANZE ON LINE
Le funzioni sono disponibili sul sito https://www.istruzione.it/polis/Istanzeonline.htm. Dopo aver inserito Username e Password nella sezione “Accedi ai servizi” , viene prospettata l’Home page di “Istanze online”.
Le domande di mobilità annuale (assegnazione provvisoria e utilizzazione) distinte per grado\ordine di scuola e sono identificate dalla dicitura “Mobilità Organico di Fatto per Scuola II grado” o “Mobilità Organico di Fatto per Scuola I grado”.
È necessario compilare una distinta domanda per ciascun ordine\grado di scuola richiesto con l’utilizzazione. 
Utilizzazione1Oltre al testo per la compilazione della domanda sono presenti altri servizi di corredo.
Tra questi servizi evidenziamo:

1. “Riferimenti normativi e scadenze amministrative”. E’ il link alla pagina che contiene la normativa che disciplina la mobilità del personale della scuola (C.C.N.I. e O.M.) e i bollettini ufficiali delle scuole.

2. ”Assistenza Web” E il link che permette la consultazione delle Faq (risposte alle domande più frequenti).
3. “Istruzioni per la compilazione”.


A sinistra della pagina, inoltre, è presente la seguente sezione “Archivio” contenente i documenti personali dell’utente, quali, ad esempio, quelli relativi alla registrazione. Ogni volta che l’utente effettua la procedura di invio di una domanda, nell’archivio viene inserito il .pdf con il modulo domanda compilato.

Per accedere alla compilazione occorre cliccare sul tasto “Vai alla Compilazione” per l’ordine\grado di scuola per cui si vuole presentare domanda. 
In questa fase, il sistema verifica se l’utente ha effettivamente diritto ad accedere a questa funzione. In caso di esito negativo verrà prospettato un messaggio di errore. 
Dopo aver selezionato il pulsante “Vai alla compilazione” appare la pagina di istruzioni:
Utilizzazione2Per proseguire “cliccare” su “Accedi

VISUALIZZAZIONE DATI ANAGRAFICI, RECAPITO, RESIDENZA E RUOLO
Dalla pagina di “Istruzioni”, dopo aver selezionato il tasto “Avanti”, viene prospettata la pagina seguente: 
Utilizzazione3
I dati anagrafici, di recapito e di ruolo sono protetti, quindi non sono modificabili. Per modificare i dati di residenza “cliccare” su “Modifica Dati Residenza”. In particolare:

  • I dati anagrafici sono quelli conosciuti al Sistema informativo della Pubblica Istruzione, se non corrispondono a quelli reali, rivolgersi all’istituzione scolastica di servizio ovvero all’Ufficio scolastico provinciale della provincia di titolarità;
  • la casella di posta elettronica è quella a cui verranno inviate tutte le comunicazioni relative alla domanda di mobilità;
  • il numero del cellulare è quello a cui verranno inviate tutte le comunicazioni relative alla domanda di mobilità. Se non è corretto, variarlo accedendo alla funzione “Variazione numero di telefono cellulare” che si trova nella sezione “Gestione Utenze” dell’home page;
  • i dati di residenza sono quelli che verranno scritti sulla prima pagina del modulo domanda, se non sono corretti modificarli utilizzando la funzione “Variazione dati recapito” disponibile tra le “Funzioni di servizio”;
  • i dati relativi alla titolarità sono quelli conosciuti al Sistema informativo della Pubblica Istruzione, se non corrispondono a quelli reali, rivolgersi all’istituzione scolastica di servizio ovvero all’Ufficio scolastico provinciale della provincia di titolarità.

MENÙ GESTIONE DOMANDE
A questa pagina si accede cliccando su “Avanti” sulla pagina di visualizzazione dei dati anagrafici, recapito, residenza e ruolo. La pagina serve a guidare il docente nella scelta delle operazioni che può effettuare.

In tale schermata l’utente potrà procedere alla compilazione delle varie domande di mobilità annuale. Sono disponibili 3 opzioni:

  • Domanda di Utilizzazione provinciale
  • Domanda di Utilizzazione interprovinciale
  • Domanda di Assegnazione provvisoria (sia provinciale che interprovinciale)

Utilizzazione4

Nel caso in cui l’utente abbia già compilato la domanda, nella prima parte della pagina viene visualizzato l’elenco delle domande che il docente ha già inserito. A fianco di ciascuna domanda è riportato lo “stato” della stessa (es: bozza, inviata, invio annullato).
Nelle seconda parte della pagina è presente un bottone per ciascuna domanda che il docente, in base alla sua situazione di titolarità e ruolo, ha diritto a presentare e non ha ancora inserito.
E’ possibile operare su una domanda già inserita, selezionandola e cliccando su “dettaglio” Oppure inserire una nuova domanda, cliccando sul tasto corrispondente “compila“.

