Questo sito utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca su maggiori informazioni. Condividiamo inoltre informazioni sull'uso del nostro sito con i nostri social media, pubblicità e analytics partner. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie. Per nascondere questo messaggio clicca su chiudi.

OBIETTIVO SCUOLA

PORTALE DI INFORMAZIONE SCOLASTICA


  speciali concorsiconcorsi 2020 speciale concorso straordinario speciale procedurabilitanteconcorso ordinario infanzia primariaspeciale aggiornamentogr

FAQ 24CFU
FAQ N. 1

Cosa sono i 24 CFU\CFA?
I 24 CFU\CFA sono credi
ti formativi universitari o accademici (CFU/CFA) nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche introdotti dal D.lgs 59/2017 come requisito di accesso al concorso ordinario per la scuola secondaria.
La legge finanziaria 2019 e il DM 92/2019 hanno individuato i 24 CFU come requisito di accesso anche ai percorsi i specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità (c.d. TFA sostegno).
Infine, il Decreto scuola (Decreto Legge 126/2019 convertito in Legge con modificazioni dalla Legge 20 dicembre 2019, n. 159) ha disposto il possesso dei 24 CFU/CFA anche per i nuovi inserimenti nella terza fascia delle graduatorie d'istituto".

FAQ N. 2

A quanti ambiti si riferiscono i 24 CFU\CFA?
I 24 CFU\CFA si riferiscono a quattro diversi ambiti:

  • pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell'inclusione (Ambito A)
  • psicologia (Ambito B);
  • antropologia (Ambito C);
  • metodologie e tecnologie didattiche (Ambito D).

Tuttavia è possibile possedere tali crediti anche in soli 3 dei 4 ambiti suddetti purché sia garantito il possesso di almeno 6 crediti in ciascuno dei tre ambiti dei quattro indicati e fermo restando il possesso di 24 CFU complessivi.

Esempio:

  • Pedagogia 12 CFU
  • Psicologia 6 CFU
  • Antropologia 6 CFU

Oppure:

  • Psicologia 9 CFU
  • Pedagogia 9 CFU
  • Metodologie e tecnologie didattiche 6 CFU".

FAQ N. 3

I 24 CFU\CFA sono necessari per l'aggiornamento delle graduatorie d'istituto?
No. Sono necessari solo per i nuovi inserimenti".

FAQ N. 4

Gli insegnanti tecnico pratici (ITP) sono esonerati dal possesso dei 24 CFU?
Per quanto riguarda il concorso ordinario, gli ITP sono esonerati in quanto i nuovi requisti (compresi i 24 CFU) saranno richiesti per la partecipazione ai concorsi banditi successivamente all'anno scolastico 2024/2025. Analoga previsione è stata stabilita dal DM 92/2019 con riferimento al corso di specializzazione per le attività di sostegno (c.d. TFA sostegno). 
Con riferimento alle graduatorie d'istituto, invece, il Decreto scuola (Decreto Legge 126/2019 convertito in Legge con modificazioni dalla Legge 20 dicembre 2019, n. 159) ha disposto il possesso dei 24 CFU/CFA per i nuovi inserimenti nella terza fascia delle graduatorie d'istituto, non disponendo in tal caso nessuna eccezione e nessun esonero.
Ne deriva che, allo stato attuale delle cose e in mancanza di ulteriori chiarimenti, i 24 CFU\CFA sembrano richiesti per i nuovi inserimenti nelle graduatorie". 

