PCTO, Esame di Stato, emergenza Covid: valorizziamo l’autonomia delle scuole

logo anp

L’ANP ha partecipato in data odierna, insieme alle altre sigle sindacali rappresentative del comparto e dell’area “istruzione e ricerca”, a un incontro in videoconferenza indetto dalla Viceministra dell’istruzione, Anna Ascani, sui PCTO e sulla loro gestione, nell’attuale contesto emergenziale, in vista dell’Esame di Stato conclusivo del secondo ciclo.

La Viceministra ha dichiarato la disponibilità del Ministero ad accogliere proposte formulate dalle organizzazioni sindacali per la realizzazione dei PCTO nel corrente anno scolastico, già decisamente segnato dall’emergenza in atto.

L’ANP ha ribadito la propria convinzione profonda nel valore formativo dell’esperienza di alternanza scuola-lavoro che, consentendo agli studenti di confrontarsi con contesti produttivi caratterizzati da logiche organizzative molto differenti da quelle scolastiche, fornisce loro delle opportunità di crescita e di sviluppo culturale che integrano e ampliano quelle proprie del sistema educativo. Proprio per questo abbiamo più volte stigmatizzato la riduzione di ore e di risorse di cui l’ASL è stata oggetto due anni fa.

Nell’attuale fase emergenziale, le scuole si stanno impegnando al massimo anche per la realizzazione dei PCTO, ma i percorsi non possono non risentire di tutti i vincoli che l’emergenza sta imponendo. Proprio in considerazione di queste limitazioni abbiamo chiesto che il Ministero dell’istruzione adotti, nei tempi più brevi, tutte le iniziative idonee a eliminare il vincolo del numero minimo di ore previsto per l’accesso all’Esame di Stato, senza sospendere “dall’alto” la realizzazione dei PCTO. Molte istituzioni scolastiche stanno, infatti, realizzando percorsi virtuali, grazie alle tecnologie digitali, e tali percorsi devono essere pienamente riconosciuti, così come deve essere riconosciuto il lavoro dei docenti e degli studenti per la realizzazione di queste esperienze. Si tratta, quindi, di lasciare alle singole scuole il pieno esercizio dell’autonomia didattica attraverso la valutazione di quali e quanti percorsi realizzare e l’eliminazione del vincolo del numero minimo di ore per l’accesso degli studenti al prossimo Esame di Stato.

L’ANP chiede quindi al Ministero di fornire al più presto le necessarie indicazioni lasciando l’iniziativa alle scuole: solo valorizzando l’autonomia delle scuole si riescono a gestire alcune delle criticità che stanno caratterizzando questa delicata fase.

Le scuole lo stanno dimostrando dall’inizio della pandemia.


Stampa