fbpx


OBIETTIVO SCUOLA

PORTALE DI INFORMAZIONE SCOLASTICA

Concorso Straordinario

Tutto sul concorso straordinario

DETTAGLI

Speciale Graduatorie Provinciali

Vedi lo speciale sulle Graduatorie provinciali per le supplenze (GPS)

DETTAGLI

Elenco scuole d'Italia

Vedi l'elenco di tutte le scuole Statali e paritarie d'Italia e i relativi indirizzi email

DETTAGLI

È arrivata finalmente la firma da parte del Capo dello Stato del Decreto contenente "MisurePresidente Sergio Mattarella di straordinaria necessità ed urgenza in materia di reclutamento del personale scolastico e degli enti di ricerca e di abilitazione dei docenti" (c.d. "Salva precari"). Il Decreto, approvato dal Consiglio dei Ministri il 10 ottobre, era in attesa del via libera del Presidente Mattarella che sembrerebbe essere arrivato nella giornata di oggi, come si legge dal sito ufficiale del Quirinale.
Questa lunga attesa è stata giustificata dai dubbi di legittimità costituzionale evidenziati dal Presidente della Repubblica a cui compete il controllo in questione. Due le questioni che hanno preoccupato il Capo dello Stato e che secondo indiscrezioni sarebbero state oggetto di opportune modifiche nella nuova versione del decreto
: il concorso straordinario e il concorso per i DSGA.
Attendiamo di conoscere il testo definitivo per verificare il contenuto delle modifiche apportate rispetto al testo licenziato dal Consiglio dei Ministri nella seduta del 10 ottobre. 


CONCORSO STRAORDINARIO
Il testo approvato in Consiglio dei Ministri consentiva la partecipazione al concorso straordinario, nell'ambito del quale saranno banditi 24.000 posti, dei soli docenti con 3 anni di servizio svolti nelle scuole Statali, escludendo in questo modo i docenti che insegnano nelle scuole paritarie e nei centri di formazione professionali (questi ultimi limitatamente ai corsi per l'assolvimento dell'obbligo scolastico). Tale limitazione, secondo quanto emerge dal Quirinale, potrebbe essere considerata discriminante e potrebbe alimentare un’ondata di ricorsi amministrativi che rischierebbero di paralizzare le procedure concorsuali. Ciò tanto più alla luce del fatto che "i percorsi abilitanti" per i docenti esclusi dal concorso straordinario, sono ancora in alto mare. 
Il Presidente Mattarella avrebbe quindi richiesto al MIUR di modificare i requisiti di accesso al concorso, consentendo la partecipazione anche ai docenti con servizio nelle scuole paritarie. 
Il MIUR avrebbe accolto le richieste del Capo dello Stato, consentendo la partecipazione dei docenti con servizio nella scuola paritaria ma "ai soli fini abilitativi". In altri termini, gli insegnanti delle scuole paritarie potranno concorrere esclusivamente ai fini del conseguimento dell'abilitazione all'insegnamento ma non potranno concorrere ai fini dell'immissione in ruolo, riservata esclusivamente ai docenti con servizio nelle scuole Statali. Pertanto, nel caso in cui conseguiranno nella prova computer based una votazione non inferiore ai 7\10, avranno la possibilità di conseguire l'abilitazione all'insegnamento e di iscriversi nella seconda fascia delle graduatorie d'istituto. 

CONCORSO DSGA
L'altro punto messo in discussione è quello del Concorso per DSGA (Direttori dei servizi generali e amministrativi). Il decreto approvato il 10 di ottobre prevedeva un concorso riservato agli assistenti amministrativi facenti funzione di DSGA, con almeno tre anni di servizio maturati al 31 agosto 2019, anche se sprovvisti di titolo di studio. Nelle intenzioni dei sindacati si trattava quindi di un concorso volto a stabilizzare i c.d. "facenti funzione" cioè coloro che, pur in assenza del titolo di studio richiesto, hanno ricoperto la funzione di DSGA.
Il decreto modificato dovrebbe ripristinare la laurea come titolo di accesso necessario al concorso, nonostante la contrarietà dei sindacati.

PRESTO LA PUBBLICAZIONE IN GAZZETTA UFFICIALE
Dopo la firma del Presidente della Repubblica, nei prossimi giorni si attende la sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale in modo da dare avvio alle procedure concorsuali entro il 2019, come previsto dal decreto approvato il 10 ottobre. Il decreto legge per sua natura sarà immediatamente efficace dal momento della pubblicazione in Gazzetta ma dovrà essere convertito in legge entro 60 giorni pena la sua decadenza.
Ricordiamo che, come previsto dal Decreto, concorso straordinario e concorso ordinario saranno banditi contestualmente. 

MAD doocenti.it

MAD doocenti.it

plg_search_content_improved
Categorie
Cerca - Contatti
Search - Tags

certificazioni informatiche

dattilografia

Sconti edises1

Concroso edises grande