TFA sostegno: prova pratica a distanza per l'accesso al V ciclo [Nota Ministero dell'Università]

tfa sostegno

È stata emanata la nota n. 33310 del 27 novembre 2020 del Ministero dell'Università e della Ricerca inviata ai Rettori degli Atenei relativa alle prove di accesso a distanza ai percorsi di specializzazione sul sostegno V ciclo 2019/2020.

In considerazione del protrarsi dello stato emergenziale da COVID-19 ed esclusivamente per l’attivazione del V ciclo sul sostegno 2019/2020, gli atenei potranno quindi organizzare la seconda prova pratica secondo modalità a distanza, avendo l’accortezza di uniformare la procedura tra le varie sedi per evitare trattamenti differenziati tra i candidati.

Ricordiamo che l'art. 6, comma 2, lettera b), del D.M. 30 settembre 2011, già stabilisce che la seconda prova può avvenire in forma scritta ovvero pratica. Con la nota in questione si consente quindi lo svolgimento della prova (pratica) in modalità a distanza alla luce delle disposizioni governative attuali che non consentono lo svolgimento delle prove in presenze.

Com'è noto, infatti, il DPCM del 3 novembre 2020, all’art. 1 lett. z) ha previsto che: “è sospeso lo svolgimento delle prove preselettive e scritte delle procedure concorsuali pubbliche e private e di quelle di abilitazione all'esercizio delle professioni, a esclusione dei casi in cui la valutazione dei candidati sia effettuata esclusivamente su basi curriculari ovvero in modalità telematica”. 

Constatata quindi l'impossibilità di svolgimento in presenza della prova scritta per l’accesso al corso e del ritardo nell’attivazione del corso stesso, gli atenei potranno organizzare la prova pratica secondo modalità a distanza.

 

 VEDI LA NOTA


Stampa