fbpx

Rilevazione Bonus 100 per il personale scolastico che ha lavorato in presenza nel mese di marzo 2020 [Indicazioni Operative]

Articoli Visite: 1310

L’articolo 63 del DL 17 marzo 2020 n. 18 ha previsto un premio dell’importo massimo di 100  euro, da corrispondere ai titolari di redditi di lavoro dipendente, nei quali è ricompreso anche il personale scolastico, che nel mese di marzo 2020 abbiano prestato la propria attività lavorativa in presenza.

scuole 1

In particolare, il comma 2 del citato articolo prevede che:

“[…] Ai titolari di redditi di lavoro dipendente di cui all'articolo 49, comma 1, del testo unico delle imposte sui redditi approvato con decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, che possiedono un reddito complessivo da lavoro dipendente dell'anno precedente di importo non superiore a 40.000 euro spetta un premio, per il mese di marzo 2020, che non concorre alla formazione del reddito, pari a 100 euro da rapportare al numero di giorni di lavoro svolti nella propria sede di lavoro nel predetto mese. 2. I sostituti d'imposta di cui agli articoli 23 e 29 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600 riconoscono, in via automatica, l'incentivo di cui al comma 1 a partire dalla retribuzione corrisposta nel mese di aprile e comunque entro il termine di effettuazione delle operazioni di conguaglio di fine anno [...]”.

Al riguardo, la Direzione generale per i sistemi informativi e la statistica (DGSIS) del Ministero dell’Istruzione, al fine di consentire al personale scolastico il riconoscimento dell’incentivo in oggetto, ha messo a disposizione delle istituzioni scolastiche un’apposita funzione per la rilevazione attraverso la quale le scuole medesime potranno indicare gli importi da corrispondere al personale docente, educativo, ed ATA (di ruolo, supplenti annuali e fino al termine delle attività didattiche, IRC, FIT e supplenti brevi e saltuari) che ha prestato servizio in presenza nel mese di marzo 2020.

Nella giornata di oggi sono state pubblicate delle Istruzioni dettagliate per l’utilizzo della funzione 

PERSONALE IN SERVIZIO SU PIÙ ISTITUTI

Per ogni dipendente che ha diritto al bonus, sarà un solo istituto, in cui ha svolto servizio, a dover comunicare l’importo spettante al MEF\NoiPA, considerando nel calcolo anche i periodi di servizio in presenza effettuati a marzo 2020 presso altri istituti.

Nel caso specifico in cui un dipendente abbia svolto nel mese di marzo 2020 sia servizi annuali (N02, N11, FIT, IRC) che supplenze brevi, l’importo totale del bonus dovrà essere rilevato a cura dell’istituto scolastico presso cui il dipendete ha svolto un servizio annuale.

 

PASSI OPERATIVI

I passi principali previsti per la comunicazione da parte delle scuole al sistema NoiPA del bonus di 100 euro spettante al personale scolastico sono:

1. la segreteria scolastica individua il personale beneficiario del premio in relazione ai servizi svolti in presenza nel mese di marzo 2020

2. la segreteria scolastica calcola autonomamente l’importo del bonus dovuto, considerando, ove del caso, anche il servizio in presenza effettuato dal dipendente presso le altre scuole

3. la segreteria scolastica inserisce l’importo complessivo del bonus spettante al dipendente utilizzando le apposite funzioni

4. il Dirigente Scolastico autorizza la trasmissione degli importi, inseriti dalla segreteria, al sistema NoiPA del MEF

5. Il SIDI trasmette al sistema NoiPA i bonus che sono stati autorizzati dal Dirigente Scolastico. La trasmissione non avviene al momento dell’autorizzazione, ma periodicamente in giorni prestabiliti, in modo simile a quanto accade già per altre trasmissioni del SIDI.

L’importo del bonus rilevato, una volta trasmesso a MEF non sarà più modificabile.

LA NOTA

INDICAZIONI OPERATIVE

 

Stampa