Questo sito utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca su maggiori informazioni. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie. Per nascondere questo messaggio clicca su chiudi.


OBIETTIVO SCUOLA

PORTALE DI INFORMAZIONE SCOLASTICA

L'On. Lucia Azzolina, sottosegretario all'istruzione, nel corso della diretta Facebook di ieri 13 azzolina1novembre 2019 ha fornito alcune informazioni in merito al Decreto Legge n. 116 del 29/10/2019 contenente "Misure di straordinaria necessità ed urgenza in materia di reclutamento del personale scolastico e degli enti di ricerca e di abilitazione dei docenti" (c.d. Decreto scuola).
Ricordiamo innanzitutto che il decreto legge per sua natura è immediatamente efficace già dal momento della pubblicazione in Gazzetta ma dovrà essere convertito in legge entro 60 giorni pena la sua decadenza. Nel corso del procedimento di conversione in legge potranno essere apportate delle modifiche. A tal proposito saranno proposti vari emendamenti anche da parte del Governo.                              

Di seguito gli emendamenti governativi in cui vi già sostanzialmente l'accordo di tutta la maggioranza. 

Emendamento Quota 100: In sede di conversione in legge del D.L. il Governo presenterà un emendamento relativo ai posti di Quota 100 non ancora attribuiti per l'anno scolastico 2019/20 a causa dei ritardi con cui lo scorso anno le domande di pensionamento sono state convalidate dall'INPS e di conseguenza i posti liberi furono comunicati. Tali posti saranno attribuiti per il 50% alle immissioni in ruolo e al 50% ai trasferimenti. Nell'ambito delle immissioni in ruolo i posti saranno distribuiti equamente fra GAE e GM2016.

Specializzandi sostegno: I docenti specializzandi che stanno frequentando il IV ciclo del corso di specializzazione su sostegno saranno ammessi con riserva sia al concorso ordinario che a quello straordinario, fermo restando gli altri requisiti di accesso.

Accesso al concorso straordinario per i 180x2: Partecipazione con riserva per chi ha due anni di servizio alle spalle che nell'anno 2019\2020 sta insegnando e che in tale anno maturerà il terzo anno scolastico (almeno 180 giorni di servizio anche non continuativi o servizio ininterrotto dal 1° febbraio fino agli scrutini finali).

Call veloce (Chiamata veloce): In sede di conversione, sarà previsto che anche per i docenti inseriti nelle GAE (graduatorie ad esaurimento) vi sarà la possibilità, su base volontaria, di presentare domanda per essere immessi in ruolo in una regione/provincia diversa da quella di attuale collocazione.
Vedi l'approfondimento sulla Call veloce

Docenti ingabbiati: Tali docenti potranno partecipare alla procedura di abilitazione inserita all'interno del concorso straordinario a patto che abbiano il titolo di studio necessario per accedere alla classe di concorso della scuola secondaria e che presentino 3 anni di servizio non nella classe di concorso in cui intendono insegnare ma anche in altro ordine di scuola (es: infanzia\primaria). 
In alternativa, qualora siano in possesso di un anno di servizio specifico nella classe di concorso della scuola secondaria potranno anche partecipare al concorso straordinario ai fini dell'immissione in ruolo.

Docenti corsi IeFP: Anche i docenti con servizio svolto nei centri di formazione professionali, limitatamente ai corsi per l'assolvimento dell'obbligo scolastico, potranno partecipare alla procedura abilitativa inserita all'interno del concorso straordinario.

Docenti servizio Diritti e scuola Puglia: Potranno partecipare al concorso straordinario.

Proroga Diplomati Magistrali: Conformemente all'intesa sottoscritta con i sindacati, si prevederà l'estensione anche per l'anno scolastico 2019\2020 le misure già previste per l'anno scolastico precedente dall'art. 4 comma 1 bis del D.L. 87/2018 (c.d. Decreto Dignità). Quindi, nel caso in cui la decisione giurisprudenziale (negativa) intervenga durante l'anno scolastico 2019\2020, il contratto in essere verrà convertito in contratto a tempo determinato fino al 30 giugno 2020, al fine di salvaguardare la continuità didattica nell'interesse degli alunni scongiurando il rischio di un diffuso e ricorrente avvicendamento dei docenti in corso d’anno. 
D'altra parte vedranno salvaguardati coloro che avrebbero avuto diritto all'immissione in ruolo in forza dei medesimi provvedimenti giurisdizionali. Saranno quindi restituiti i ruoli a chi aveva diritto ad essere inserito nelle GAE.

Di seguito invece gli emendamenti a cura del M5S su cui si discuterà in parlamento.

MAD e riapertura della terza fascia: Il fenomeno delle MAD è divenuto insostenibile e ingestibile da parte delle segreterie scolastiche. Secondo l'On. Azzolina, dato che l'obiettivo di questo Governo è quello di bandire i concorsi regolarmente, non c'è niente di scandaloso nel proporre la riapertura della terza fascia così che per le supplenze brevi si possano chiamare anche docenti neolaureati. Il M5S non è quindi contrario alla riapertura della terza fascia.

Graduatorie d'istituto trasformate in provinciali: Secondo l'On. Azzolina non è razionale limitare la scelta a sole 10 scuole (per infanzia e primaria) e 20 (per la secondaria). Tale limite, soprattutto nel caso di grandi province, rischia di lasciare al fato la possibilità di ottenere delle supplenze. Questa soluzione consentirebbe anche di sgravare le segreterie dall'onere della valutazione delle domande, limitando tra l'altro anche il problema della valutazione discrezionale dei titoli da scuola a scuola.

Altre questioni:

GAE infanzia: Si sta lavorando nella Legge di bilancio 2020 per trovare una soluzione per le GAE infanzia (che diversamente dagli altri ordini di scuola non hanno potuto usufruire di altre misure previste per gli altri ordini di scuola, in particolare dei c.d. posti di potenziamento.

Concorso primaria\infanzia: Il concorso sarà bandito il prima possibile. 

V Ciclo TFA sostegno: Abbiamo attivato le procedure con le università affinché vengano fatti i bandi, si spera all'inizio del primo trimestre del 2020. Saranno banditi 14.000 posti. Potranno inoltre partecipare i 7.000 idonei dei precedenti cicli per complessivi 21.000 nuovi specializzandi.

Concorso ordinario: sarà bandito contestualmente al concorso straordinario. 


Concorso straordinario e ordinario a confronto
Concorsi ordinario e straordinario: requisiti di accesso e programmi di studio
Decreto precari pubblicato in Gazzetta: bandi concorso straordinario e ordinario entro il 2019

Pin It

MAD doocenti.it

calcola supplenze