Precari: si lavora a un maxi piano di stabilizzazioni per almeno 50.000 precari

scuola

Il Ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi sarebbe al lavoro per un maxi piano di stabilizzazione allo scopo di coprire almeno una parte dei posti vacanti e disponibili previsti per il prossimo anno scolastico. Tenendo conto dei 27.500 pensionamenti, l'anno prossimo saranno circa 90.000 i posti vacanti e disponibili (cioè i posti privi di un titolare). Tenendo conto che dal concorso straordinario per la scuola secondaria dovrebbero emergere 32.000 vincitori, si pensa a un piano di stabilizzazione che riguardi 50.000 o 60.000 precari.

Secondo quanto riporta il Sole 24 Ore, allo studio ci sarebbero due ipotesi su cui occorrerà trovare la convergenza tra i partiti della variegata maggioranza e dei sindacati.

  1. L'ipotesi più accreditata è quella di un corso-concorso a cui avrebbero accesso i docenti "selezionati" sulla base dei titoli e del servizio, con un anno di formazione e un esame conclusivo al termine del periodo di formazione, con definitiva assunzione a tempo indeterminato con decorrenza dall'anno scolastico 2021\2022. 
  2. Nei giorni scorsi si era anche parlato di un possibile "blocco" della mobilità dei docenti di ruolo allo scopo di consentire l'immissione in ruolo dei supplenti sul posto attualmente occupato, fermo restando il corso-concorso di cui sopra.

Quest'ultima possibilità, alimentata dal fatto che l'annuale ordinanza della mobilità tarda ad uscire, sembra però essere tramontata negli ultimi giorni, anche se al momento non si può escludere del tutto.

 


Stampa