Sottosegretario Sasso (Lega): procedere alla stabilizzazione per titoli e servizio, per poi avviare il concorso ordinario

sassoL'On. Rossano Sasso (Lega), Sottosegretario all'Istruzione, ha risposto indirettamente alle parole dell'altro sottosegretario all'Istruzione, Barbara Floridia del Movimento 5 Stelle.

Di seguito le sue parole.

STRACCI VECCHI

Ritengo che la questione del reclutamento degli insegnanti vada affrontata con buon senso e obiettività, senza farsi fuorviare da preconcetti. Non ha senso parlare di una procedura concorsuale per 450.000 persone, perché è ovvio che non si potrebbe portarla a termine in pochi mesi, in tempo utile per Settembre come ha chiesto il Presidente Draghi.

Le assunzioni da concorso straordinario e da vecchie graduatorie ci trovano d'accordo, ma non sarebbero sufficienti a coprire le ingenti carenze di personale che ci troveremo ad affrontare da qui a breve. L'anno scolastico in corso ha fatto registrare circa 210.000 incarichi "precari", cattedre alle quali vanno aggiunte le circa 35.000 che resteranno scoperte in conseguenza dei pensionamenti. L'unica soluzione opportuna, giusta e rapida è di procedere alla stabilizzazione per titoli e servizio, per poi avviare il percorso del concorso ordinario. Su quest'ultimo non siamo contrari, a testimonianza che, a differenza di altri, non è il furore ideologico a guidare i nostri pensieri e le nostre azioni, ma gli interessi e il bene del mondo della scuola. Non siamo e mai saremo disposti a considerare stracci vecchi le migliaia di insegnanti precari che da anni sono una parte fondamentale della quotidianità degli istituti, dei nostri studenti e delle loro famiglie. Siamo convinti di non essere i soli a pensarla così tra le forze della maggioranza di Governo. Di sicuro, come Lega, su questo non arretreremo di un millimetro. 


Stampa