VADEMECUM UIL SCUOLA, STRUMENTO DI CONOSCENZA E DIRITTI, NELLA GIORNATA INTERNAZIONALE DEI MIGRANTI

UIL scuola RUA

Oggi si celebra la giornata internazionale dei migranti  che l’ONU, quest’anno, ha voluto focalizzare sul tema della coesione sociale.

Una coesione che ha subito una grande ferita a causa della pandemia che ha aumentato le distanze socio- economiche specie per i più deboli, come è la condizione dei migranti.
In Italia il fenomeno è diffuso, anche se a fronte dei 181.436 del 2016,   nell’ultimo anno ne sono arrivati solo  32.919, di cui molti minori non accompagnati. Per tutti, la scuola italiana ha il dovere di  accogliere ed integrare  nelle rispettive  comunità educanti.
Queste modalità, che la scuola italiana adotta,  sono anche state oggetto di attenzione e di  investimenti della commissione europea, che ha visto nelle scuole inclusive la riduzione di fenomeni di radicalizzazione evidenziatisi in altri contesti  europei.
L’istruzione e la formazione professionale pubblica per minori e adulti si sono dimostrate una delle armi migliori per realizzare la piena integrazione: i paesi dell’area E.U. che hanno investito maggiormente, da dati OCSE,  hanno ottenuto i  risulti migliori in termini di integrazione.

Queste considerazioni, e la volontà di celebrare la giornata internazionale dei migranti,  ci inducono a ripubblicare la brochure UILSCUOLA – UIL -ITAL (inglese-cinese-arabo-francese), realizzata a coronamento del progetto triennale con l’IE, come strumento di orientamento per gli immigrati per le iscrizioni nelle scuola statali italiane.
Sono informazioni che rendono le procedure più agevoli per le famiglie, al fine di esercitare quelli che sono veri e propri diritti di cui godono gli immigrati in Italia.


Stampa