FAQ N. 5

Per la partecipazione al concorso ordinario, i docenti abilitati sono esonerati dal possesso dei 24 CFU\CFA?
Si, i docenti abilitati sono esonerati dal possesso dei 24 CFU\CFA. Ciò è vero sia nel caso di "abilitazioni specifiche" nella stessa classe di concorso sia nel caso di abilitazioni in altre classi di concorso \ ordini di scuola. 
Ad esempio, i docenti abilitati nella scuola primaria\infanzia (anche tramite diploma magistrale ante 2001/2002) per poter concorrere nella scuola secondaria dovranno possedere un titolo di studio che permetta di insegnare nella scuola secondaria (di I e\o di II grado). 
Non sarà necessario possedere i 24 CFU nelle discipline antro-psico-pedagogiche e nelle metodologie didattiche in quanto il comma 5 del D.lgs 59/2017 li esonera dal possesso i docenti abilitati anche su altro ordine\grado di scuola".
Tale esonero si applica solo al concorso ordinario non essendo invece richiamato né con riferimento alla partecipazione al corso di specializzazione per il sostegno né per i nuovi inserimenti nelle graduatorie".

FAQ N. 6

Gli insegnanti tecnico-pratici (ITP), esonerati dal possesso dei 24 CFU, dovranno comunque sostenere la prova relativa alle discipline antro-psico-pedagogiche e nelle metodologie didattiche?

SI. La seconda prova del concorso ordinario ha l'obiettivo di valutare il grado delle conoscenze e competenze del candidato sulle discipline antropo-psico-pedagogiche e sulle metodologie e tecnologie didattiche.
Gli insegnanti tecnico pratici sono semplicemente esonerati dal requisiti di accesso dei 24 CFU ma dovranno comunque sostenere, come tutti gli altri, la seconda prova relativa alle discipline antro-psico-pedagogiche e nelle metodologie didattiche".

FAQ N. 7

Per i 24 CFU nelle discipline antro-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche, è sufficiente un'autocertificazione?

NO, come precisa la nota MIUR n. 3675 del 7 febbraio 2018 i CFU devono essere certificazioni esclusivamente dall'istituzione universitaria dove il percorso formativo è stato svolto e non può essere sostituita da mere certificazioni dello studente. Tale certificazione dovrà indicare gli insegnamenti e le attività formative svolte, i settori disciplinari di afferenza, le votazioni riportate agli esami e i crediti formativi acquisiti.
Ciò in quanto ai fini della validità dei 24 CFU\CFA non è sufficiente la corrispondenza dei settori disciplinari ma è altresì necessaria la coerenza con gli obiettivi formativi, i contenuti e le attività formative di cui al DM 616/2017, coerenza che dovrà essere valutata dagli atenei\istituzioni AFAM".

FAQ N. 8

In che modalità possono essere conseguiti i 24 CFU\CFA?

I 24 CFU possono essere acquisiti in forma curricolare, aggiuntiva o extra curricolare presso Università Statali e Private o presso Istituzioni AFAM (Alta Formazione Artistica e Musicale), comprese le telematiche. Non possono essere acquisiti in modalità telematiche per più di 12 CFU. 
Questo significa che i 24 CFU potranno essere conseguiti anche presso università telematiche ma queste dovranno garantire che almeno 12 CFU siano erogati in modalità non telematica con corsi in presenza, pur non essendo necessariamente previsto l'obbligo di frequenza". 

FAQ N. 9

È indifferente l'acquisizione dei CFU o dei CFA?
Si, non rileva l'acquisizione dei CFU (Crediti Formativi Universitari) o dei CFA (Crediti Formativi Accademici). Tuttavia occorre fare attenzione che, secondo quanto disposto dal DM 616/2017, alcuni esami\crediti sono validi per l'accesso a tutte le classi di concorso (indipendentemente che si tratti di CFU o CFA) mentre altri, in quanto specifici per alcune CDC, potranno essere riconosciuti e certificati solamente per alcune classi di concorso". 

FAQ N. 10

I docenti con 3 anni di servizio sono esonerati dal possesso dei 24 CFU per la partecipazione al concorso ordinario e al corso di specializzazione su sostegno?
No, non è più previsto l'esonero previsto dal D.lgs 59/2017 in prima applicazione. Tale norma è infatti stata abrogata alla luce della previsione del concorso straordinario appositamente destinato ai docenti con tre annualità di servizio".

