Immissioni in ruolo personale docente a.s. 2020/2021 - Scelta prioritaria candidati con Legge 104/1992

Ai docenti con disabilità personale o che assistono persone con disabilità grave è riconosciuto, alle condizioni previste dalla Legge, il diritto alla scelta della sede di servizio con priorità.
Scelta prioritaria Legge 104

CHI PUÒ FRUIRE DELLA PRECEDENZA
Ai sensi degli art. 21 e 33 comma 6 della Legge 104/1992 la persona con disabilità personale ha diritto alla precedenza nell'assegnazione della sede. Analogo diritto spetta alla persona che assiste un parente o affine in situazione di disabilità (art. 33 comma 5 Legge 104/1992).
In particolare questo diritto spetta nell'ordine per le seguenti situazioni:

  • persone disabili (anche non gravi) ma con un grado di invalidità civile superiore ai 2\3 oppure con minorazioni iscritte alle categorie, prima, seconda e terza.
  • persone disabili in situazione di gravità (art. 33 comma 6), le quali hanno diritto a scegliere la sede di lavoro più vicina al proprio domicilio;
  • persone che assistono un parente o affine in situazione di gravità ai sensi dell'art. 33 comma 5 Legge 104. In tal caso la precedenza è limitata all'assistenza nei confronti dei figli, dei genitori, del coniuge e dei fratelli-sorelle nel caso in cui i genitori siano a loro volta impossibilitati ad assistere i loro figli oppure siano scomparsi.


IMMISSIONI IN RUOLO E SCELTA PRIORITARIA DA GRADUATORIE DI MERITO
Per quanto attiene alle nomine in ruolo da effettuare attingendo dalle graduatorie di merito relative a concorsi svolti su base regionale, il sistema delle precedenze di cui alla Legge 104/1992 (art. 21, art. 33 comma 6 e art. 33 commi 5 e 7) non opera riguardo alla scelta della provincia. Tale precedenza potrà essere fruita soltanto all'interno della provincia, per la scelta della sede.
Questo significa che, il docente non godrà alcuna precedenza nella scelta della provincia, che sarà individuata secondo il normale ordine di scorrimento della graduatoria. Il docente godrà, invece, della priorità nella scelta della sede all'interno della provincia.
La precedenza è riconosciuta alle condizioni previste dal vigente contratto nazionale integrativo sulla mobilità del personale di ruolo.

PER QUALI ISTITUTI SPETTA LA PRIORITÀ
Nel caso di disabilità personale, il diritto alla scelta si applica, per qualsiasi istituto scolastico anche se non ricadente all'interno della propria provincia di residenza. 
Per gli aspiranti che assistono parenti in situazioni di handicap, il beneficio risulta applicabile solo per le scuole ubicate nel medesimo comune di residenza della persona assistita o, in carenza di disponibilità in tale comune, in comune viciniore, ovviamente appartenente alla stessa provincia di assistenza.

ASSUNZIONE DA GRADUATORIA AD ESAURIMENTO
Per quanto riguarda i docenti assunti dalle graduatorie ad esaurimento, il diritto alla scelta dell’istituto scolastico con priorità spetta a coloro che hanno richiesto, in occasione dell'aggiornamento delle graduatorie, tale priorità nell'apposita sezione della domanda di aggiornamento GAE (sezione H4) e allegando ove richiesto le relative certificazioni.
Anche in questo caso la precedenza opererà per qualsiasi istituto all'interno della provincia, nel caso di disabilità personale, e per le scuole ubicate nel comune di residenza della persona assistita, nel caso di assistenza a parente disabile. 

IMMISSIONI IN RUOLO 2020\2021 DA GRADUATORIE DI MERITO
Per l'anno scolastico 2020\2021 le procedure di immissione in ruolo si stanno svolgendo in modalità telematica. A tal fine nella fase 1, i candidati inseriti nelle Graduatorie di merito sono stati chiamati a indicare l'ordine di priorità tra le province. 
I candidati che, a chiusura della prima fase della procedura di immissione in ruolo, hanno ottenuto l'assegnazione della provincia, dovranno procedere, secondo le indicazioni fornite dai vari uffici scolastici provinciali, a compilare ed inoltrare, tramite le funzioni presenti su “Istanze on line”, la domanda per la scelta della sede, esprimendo l’ordine di preferenza delle stesse.
Alle condizioni previste dal vigente contratto nazionale integrativo sulla mobilità del personale di ruolo, saranno, in via prioritaria, assegnate le sedi ai candidati aventi diritto alle precedenze di cui alla legge 104/1992 (art. 21, art. 33 comma 6 e art. 33 commi 5 e 7): a tal fine i candidati dovranno avere cura di allegare, sempre in modalità telematica, la necessaria documentazione e certificazione attestante il diritto di precedenza (vedi, ad esempio, avviso Ambito Territoriale di Cuneo).

Vedi avviso Ambito Territoriale di Cuneo



Stampa