DOMANDA DI UTILIZZAZIONE PROVINCIALE – SEZIONE C
A titolo esemplificativo, prenderemo in considerazione il modello relativo all’utilizzazione provinciale per la scuola secondaria di II grado con l’avvertenza che le schermate presentano alcune differenze.

CASELLA 1
Nel campo n. 1 occorre inserire il punteggio spettante per le operazioni di utilizzazione: bisogna inserire un valore numerico anche nella parte decimale.
Tale punteggio corrisponde a quello della graduatoria interna d’istituto che dovrà però essere aggiornato tenendo conto del punteggio maturato nel corso dell’anno. Si ricorda, infatti, che il punteggio delle graduatorie interne d’istituto non tiene conto dell’anno di servizio in corso nonché dell’eventuale ulteriore punteggio per la continuità. Questo dovrà, invece, essere considerato ai fini della domanda di utilizzazione (6 punti per ogni l’anno scolastico in corso più l’eventuale punteggio per la continuità). Inoltre potranno essere considerati ulteriori titoli eventualmente conseguiti recentemente, non considerati nella graduatoria interna d’istituto, purché conseguiti entro il termine previsto per la presentazione delle domande.

CASELLA 2
La seconda casella (l’insegnante è in sovrannumerario ai sensi dell’art. 5 comma 8 del CCNI utilizzazioni) deve essere barrata dai docenti di tutti i gradi di istruzione che, a seguito della riduzione del numero delle classi in organico di fatto, vengono a trovarsi in situazioni di soprannumero totale o parziale, ivi compresi i docenti di sostegno con riferimento alla riduzione del numero degli alunni con disabilità.

CASELLA 3
La terza casella (l’insegnante di cui all’art. 2 comma 1 lettera a del ccni utilizzazioni) deve essere barrata dai docenti che risultino a qualunque titolo senza sede definitiva o in esubero su provincia.
 

CASELLA N. 4
La quarta casella (l’insegnante di cui all’art. 2 comma 1 lettera g del CCNI utilizzazioni) deve essere barrata dai docenti che abbiano superato o stiano frequentando corsi di riconversione professionale, o corsi intensivi per il conseguimento del titolo di specializzazione per l’insegnamento su posti di sostegno.

CASELLA N. 5
La quinta casella (l’insegnante di cui all’art. 2 comma 1 lettera m del CCNI utilizzazioni) deve essere barrata dai docenti, anche non in esubero, in possesso dei requisiti di cui ai commi 1 e 2 dell’art. 3 del D.M. n. 8 del 31 gennaio 2011 che chiedono di essere utilizzati, in particolare nella scuola primaria anche organizzata in rete, per la diffusione della cultura e della pratica musicale.

CASELLA N. 6
La sesta casella (‘insegnante è appartenente a classe di concorso o posto in esubero nella provincia oppure appartiene ad una delle categorie previste dal C.C.N.I.). 
Devono barrare questa casella i docenti appartenenti a classi di concorso in esubero a livello provinciale o gli altri docenti che, appartengono ad una delle altre categorie previste dal CCNI che hanno diritto a presentare domanda di utilizzazione, ma non rientranti nelle casistiche precedenti (es. docenti titolari su posto di comune che chiedono l’utilizzazione su posto di sostegno nello stesso ruolo di appartenenza).

Il campo 6 deve essere necessariamente impostato a “Si” nel caso di utilizzazione interprovinciale oppure di utilizzazione provinciale per docenti titolari su un ordine scuola diverso dalla scuola secondaria.
Il campo 2 non è presente nella domanda di utilizzazione interprovinciale oppure di utilizzazione provinciale per docenti titolari su un ordine scuola diverso dalla scuola secondaria.

