Proroga contratti di supplenza temporanea personale ATA in scadenza il 28 febbraio [Nota Ministeriale]

personale ATA

L’articolo 58, comma 5-sexies, del decreto legge 21 giugno 2013, n. 69 ha previsto che:

A decorrere dal 1° marzo 2020, le istituzioni scolastiche ed educative statali svolgono i servizi di pulizia e ausiliari unicamente mediante ricorso a personale dipendente appartenente al profilo dei collaboratori scolastici e i corrispondenti posti accantonati ai sensi dell'articolo 4 del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 giugno 2009, n. 119, sono resi nuovamente disponibili, in misura corrispondente al limite di spesa di cui al comma 5, per l'espletamento delle procedure selettiva e di mobilita' di cui ai successivi commi. Il predetto limite di spesa e' integrato, per l'acquisto dei materiali di pulizia, di 10 milioni di euro annui a decorrere dall'anno 2020.

A tal fine il Ministero dell'istruzione è autorizzato ad avviare una procedura selettiva per la copertura dei posti eventualmente residuati dopo le operazioni di mobilità straordinaria.

L’articolo 58, comma 5-sexies, del decreto legge 21 giugno 2013, n. 69, prevede altresì che, nelle more dell'avvio della procedura selettiva disciplinata al medesimo disposto normativo, al fine di garantire il regolare svolgimento delle attività didattiche in idonee condizioni igienico-sanitarie, i posti e le ore residuati siano ricoperti mediante supplenze provvisorie del personale iscritto nelle vigenti graduatorie.

Con la nota n. 8286 del 26 febbraio 2021, il Ministero dell'Istruzione, preso atto che la procedura selettiva indicata non è ancora stata avviata e che i contratti di supplenza originariamente stipulati ai sensi della norma indicata avranno termine il 28 febbraio 2021, a fronte della perdurante esigenza di garantire che le attività didattiche si svolgano in idonee condizioni igienico-sanitarie, è possibile prorogare i contratti in scadenza di mese in mese sino all’avvio delle procedura selettiva in esame.

 

 

Stampa