 

FAQ N. 11

I CFU\CFA possono essere conseguiti anche sotto forma di Master?
Si. I 24 CFU\CFA possono essere conseguiti in forma curricolare o aggiuntiva, compresi i Master universitari o accademici di primo e di secondo livello, i Dottorati di ricerca e le Scuole di specializzazione, nonché quelli relativi a singoli esami extracurricolari".

 

FAQ N. 12

I CFU\CFA possono essere conseguiti anche sotto forma di Master?
Si. I 24 CFU\CFA possono essere conseguiti in forma curricolare o aggiuntiva, compresi i Master universitari o accademici di primo e di secondo livello, i Dottorati di ricerca e le Scuole di specializzazione, nonché quelli relativi a singoli esami extracurricolari purché relativi ai settori indicati dal DM 616/2017 e coerenti con gli obiettivi formativi, i contenuti e le attività formative previste dal suddetto decreto".

 

FAQ N. 13

I CFU\CFA possono essere conseguiti anche sotto forma di Master?
Si. I 24 CFU\CFA possono essere conseguiti in forma curricolare o aggiuntiva, compresi i Master universitari o accademici di primo e di secondo livello, i Dottorati di ricerca e le Scuole di specializzazione, nonché quelli relativi a singoli esami extracurricolari purché relativi ai settori indicati dal DM 616/2017 e coerenti con gli obiettivi formativi, i contenuti e le attività formative previste dal suddetto decreto".

FAQ N. 14

Come si procede nel caso di studenti con più carriere universarie?
Nel caso di competenze acquisite dallo studente nell'ambito di più carriere universitarie\accademiche, la certificazione dovrà comunque essere presentata in un unico documento (certificazione unica di tutti i 24 CFU\CFA) che deve essere rilasciata dall'Istituzione che per ultima in ordine di tempo ha erogato le attività formative richieste.
In particolare: 

a) la singola Università potrà rilasciare attestati riguardanti esclusivamente le attività svolte presso la stessa; tali attestati dovranno indicare le attività svolte, comprese di SSD, CFU, votazione finale ed obiettivi formativi e/o programma affrontato dal candidato (attestazioni parziali).

b) sulla base delle suddette attestazioni l’Istituzione presso cui lo studente/candidato chiede il completamento del percorso formativo, rilascerà apposita certificazione finale, previa verifica del raggiungimento complessivo degli obiettivi formativi previsti ai sensi dell’art. 3, comma 5 del DM 616/17".

 

FAQ N. 15

Gli studenti già iscritti presso corsi di studio delle istituzioni universitarie/accademiche possono conseguirli durante il loro percorso di studio?
Si. Gli gli studenti iscritti ai corsi di studio delle istituzioni universitarie/accademiche e che accedono, contemporaneamente, agli insegnamenti dei percorsi formativi per il conseguimento dei 24 CFU, la durata normale del corso di studio frequentato è aumentata di un semestre ad ogni fine relativo alla posizione di studente in corso, anche con riferimento alla fruizione dei servizi di diritto allo studio.
Il semestre aggiuntivo è riconosciuto agli studenti iscritti a un corso di laurea o laurea magistrale dell’Ateneo che facciano domanda per acquisire totalmente o anche solo parzialmente i 24 CFU come crediti aggiuntivi e non curriculari. Tale estensione di durata del corso di studio può avvenire una sola volta nella carriera dello studente. In particolare, se uno studente non completa il percorso per l’acquisizione dei 24 CFU nei tempi previsti e richiede una nuova iscrizione a tale percorso, non usufruisce di alcun ulteriore allungamento della durata normale del proprio corso di studi".