Utilizzazione5

DOMANDA DI UTILIZZAZIONE PROVINCIALE – SEZIONE D
In tale sezione vanno indicate eventuali precedenze di cui beneficia il docente. Tale sezione delle precedenze è presente sia per le domande di utilizzazione che per le domande di assegnazione provvisoria, anche se differiscono di poco (nell’assegnazione provvisoria manca la precedenza 15 ma sono presenti le precedenze 16a, 16b e 16c)

Utilizzazione6Per inserire un comune nella casella 10 “cliccare” sul pulsante “Scegli”. (Per cancellare un comune precedentemente inserito “cliccare” sul pulsante “Cancella”). Dopo aver selezionato il pulsante “Scegli” in corrispondenza di una delle due caselle appare un elenco di comuni, fra i quali scegliere quello di interesse. Selezionare un codice e “cliccare” su “Conferma”.
Se fra i comuni elencati non è presente quello che si desidera inserire, consultare i “Bollettini ufficiali” relativi al ordine\grado per cui si sta presentando domanda. Possono essere inseriti (e quindi compaiono nell’elenco) solo i comuni presenti sui Bollettini che contengono almeno un’istituzione scolastica che riporta la dicitura “esprimibile dal personale docente”.
Se le condizioni indicate non si verificano, inserire un altro comune valido su cui si ha diritto al ricongiungimento (ovvero valido per l’assistenza), scegliendolo in base alle indicazioni del C.C.N.I. sulla mobilità del personale della scuola.

UTILIZZAZIONI CON PRECEDENZA
Tale sezione, presente solo per le domande di utilizzazione, permette di selezionare alcune situazioni in cui spetta la precedenza nelle operazioni di utilizzazione.
Utilizzazione7Il campo 17 non è presente nelle domande di utilizzazione interprovinciale oppure di utilizzazione provinciale per docenti titolari su un ordine scuola diverso dalla scuola secondaria. I campi 18, 19 e 20 non devono essere inseriti per domande interprovinciali.

ALTRE INDICAZIONI
Questa schermata è presente solo per le utilizzazioni. I campi 28 e 29 indicano eventuali tipi di utilizzazioni. 
Utilizzazione8TITOLI POSSEDUTI
Le abilitazioni al campo 31 possono essere indicate solo se il docente è titolare in esubero nella provincia (quindi se ha impostato “Si” al campo 6). La casella 30 deve essere necessariamente compilata se al campo 33, il docente richiede anche (o solo) posti di sostegno. Analogamente, se vengono indicati uno dei titoli (di specializzazione) al campo 30 occorre indicare necessariamente richiedere “posti di sostegno” al campo 33.
Il docente in possesso del titolo polivalente (valido per tutti i tipi di disabilità) dovrà barrare tutte e tre le caselle.
Utilizzazione9

TIPI DI POSTO
In questa sezione il docente può richiedere il movimento per posto normale e\o per posto di sostegno. Può inoltre richiedere eventualmente anche corsi serali e può esprimere la preferenza per cattedre orarie esterne (nello stesso Comune oppure anche in Comuni differenti).

Utilizzazione10

SEZIONE M – ULTERIORI CLASSI DI CONCORSO
La seguente sezione è presente solo per le utilizzazioni e può essere compilata solo se il docente è titolare in esubero (ha impostato “Si” al campo 5).
In tale sezione occorre riportare i codici delle classi di concorso, diverse da quella di titolarità, sulle quali il docente, appartenente a classe di concorso in esubero, chiede di essere utilizzato a domanda.
Si ricorda a tal fine che il personale in esubero su provincia, appartenente a classe di concorso o ruolo in esubero, viene utilizzato anche d’ufficio in altra classe di concorso o posto, comunque nell’ambito di un unico grado di istruzione, nel seguente ordine:

a) insegnamenti richiesti per l’utilizzazione a domanda per i quali si possiede l’abilitazione;

b) altri insegnamenti per cui si possiede l’abilitazione;

c) insegnamenti a cui può accedere sulla base dei titoli di studio posseduti. L’utilizzazione d’ufficio su posti di sostegno del personale in soprannumero è disposta solo se l’interessato è in possesso del previsto titolo di specializzazione nonché qualora stia frequentando l’apposito corso di formazione.
Utilizzazione11Quando al campo 31 o 37 per le utilizzazioni si clicca su “Scegli abilitazione” oppure “Scegli classe di concorso”, appare un elenco di classi di concorso, ordinabile per codice o denominazione. Dopo averne selezionato uno devo selezionare il tasto “Conferma” in fondo alla schermata.

PREFERENZE
Questa è la sezione per l’inserimento delle preferenze. “cliccare” su “Scegli Preferenza” in corrispondenza di ciascuna preferenza che si vuole inserire. E’ necessario inserire una preferenza alla volta. (Per cancellare una preferenza precedentemente inserita “cliccare” sul pulsante “Cancella”). 

Dopo aver selezionato il pulsante “Scegli” appare la seguente schermata per le domande provinciali:

Utilizzazione12Mentre per le domande interprovinciali la schermata è la seguente:

Utilizzazione13

“cliccare” sul bottone che corrisponde alla tipologia di codice che si deve inserire e, nella pagina che viene proposta, selezionare un codice e “cliccare” su “Conferma”.
A seconda del pulsante selezionato viene visualizzato l’elenco delle scuole, dei comuni o dei distretti richiedibili o delle province. In ogni caso, si deve selezionare un codice e “cliccare” su “Conferma”. La casella viene riempita con il codice selezionato.

ALLEGATI
In tale sezione è possibile allegare dei documenti alla domanda (fino ad un massimo di 9 documenti). Cliccare sul tasto “Scegli Allegato”:
Utilizzazione14Viene prospettata la possibilità di importare un documento già presente nello storico dei documenti del docente cliccando sul tasto “Importa da storico allegati” (per la gestione dello storico degli allegati si rimanda alla guida operativa IOL_guidaoperativa_gestione_allegati-1.0.doc). 
Se invece il docente non deve allegare nessun documento alla domanda ma ha la necessità di consegnare agli uffici competenti dei documenti cartacei allora deve cliccare sul tasto “Allega documento da consegnare a mano”. 
Qui il docente deve selezionare una voce “Documento cartaceo da consegnare a mano” e cliccare sul tasto “Allega”: questa operazione fornisce agli uffici competenti l’informazione che alla domanda è allegato un documento cartaceo che non è stato acquisito a sistema.

INSERIMENTO DELLA DOMANDA
Completato l’inserimento di tutti i dati della domanda, “cliccare” su “Inserisci”, che si trova in fondo alla pagina. Compare la pagina per l’inserimento codice personale. Inserire il proprio codice personale e “cliccare” su “Conferma”. La domanda è stata inserita e il Sistema lo segnala mostrando l’elenco delle domande inserite, con la domanda in questione in stato di “in bozza”.

INVIO DELLA DOMANDA
Per accedere alla funzione, si deve cliccare sul bottone “Invia la domanda” presente in fondo alla pagina di visualizzazione dei dati della domanda. Viene mostrata una pagina per la scelta dell’ufficio a cui inviare la domanda. Il sistema propone l’ufficio scolastico provinciale della provincia a cui è indirizzata la domanda come unico ufficio a cui inviare la domanda. Compare, una pagina di conferma in cui, se si vuole procedere, bisogna indicare “Si” e cliccare su “conferma” e di seguito la pagina per l’inserimento codice personale, sulla quale si deve inserire il codice personale e “cliccare” su “conferma”. 
Se il codice personale digitato è corretto, al tasto “conferma” la domanda viene inviata.
Se l’operazione va a buon fine, il Sistema prospetta l’elenco delle domande del docente con lo stato della domanda impostato a “Inviata”.
Se l’operazione termina con successo, al docente viene inviata un’e-mail come notifica dell’avvenuto invio della domanda. Inoltre viene creato un .pdf contenete il modulo domanda compilato e le autocertificazioni inserite; il .pdf viene inserito nella sezione “Archivio” presente sulla Home Page di Istanze online. 
Accedere alla sezione “Archivio” presente sulla Home Page di Istanze online e verificare la congruenza delle informazioni presenti sul .pdf.

ANNULLA INVIO DELLA DOMANDA
Dopo aver effettuato l’invio (inoltro) della domanda, l’utente può eventualmente annullare l’invio, modificare la domanda e procedere a un nuovo invio. Per accedere alla funzione, si deve cliccare sul bottone “Annulla Invio” presente in fondo alla pagina di visualizzazione dei dati della domanda.
Si apre una pagina di conferma per l’inserimento codice personale, sulla quale si deve inserire il codice personale e “cliccare” su “conferma” Se il codice personale digitato è corretto, al tasto “conferma” viene effettuato l’annullamento dell’invio.

ARTICOLI CORRELATI

ARTICOLI PIÙ POPOLARI

ULTIMI ARTICOLI