  

FAQ N. 16

I CFU\CFA possono essere conseguiti dagli iscritti ad un Dottorato o ad una scuola di Specializzazione?
Gli iscritti ad un Dottorato o ad una Scuola di Specializzazione possono acquisire i 24 CFU durante il loro percorso formativo, a meno che ciò sia escluso dalle disposizioni che disciplinano i corsi frequentati.
In tale fattispecie non trova applicazione l’estensione dei 6 mesi del percorso, in quanto incompatibile con le norme che regolano i Dottorati e la durata delle singole Scuole di Specializzazione. La partecipazione a percorsi formativi attivati presso Istituzioni diverse da quella di “appartenenza” da parte di un dottorando/specializzando già iscritto presso un Istituzione universitaria è da ritenersi possibile solo in presenza di una convenzione fra tali istituti che preveda, peraltro, la validità reciproca del percorso formativo effettuato dallo studente".

 

FAQ N. 17

I 24 CFU\CFA possono essere considerati per soddisfare i requisiti di accesso alle varie classi di concorso?
Si. Qualora coincidano, i crediti acquisiti all'interno del percorso per i 24 CFU possono essere contati anche per il soddisfacimento dei requisiti, espressi in termini di possesso di crediti in determinati SSD, per l’accesso alle classi concorsuali per l’insegnamento. 
Ad esempio, i CFU in M-PSI/01 conseguiti all'interno di detti percorsi volti al conseguimento dei 24 CFU possono essere considerati utili anche ai fini del soddisfacimento dei requisiti di accesso per la classe di concorso A-18 (Filosofia e scienze sociali)".

 

FAQ N. 18

I 24 CFU\CFA servono anche per il concorso straordinario e\o per la procedura straordinaria abilitante?
I 24 CFU\CFA non costituiscono requisito di accesso a queste procedure. Tuttavia, i vincitori del concorso straordinario durante l'anno di formazione e prova, qualora non ne siano in possesso, dovranno conseguirli con oneri a carico dello Stato.
Coloro che, invece, saranno inseriti negli elenchi non graduati costituiti dai soggetti che potranno conseguire l'abilitazione all'insegnamento, durante l'anno di abilitazione, ove non ne siano in possesso, dovranno conseguire i 24 CFU\CFA. In questo caso gli oneri saranno a carico del docente". 

 

FAQ N. 19

I 24 CFU\CFA servono anche per il concorso straordinario e\o per la procedura straordinaria abilitante?
L'articolo 1-ter del Decreto Legge 29 ottobre 2019, n. 126 ha previsto che nell'ambito delle metodologie e tecnologie didattiche nonché nei corsi di laurea in scienze della formazione primaria, ovvero nell'ambito del periodo di formazione e di prova del personale docente, sono acquisite le competenze relative alle metodologie e tecnologie della didattica digitale e della programmazione informatica (coding). 
Con decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca sono individuati i settori scientifico-disciplinari all'interno dei quali sono acquisiti i crediti formativi universitari e accademici relativi alle suddette competenze, nonché i relativi obiettivi formativi.
Questo significa che le competenze 
relative alle metodologie e tecnologie della didattica digitale e della programmazione informatica (coding), potranno essere acquisite alternativamente:

  • nell’ambito delle metodologie e tecnologie didattiche (che fanno parte dei c.d. 24 CFU\CFA)
  • nei corsi di laurea in scienze della formazione primaria,
  • nell’ambito del periodo di formazione e di prova del personale docente

Non è quindi necessario acquisire tali competenze nell'ambito dei 24 CFU\CFA in quanto saranno eventualmente acquisite dal docente durante l'anno di formazione e prova. Ad oggi, manca tra l'altro il Decreto Ministeriale di individuazione dei settori disciplinari (SSD) validi a tal fine".

 

24 cfu 1
DM 616/2017
Nota prot. 29999 del 25/10/2017
Nota prot. 35108 del 13/12/2017
Nota prot. 3675 del 07/02/2018
Proposta CUN (Consiglio Universitario Nazionale) sul riconoscimento dei CFU

Pin It

MAD doocenti.it

concorso a cattedra 2019

concorso a cattedra 2019

calcola supplenze

banner scuola piccolo 2019 51

banner infanzia primaria piccolo 1